Seguici su

Nazionali

Mondiali 2018, le esultanze pro-Albania di Shaqiri e Xhaka infiammano Serbia-Svizzera

Durante Serbia-Svizzera hanno destato scalpore le esultanze pro-Albania di Shaqiri e Xhaka

È stata una delle partite più tese di questo Mondiale, Serbia-Svizzera. È assodato che i tifosi serbi siano forse tra i più “accesi” a livello europeo e non solo. Anche per questo motivo, probabilmente, sarebbe meglio non “provocarli”. Un’indicazione di prudenza che non è stata seguita, stasera, da Xhaka e Shaqiri. I due giocatori della squadra di Petkovic hanno infatti dato alle rispettive reti un tono politico, esultando con dei gesti che richiamano la bandiera dell’Albania.
Proprio i due marcatori svizzeri sono due dei tre giocatori di origini kosovare scesi in campo stasera (l’altro è Behrami). Per capire la rivalità tra il piccolo stato dell’Europa sud-orientale e la Serbia è importante ricordare le guerre vissute negli anni ’80 e ’90. Conflitti che hanno portato all’abbandono della propria città natale per molti cittadini di Kosovo: si stima che 200’000 persone si siano trasferite in Svizzera. Per comprendere, invece, il legame tra Albania e Kosovo basti pensare che i due stati erano una volta uniti, prima che una serie di trattati – non così accettati dal popolo – dividesse i territori.
Questo spiega perché Shaqiri e Xhaka, svizzeri ma di origini kosovare, hanno esultato mimando il gesto della bandiera albanese: un’aquila a due teste. Una rivalità molto accesa, quella tra Albania e Serbia, tanto che nel 2014 una partita di qualificazione per gli Europei del 2016 era stata sospesa per le intemperanze dei tifosi. Se i rapporti tra i tifosi non sono dei migliori, anche quelli tra i giocatori non sono così amichevoli. Pochi giorni fa Shaqiri ha postato su Instagram l’immagine dei suoi scarpini: in uno è ritratta la bandiera della Svizzera, nell’altro quella di Kosovo. Una foto a cui Mitrovic, attaccante serbo, ha risposto così: “Se ami tanti il Kosovo, perché hai rifiutato di giocare per quella nazionale?”

fonte foto: twitter.com/FIFAWorldCup

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in Nazionali