Seguici su

Nazionali

Mondiali 2018, Sampaoli dopo Argentina-Croazia: "È tutta colpa mia, Messi bloccato dalla nazionale"

sampaoli-argentina

Il tecnico argentino si è addossato tutte le responsabilità della pesante sconfitta per 3-0 incassata dalla Croazia. “Inutile accusare Messi e Caballero”

Per l’Argentina calcistica è uno dei momenti più desolanti di sempre. L’umiliazione riportata dalla Croazia ha gettato nell’occhio del ciclone tutta la Selecciòn, ma soprattutto il ct Sampaoli. Quest’ultimo è stato infatti bersaglio di pesanti contestazioni, insulti irripetibili e addirittura sputi e bottigliette da parte dei sostenitori dell’Albiceleste. In un momento così tempestoso, il tecnico ha dimostrato sicuramente più carattere della squadra messa in campo stasera, assumendosi tutte le responsabilità della disfatta.
Queste le parole di Sampaoli nel post-partita: “Non mi vergogno, ma provo dolore. Era da tantissimo che non mi sentivo così su una panchina. Non ha senso prendersela con Caballero, è l’allenatore che fa le scelte e schiera gli 11 titolari. Per lo stesso motivo è sbagliato accusare Messi. Sono io che ho sbagliato la formazione e la lettura della partita. Non l’ho aiutato a rendere al meglio ed è stato limitato dalla squadra e dall’ambiente. È ingiusto paragonare Leo e Cristiano Ronaldo in questo momento“.
Il tecnico argentino è poi entrato nel merito degli episodi che hanno deciso il match: “Il primo gol ci ha tagliato le gambe, da lì è saltato tutto e non siamo più riusciti a portare a termine ciò che ci eravamo preposti di fare. Siamo stati travolti anche emotivamente“. Negli occhi e nelle parole di Sampaoli rimane però un barlume di speranza per la qualificazione: “Aspettiamo la partita tra Islanda e Nigeria per capire quali sono le nostre possibilità. Da lì, sarà necessario battere gli africani e incrociare le dita“.

? Pillola di Fanta 

L’Argentina, che sembrava partire favorita per il primo posto nel suo gruppo, si ritrova ad un passo dall’eliminazione a 90 minuti dalla fine del girone. Vincere con la Nigeria, risultato tutt’altro che scontato viste le attuali condizioni dell’Albiceleste, potrebbe non essere sufficiente per garantirle la qualificazione agli ottavi. Sul banco degli imputati è soprattutto Messi, ad oggi un flop anche in ottica fantamondiale. 40 crediti di quotazione iniziale per un attaccante ancora fermo a 0 bonus e che potrebbe salutare la rassegna iridata dopo solo 3 partite. I presupposti per parlare del più grande abbaglio fantacalcistico di sempre ci sono tutti. SUPER DELUSIONE

fonte foto: afa.org.ar 

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in Nazionali