Seguici su

Nazionali

Mondiali di Russia 2018, tutto su Argentina-Croazia: orario, probabili formazioni e dove vederla

Sampaoli Argentina

Tutto quello che c'è da sapere sulla sfida tra la Selección di Sampaoli e i balcanici a scacchi biancorossi:come arrivano alla gara, i precedenti e le statistiche

Il Gruppo B è probabilmente il più complicato tra gli otto di questi Mondiali di Russia 2018. A bocce ferme, la partita tra Argentina e Croazia sarebbe dovuta valere la prima e la seconda posizione e determinare quindi solamente chi delle due avrebbe sfidato la testa di serie del girone A. La verità è invece che se la selezione sudamericana dovesse perdere questa partita complicherebbe fortemente le proprie possibilità di raggiungere la fase ad eliminazione diretta di questa competizione, qualificando invece già matematicamente la squadra del ct Dalic.

Come arriva l'Argentina

La Selección non è sicuramente nel pieno delle sue forze, in particolar modo mentali. La possibilità di infrangere finalmente la maledizione delle tre finali consecutive perse passa obbligatoriamente dalla qualificazione alla fase ad eliminazione diretta e tale qualificazione non può a sua volta prescindere da una vittoria nella sfida di questa sera. Dopo il pareggio contro l'Islanda, infatti, la selezione di Sampaoli non può permettersi un secondo stop rischiando di mettere il proprio successo nel girone nelle mani di qualcun altro. Solo con i tre punti gli argentini sarebbero completamente padroni del proprio destino, mentre in caso contrario dovrebbero sperare in una combinazione di risultati a proprio favore che le permetta di spuntarla all'ultima giornata, anche solo per differenza reti a favore. Partita delicata per l'Albiceleste e determinante per Messi, alla ricerca di un rilancio e della conquista di un titolo che ogni volta sembra sfuggirgli dalle mani.

Come arriva la Croazia

Il 2-0 rifilato alla Nigeria nella gara d'esordio ha dato certezze, morale e soprattutto i punti necessari alla selezione balcanica per cercare con la massima convinzione il passaggio al turno successivo. Dovesse riuscire a ripetersi contro l'Argentina, la Croazia volerebbe a quota 6 punti in due giornate e si catapulterebbe matematicamente al turno successivo ancor prima di sfidare l'Islanda nell'ultima partita del gruppo. A proposito di Islanda: le due selezioni erano assieme anche nel girone di qualificazione alla Coppa del Mondo che i vichinghi dominarono costringendo la selezione del ct Dalic allo spareggio poi vinto contro la Grecia. Sarebbe effettivamente molto intrigante se il fato decidesse di rendere Islanda-Croazia di martedì 26 la sfida determinante anche per il passaggio agli ottavi di finale di questa competizione.

Orario della gara e dove vederla in tv

Il match si giocherà al Nizhny Novgorod stadium dalle ore 20 di questa sera. Sarà disponibile alla visione su Canale 5, in chiaro come tutte le partite di questo Mondiale grazie alla decisione di Mediaset, che la trasmetterà anche in live streaming attraverso il proprio sito internet.

Probabili formazioni

Agli antipodi le scelte tattiche dei due selezionatori, con Dalic che confermerà quasi totalmente l'undici vittorioso contro la Nigeria (unico dubbio tra Kramaric e Badelj) e Sampaoli che invece rivoluzionerà lo schieramento dei suoi, tornando ad utilizzare una linea difensiva a tre. Le novità dovrebbero esser costituite dall'adattamento dei terzini Mercado e Tagliafico ai fianchi del centrale Otamendi e dall'esordio dal primo minuto di uno tra Enzo Perez (chiamato solo all'ultimo in sostituzione dell'infortunato Lanzini) e Lo Celso. Ballottaggio tra Meza e Pavon in avanti, con gli juventini Dybala e Higuain evidentemente in fondo alle preferenze del loro ct. Nonostante i tifosi invochino a gran nome la titolarità di Armani, tra i pali dovrebbe invece esser confermato Caballero.
Argentina (3-4-2-1): Caballero; Mercado, Otamendi, Tagliafico; Salvio, Mascherano, Perez, Acuña; Messi, Pavon; Aguero. All. Sampaoli
Croazia (4-2-3-1): Subasic; Vrsaljko, Lovren, Vida, Strinic; Rakitic, Modric; Rebic, Kramaric, Perisic; Madzukic. All. Dalic

Precedenti e statistiche

Le due selezioni si sono già affrontante in una fase a gironi del Mondiale nel 1998, quando i sudamericani vinsero per 1-0 grazie alla rete di Pineda e si qualificarono come primi a punteggio pieno. Allora la Croazia riuscì ugualmente a raggiungere la fase ad eliminazione diretta come seconda del girone A. Le amichevoli tra le squadra sono invece state due e sono in perfetto equilibrio di risultati: 2-3 per i balcanici nel 2006 e 2-1 per l'Albiceleste nel 2014.


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Nazionali