//cdn.iubenda.com/cookie_solution/cmp/beta/stub.js
Seguici su

Serie B

Playoff Serie B, semifinali di ritorno: due risultati su tre per Palermo e Frosinone

Ilija Nestorovski-Antonino La Gumina

Venezia e Cittadella possono solo vincere per centrare la finale, mentre rosanero e canarini troverebbero un alleato nel pari

Il penultimo atto dei playoff di Serie B andrà in scena in due tempi: il primo allo Stadio Barbera con Palermo e Venezia attori protagonisti, il secondo allo Stirpe dove il Frosinone ospiterà il Cittadella. Entrambe le gare di andata si sono concluse sull’1-1, punteggio che favorisce le squadre di casa, meglio classificate durante il campionato, che potranno oggi contare su due risultati su tre per centrale l’ambita finale.

Palermo-Venezia, ore 18:30

La gara d’andata al Penzo s’era decisa tutta nella ripresa, quando La Gumina aveva portato in vantaggio i rosanero, recuperati quattro minuti più tardi grazie alla rete di Marsura. Dopo aver stupito per le esclusioni eccellenti in trasferta, il tecnico rosanero Stellone potrebbe oggi reinserire tra i titolari Coronado sulla trequarti e uno tra Gnahoré e Chocev in mediana, mentre Moreo sembra aver ormai scalzato Nestorovski nelle gerarchie offensive. Inzaghi dovrà invece scegliere chi schierare tra Suciu e Pinato come mezzala sinistra e sta pensando di riproporre l’esperto Geijo in appoggio al centravanti Litteri. Il Barbera va verso il tutto esaurito: tutta Palermo vuole ritrovare la Serie A.
Palermo (4-3-1-2): Pomini; Rispoli, Bellusci, Rajkovic, Aalesami; Gnahoré, Jajalo, Murawski; Coronado; La Gumina, Moreo. All. Stellone
Venezia (3-5-2): Audero; Andelkovic, Modolo, Domizzi; Bruscagin, Falzerano, Stulac, Suciu, Garofalo; Geijo, Litteri. All. F. Inzaghi

Frosinone-Cittadella, ore 21:00

La clamorosa disfatta dell’ultima giornata di campionato non è ancora stata digerita invece dal pubblico ciociaro, che nelle passate stagioni si è visto sfuggire sempre di un soffio il ritorno nella massima categoria. L’andata era stata decisa da due reti rocambolesche, con il vantaggio ospite in mischia grazie a Paganini e il pari trovato dai veneti con un tiro di Chiaretti deviato due volte, con Brighenti autore del secondo e decisivo tocco. Proprio il difensore e l’autore dell’1-0 Paganini saranno invece indisponibili per questo ritorno, con Matarese che dovrebbe giocare sull’out di destra e M. Ciofani che scenderà sulla linea difensiva. Nel Cittadella non ci sarà lo squalificato Settembrini, ma riprenderà il suo posto in cabina di regia Iori, mancato nella sfida del Tombolato. Come quello palermitano con il Barbera, anche il popolo frusinate riempirà probabilmente gli spalti dello Stirpe.
Frosinone (3-5-2): Vigorito; M. Ciofani, Terranova, Krajnc; Matarese, Chibsah, Gori, Koné, Crivello; Ciano, Dionisi. All. Longo
Cittadella (4-3-1-2): Alfonso; Salvi, Adorni, Varnier, Benedetti; Bartolomei, Iori, Schenetti; Chiaretti; Kouamé, Vido. All. Venturato

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in Serie B