Seguici su

Calcio estero

Sporting Lisbona, Mihajlovic è già vicino all'incredibile esonero

Mihajlovic-Torino

A causa del caos societario dello Sporting, il tecnico serbo potrebbe aver già concluso la sua avventura portoghese senza averla neanche incominciata

Il 18 giugno, soli otto giorni fa, lo Sporting Clube de Portugal ufficializzava l’ingaggio di Sinisa Mihajlovic come nuova guida tecnica della prima squadra. L’allenatore serbo avrebbe preso il posto di Jorge Jesus sulla panchina biancoverde nel tentativo di rilanciare la propria immagine dopo le avventure non esattamente esaltanti con Torino e Milan.

Un fulmine a ciel…

Tutt’altro che sereno il cielo sopra la capitale portoghese negli ultimi mesi, soprattutto da quando un gruppo di tifosi aggredì alcuni giocatori al centro sportivo ferendo il centravanti Dost alla testa. Da quel momento i calciatori dei Leões si sono susseguiti in colloqui con la dirigenza per ottenere lo svincolamento del proprio cartellino e la conseguente possibilità di firmare a parametro zero con un’altra società.
Il caos societario non si è fermato e ha portato ieri sino all’esautorazione del presidente del club Bruno de Carvalho. Secondo i quotidiani lusitani Record e A Bola, il 71% del direttivo societario avrebbe sfiduciato de Carvalho costringendolo a lasciare la leadership del club, evento senza precedenti storici.

Via il presidente, via Miha

Secondo le stesse testate giornalistiche, la seconda testa a saltare dopo quella del presidente sarebbe proprio quella di Mihajlovic, ingaggiato da de Carvalho con un contratto triennale da 2 milioni di euro a stagione solo otto giorni fa.
Il club avrebbe inserito nel contratto del tecnico serbo una clausola di “15 giorni di prova” che gli permetterebbe di allontanarlo senza ricorrere in indennizzi economici, ma viene allo stesso tempo riportata una richiesta dell’allenatore in caso di esonero di 2 milioni come risarcimento per il grave danno ricevuto.
Tempi duri nella Lisbona neroverde, così come in casa Mihajlovic, che dovrà con tutta probabilità attendere una nuova chiamata per potersi riscattare alla guida di un club. Attenzione anche alla situazione di Emiliano Viviano, ingaggiato dai Verde e Brancos quattro giorni fa e che ora sente il pavimento scricchiolare sotto i suoi piedi.
 

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Di più in Calcio estero