Seguici su

Serie A

Atalanta, Zapata: “Gomez, Ilicic e Barrow straordinari. Voglio segnare più di 15 gol”

Duvan-Zapata-Sampdoria

L’attaccante colombiano è pronto a incominciare l’avventura in nerazzurro elogiando compagni e mister e fissando obiettivi importanti

Il biennio di guida tecnica firmata Gasperini ha condotto l’Atalanta in una crescita esponenziale di risultati sino a fare capolino in ambiente internazionale e confermarsi ora per la seconda stagione consecutiva in Europa League. La squadra nerazzurra ha meccanismi ben oliati ed interpreti valorizzati dal sistema di gioco dell’allenatore piemontese, eppure anche lo scorso anno qualcosa è mancato.

Stiamo parlando di un centravanti goleador che potesse finalizzare la mole di gioco creata dai vari Ilicic e Gomez. Sia Petagna che la sua alternativa primaria Cornelius hanno segnato 6 reti, non molte per un centravanti, mentre la scoperta di metà stagione Barrow ha aggiunto al bottino totale anche le sue tre marcature. Per fare un centravanti da 15 gol, l’Atalanta ha stipendiato ed impiegato lo scorso anno ben tre attaccanti diversi.

Ecco allora che la società di Percassi si è presto mossa in questa finestra di mercato estiva per trovare la punta di diamante che necessitava, acquistando dalla Sampdoria il colombiano Duvan Zapata. Il 27enne è stato intervistato dalla Gazzetta dello Sport, al quale ha rilasciato dichiarazioni interessanti anche in chiave fantacalcio.

Sul trasferimento: “All’inizio l’ipotesi Bergamo non mi convinceva al cento per cento. Per carità, nessun dubbio sul valore della squadra, ma la mia idea era quella di restare alla Samp. Poi loro non hanno fatto niente per trattenermi e allora ho sposato subito il progetto Atalanta. Il presidente Percassi e Gasperini mi hanno fatto sentire importante, è piacevole essere corteggiati“.

Sugli obiettivi: “Intanto segnare molto. L’anno scorso mi sono fermato a quota 15 (come i tre attaccanti nerazzurri sommati, ndr), stavolta voglio fare meglio. E sono contento di aver rotto il ghiaccio già nella prima amichevole. Per il centravanti il gol è una scossa di entusiasmo“.

Sui modelli: “Il mio idolo era e resta Ibrahimovic, ma Lukaku ha dimostrato ancora una volta al Mondiale di esser fortissimo“.

Sulla Nazionale: “Sono stato costretto a guardare il Mondiale dalla televisione e convincere il ct a convocarmi per il prossimo sarà un motivo in più per fare bene con l’Atalanta“.

Su Cristiano Ronaldo: “Fa la differenza, non guardate la carta d’identità. Arriva in Italia con la voglia di continuare a conquistare titoli. Ma Ronaldo da solo non può vincere un campionato“.

Sulla realizzabilità di un obiettivo Champions: “Come si dice: pian piano si va lontano. Cominciamo partendo bene in campionato, poi possiamo alzare di gara in gara l’asticella. Pensando alle Coppe, la sfida sarà cercare di andare più avanti possibile in Europa League, L’Atalanta ha valori importanti e può riuscirci“.

Sui compagni di reparto: “Gomez e Ilicic sono due atleti che hanno qualità tecniche fantastiche e un centravanti non può chiedere di meglio. Però attenti, l’Atalanta non è solo Gomez e Ilicic. La squadra è competitiva in tutti i reparti. Barrow è quello che mi ha sorpreso di più: è vero che aveva concluso la stagione da titolare, ma sinceramente non pensavo fosse così forte. Dividendoci gli spazi potremmo anche giocare insieme“.

Sulla condizione fisica: “Sono in ritardo, ma come dice Gasperini in una settimana dovrei essere alla pari dei compagni. Intanto cerco di imparare velocemente le idee del mister, perché i movimenti sono molto diversi da quelli che facevo alla Sampdoria. In questo senso le prossime amichevoli saranno molto utili“.

? Pillola di Fanta

Dire che Duvan Zapata sia un attaccante in crescita a livello realizzativo è tutt’altro che una banalità. In Serie A, il colombiano ha segnato 5 gol nella prima stagione a Napoli e 6 gol nella seconda, 8 nella prima a Udine e 10 nella seconda, infine 11 nell’annata in blucerchiato. A Bergamo non possono che aspettarsi quantomeno 12 reti in campionato. ESPONENZIALE

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in Serie A