Seguici su

Serie A

Inter, Asamoah si presenta: “Sono qui per dare tutto, e la rivalità con la Juventus non è stato un problema”

Asamoah Inter

L’ex giocatore bianconero ha le idee chiare per la sua nuova avventura in nerazzurro, voluta da lui e dalla famiglia

È un Asamoah più carico che mai e già pronto ad affrontare una nuova avventura quello che si presenta nella sua prima conferenza stampa da giocatore dell’Inter. Il ghanese conferma di essersi sentito a casa sin da subito, e che il trascorso con la Juventus non ha assolutamente inciso sulla scelta di approdare in nerazzurro. E poi viene svelato il suo nuovo numero di maglia, il 18, e si mette a disposizione di mister Spalletti per ricoprire più ruoli. Ecco le prime parole di Asamoah. 

Sulle prime impressioni e sulla scelta dell’Inter: “So che c’è sempre stata battaglia tra Juventus e Inter, ma io ho scelto consapevolmente questa maglia e non mi dà fastidio. So che posso dare tanto a questo club. Sono contento di essere qui, ho iniziato solo ieri a lavorare con la squadra e con i nuovi compagni, ma mi sento già parte della famiglia nerazzurra. La possibilità di restare a Torino c’è stata, ma volevo questa nuova esperienza, così come la mia famiglia. L’anno scorso mi allenavo ogni giorno e fisicamente stavo bene, quindi sono pronto. Non ho riscontrato problemi fisici negli ultimi anni. Anche ieri non ho avvertito fastidi. L’Inter sta facendo bene, spero di crescere ancora qui, portando la mia esperienza, e di fare cose importanti”.

Sugli obiettivi e sulla posizione in campo: “La Champions League è una competizione difficile per ogni squadra. Avremo la possibilità di confrontarci con i migliori club d’Europa, e per questo vogliamo fare bene e andare il più avanti possibile. Ho parlato con mister Spalletti e con la dirigenza del progetto e degli obiettivi del club. Voglio fare cose importanti e sono qui per questo. Posso giocare sia da esterno che da centrocampista, sono pronto a dare tutto per l’Inter”.

Scontata la domanda sul tormentone del momento, Cristiano Ronaldo alla Juventus: “Non ci ho nemmeno pensato che lo potrei affrontare da avversario nel mio ex club. Non penso ad affrontare un giocatore, ma il campionato tutto come competizione”.

? Pillola di Fanta ⚽

Lo scarso utilizzo nelle ultime stagioni ha fatto un po’ arrugginire Asamoah, che però almeno sul piano fisico ha sempre garantito un’ottima tenuta atletica. Per tornare ad essere decisivo anche in ottica bonus come aio tempi di Udine e nei primi anni a Torino, il lavoro di Spalletti sarà fondamentale. IN RILANCIO

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in Serie A