Seguici su

Serie A

Inter, Riana Nainggolan: “Mio fratello gioca per vincere, ma voleva rimanere a Roma”

radja nainggolan roma

Diversi gli argomenti toccati riguardo suo fratello: il trasferimento all’Inter, le possibilità scudetto, il Mondiale e il rapporto con Spalletti

Intervistata da Fuorigioco, inserito domenicale della Gazzetta dello Sport, Riana Nainggolan si è dilungata trattando molteplici temi riguardanti suo fratello gemello Radja, dal mercato fino ai Mondiali di Russia 2018, passando per le speranze per il prossimo futuro.

Interrogata sulla Coppa del Mondo in corso di svolgimento, e in particolare sull’esclusione di suo fratello, ha detto: “Vedere il Belgio senza Radja mi fa male. Meritava di esserci per quello che ha fatto con la Roma. Ero quasi sicura ci andasse, mi è dispiaciuto tantissimo“.

Poi sull’Inter e la speranza scudetto: “Io credo nello scudetto. Anche Radja è carico, non vede l’ora di cominciare domani. L’Inter ha una bella squadra, può far male alla Juventus e alle altre. Mio fratello va in campo per vincere, era così già da bambino”.

Su Spalletti: “Avere la fiducia dell’allenatore è la cosa più importante per un calciatore. E poi con Spalletti può giocare dove piace a lui“.

Sull’addio alla Roma: “Un po’ mi spiace e come tutte le novità un po’ mi spaventa che vada via da Roma. So che starà bene a Milano, ma qui eravamo vicini, era tutto perfetto. Lui voleva rimanere. Ma so che farà bene, darà tutto anche a Milano“.

?Pillola di fanta

Otto. Tanti sono i gol di differenza tra la stagione 2016-17 e quella 2017-18 segnati da Radja Nainggolan con la maglia della Roma. La differenza principale? Il tecnico e il suo sistema di gioco, che pareva cucito su misura per lui. Ora il Ninja e Spalletti si riabbracceranno in nerazzurro, cercando di replicare quanto di buono fatto insieme nella capitale. COCCOLATO

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in Serie A