Seguici su

Serie A

Milan, lettera di Yonghong Li contro Elliott: “Pensavo fosse un investitore fidato”

yonghong li Milan

Duro attacco di Mister Li al nuovo proprietario rossonero. L’ex presidente del Milan pare essere intenzionato a portare avanti la questione in tribunale

Yonghong Li non molla la presa. Dopo aver perso il Milan per non essere riuscito a reperire i 32 milioni anticipati dal fondo Elliott per l’iscrizione dei rossoneri al campionato, l’ormai ex proprietario rossonero ha intenzione di portare Paul Singer in tribunale. Mister Li, in una lettera pubblicata da “Il Sole 24 Ore”, dichiara di essere rammaricato e di aver commesso un errore nel credere che Elliott fosse un investitore fidato. 

Milan, il Tas accoglie il ricorso contro l’Uefa: rossoneri riammessi in Europa League

Non è certo un momento facile per Yonghong Li che, oltre ad aver perso il Milan e una quantità non indifferente di denaro, ora è anche indagato dalla procura di Milano per falso in bilancio.

Ecco alcuni passi della lettera di Yonghong Li:

“È con grande rammarico che, in qualità di Presidente, rivolgo questa lettera a tutti i sostenitori, azionisti e dipendenti della prestigiosa A.C. Milan. Confermo che l’Assemblea degli Azionisti dell’associazione calcistica, convocata da Elliott in data 21 luglio, sancirà la mia revoca e quella dei direttori da me nominati nel CdA del club. L’acquisto dell’A.C. Milan non è stata né una decisione incauta né tantomeno una decisione dettata da una mia infatuazione passeggera: deriva dalla mia passione per la squadra e dalla mia convinzione circa il potenziale economico di un investimento in una delle più nobili squadre di calcio al mondo. Fino al 30 giugno 2018, ho versato quasi € 880 milioni a favore dell’A.C. Milan, dei quali solo € 280 milioni finanziati attraverso Elliott, mentre ho provveduto personalmente per la restante parte. Ero convinto che Elliott fosse un investitore fidato, ma soprattutto un partner con cui condividere i doveri e gli onori di un’avventura così stimolante… Ho commesso un errore e l’ho scoperto solo strada facendo e a mio grande discapito”.

 

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in Serie A