Seguici su

News

Milan, parola a Mirabelli: “Sarà un mercato a saldo zero. Nessuno si sarebbe aspettato questa situazione”

Massimiliano-Mirabelli

Il direttore sportivo del Milan ha parlato del mercato e di un’incerta situazione societaria: “Nessuno se lo sarebbe aspettato”

In occasione del primo giorno di ritiro per il Milan, oltre a Gattuso, ha parlato anche il ds Massimiliano Mirabelli. Il dirigente rossonero ha provato a rassicurare i tifosi sul mercato, blindando, di fatto, i big come Suso, e sulle questioni societarie. Il ds si è detto molto fiducioso per l’annata che verrà.

Sulla fiducia per l’anno prossimo: “Dobbiamo partire  da una squadra giovane con una anno d’esperienza, con giocatori giovani che si sono adattatati, abbiamo la possibilità di far iniziare a lavorare dal primo giorno con il metodo di Gattuso i ragazzi. Io sono molto positivo rispetto alla prossima stagione, non guardo quello che succede sopra. Dobbiamo guardare solo il campo. Sono positivo per il prossimo futuro“.

Sulla squadra dirigenziale: “È un ragionamento che merita più spazio di una semplice risposta. E’ normale che arrivando un proprietario si è pensato a fare una squadra dirigenziale che potesse proseguire con le cose che abbiamo fatto. E’ una cosa fisiologica”.

Milan, Gattuso: “Servono rinforzi. Deciso il ruolo di Halilovic e la questione portieri”

Mirabelli ha parlato tanto di mercato, affermando di dover fare un mercato a saldo zero, esprimendosi su Halilovic e sull’arrivo di qualche big

Su Suso all’Inter e sulla partenza dei big: Posso escludere categoricamente che vada all’Inter. Ha una clausola per l’estero ma ha sempre dichiarato di voler rimanere al Milan e noi confidiamo in questo. Nessun giocatore e nessun agente è venuto a dirci di voler lasciare il Milan. Dovremmo fare un mercato a saldo zero. Abbiamo idee in entrata e in uscita ma non abbiamo la necessità di fare cessioni importanti a meno che qualcuno non ci dica di voler andare via”.

Su Halilovic: “Penso lo conosciate tutti. Si parlava un tempo che fosse un grande talento e ora si parla di talento perduto. E’ una piccola scommessa per vedere cosa Rino riesce a restituire di questo talento che un tempo era grande e ora si è perso”.

Calciomercato Milan: alla scoperta di Halilovic, talento fragile ma cristallino

Sull’arrivo di qualche big: “Il big deve essere un giocatore importante. Non facciamo mercato tanto per fare. La cosa fondamentale è che sia nei ruoli sia nella scelta che proporremo sarà concordato con il suo consenso”.

Chiusura sulla situazione societaria molto incerta e inaspettata

Sull’incertezza societaria: “Né io né voi ce lo immaginavamo. Nessuno se lo aspettava. Avremmo lavorato in maniera più serena senza queste problematiche. Ma noi questo non dobbiamo trasformarlo in alibi. Rappresenteremo sempre il Milan. Dobbiamo solo pensare a fare il meglio possibile. Questa società ha lottato e giocato per cose importanti. Non vogliamo, nonostante le problematiche, fare percorsi diversi”.

Milan, tempo scaduto per Lì: il club finisce nelle mani di Elliott

 

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in News