Seguici su

Serie A

Napoli, De Laurentiis: “Sarri è un maleducato. Ventura non all’altezza”

Aurelio-De-Laurentiis-presidente-Napoli

Il presidente azzurro spara a zero su tutti: dalle voci di mercato al coattismo della Federazione, da Lotito a Ventura, da Sarri ad Ancelotti

Quando parla non è mai banale. Aurelio De Laurentiis ci ha infatti tenuto a sottolineare un paio di cose nell'intervista rilasciata a “Radio Kiss Kiss Napoli”: dal mercato alla Federazione, dal campionato agli allenatori. “Il problema della nostra Federazione è il coattismo: abbiamo limitazioni da coatti cerebrali. Ci sono delle norme assurde volute da Lotito. Da anni ormai in Italia c'è un numero massimo di extracomunitari in rosa, ed è sbagliato. Il presidente della Lazio ha detto che così facendo si sarebbe rafforzato il Paese, e si è visto com'è andata a finire la Nazionale. Lotito e Tavecchio sono riusciti a prendere un allenatore come Ventura che dopo due mesi io avevo esonerato in Serie C: un allenatore che non riesce ad allenare in C non può sedere sulla panchina della Nazionale – esordisce il numero 1 partenopeo, che poi continua – In Italia c'è pentimento fin dalla nascita. Dovremmo fare come Belgio e Portogallo, che non hanno questo tipo di vincoli: le rispettive Nazionali sono andate molto bene ultimamente“.

Il presidente del Napoli passa poi ad analizzare il mercato, chiarendo i possibili trasferimenti in entrata e uscita. “Tra Sabaly e Arias arriverà solo uno, al momento non possiamo permetterci entrambi. Manca sempre il terzo portiere: uno tra Bardi e Ochoa. Su Grassi sono in tanti, sia in Italia che in Spagna: all'estero però hanno più soldi. In ogni caso, io credo molto in lui e non vorrei venderlo a titolo definitivo. In attacco non dovrebbe arrivare nessun altro, nemmeno Oberlin. Abbiamo Milik che non si è ancora espresso al massimo, Mertens che può giocare ovunque, Inglese che è un ragazzo e un calciatore fantastico e poi anche Verdi che può adattarsi. Ounas, invece, è incedibile – spiega De Laurentiis, che infine conclude attaccando anche Maurizio SarriSarri aveva ancora due anni di contratto ma mi ha costretto ad esonerarlo. Gli ho più volte chiesto quali fossero le sue intenzioni ma non ha saputo rispondermi: è stato un maleducato. A quel punto ho dovuto accordarmi con Ancelotti. La panchina del Milan? Se arriverà Conte al posto di Gattuso cambieranno molto cose. Higuain in rossonero? Questo cambierebbe meno“.


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Serie A