Seguici su

Serie A

Serie A, Juventus e Napoli ci provano: Ronaldo e Di Maria ci faranno tornare grandi

I grandi nomi che circolano intorno alle big italiane possono riportare la Serie A ai suoi livelli: il nostro non sarà più un “campionato minore”

Una cosa è certa: qualcosa sta cambiando. Per molto tempo – soprattutto gli anni ’90 – l’Italia è stata il paese più ambito, il campionato in cui tutti i campioni volevano giocare. Col passare degli anni, però, la Serie A ha perso il suo valore: i giocatori giovani hanno cominciato a venire qua soltanto per crescere o avere più spazio per giocare, mentre gli ex campioni per svernare. Questo lento declino si è riversato duramente sulla nazionale. Dopo la vittoria storica in Germania nel 2006, l’Italia ha clamorosamente fallito gli ultimi 3 Mondiali: eliminata ai gironi a Sudafrica 2010 e Brasile 2014, mentre nemmeno qualificata a Russia 2018. Ecco che nel corso degli anni il nostro paese è stato a lungo sminuito, a tratti quasi sbeffeggiato e considerato un campionato minore. Nell’ultimo decennio, i top hanno sempre giocato in Inghilterra e Spagna, non di certo in Italia. Ma adesso sembra che la ruota stia girando. Con questa sessione estiva di mercato, le cose potrebbero davvero cambiare per il Bel Paese.

Da giorni si parla ormai sempre della stessa notizia: la Juventus sarebbe ad un passo da Cristiano Ronaldo, che ha ufficialmente rotto con il Real Madrid. Al momento, il suo procuratore – Jorge Mendes – è a Madrid per ottenere l’ok definitivo da parte del presidente Florentino Perez, poi si potrà procederà con le visite mediche e la firma del contratto. Nonostante nelle ultime ore si sia fatto avanti anche il Manchester United, la Juventus può stare abbastanza tranquilla: il portoghese ha già un accordo verbale con i bianconeri, e – salvo imprevisti – quello sarà il suo futuro. Incredibile. Altrettanto incredibile, però, è la notizia che arriva da Napoli. Carlo Ancelotti – il nuovo allenatore partenopeo – avrebbe infatti in pugno Angel Di Maria. L’attaccante argentino ha giocato con il tecnico di Reggiolo proprio ai Blancos, con cui fu protagonista nella vittoria della famosa Décima Champions League. A dare la bomba è stato proprio l’ex addetto stampa azzurro, che sta letteralmente facendo sognare tutto il popolo napoletano.

Due nomi pazzeschi, inutile dirlo. Specie se si pensa alla situazione in cui l’Italia calcistica era una manciata d’anni fa. La Juventus si stava ancora affermando in Italia, ma faticava a fare lo stesso in Europa. Vedasi Istanbul. Adesso invece i bianconeri dominano incontrastati in Serie A, e sono ormai tra le migliori 8 in campo internazionale. Napoli e Roma erano soltanto fantasie, ora invece sono concrete realtà: gli azzurri l’anno scorso hanno conteso fino all’ultimo lo scudetto ad una Vecchia Signora nettamente superiore, mentre i giallorossi sono arrivati ad un passo dalla finale di Champions League. Milan e Inter, invece, neanche a parlarne. Adesso, però, sembra il momento giusto per invertire la rotta. Cristiano Ronaldo alla Juventus e Di Maria al Napoli non renderebbero soltanto più entusiasmante e spettacolare la Serie A, ma restituirebbero al campionato italiano il suo tradizionale appeal. Nel 2003, esattamente 15 anni fa, l’Italia aveva 3 squadre in semifinale di Coppa Campioni: con i fenomeni che sembrano poter sbarcare nel Bel Paese, chissà che non si ritorni subito a quei livelli. I nostri livelli.

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in Serie A