Seguici su

Consigli Fantacalcio

Consigli fantacalcio: come cambia il rendimento dei bomber in casa e in trasferta

Andrea Belotti Torino

Per vincere è importante studiare il rendimento dei propri calciatori e sapere quando schierarli: ecco chi segna più in casa o in trasferta

La regola secondo cui per vincere serve segnare vale tanto nel calcio quanto nel fantacalcio. All’asta si deve puntare all’acquisto di giocatori prolifici che possano portare il maggior numero possibile di bonus, ma soprattutto bisogna saper azzeccare la formazione, inserendo volta per volta i giocatori che con maggiore probabilità potranno darvi un +3 in quella precisa giornata. Proprio in questo senso è importantissimo sapere quali tra i vostri giocatori hanno dimostrato di essere dei “bomber da trasferta” e quali invece riescano con più facilità a trovare la via del gol tra le mura amiche. Per la maggior parte di essi la differenza è in realtà nulla o ininfluente, ma conoscere a fondo la propria rosa non può che essere un’arma in più contro i vostri avversari.

Bomber a casa propria

Andrea Belotti (9 in casa, 1 in trasferta): il Gallo l’hanno scorso ha deluso i tanti fantallenatori che hanno puntato su di lui, pagandolo in alcune aste tanto quanto (o addirittura di più) rispetto ha chi poi ha dominato la classifica marcatori a fine anno. Il centravanti del Torino ha invece raggiunto appena la doppia cifra (10 gol), trovandosi però particolarmente a proprio agio nelle gare casalinghe. Lontano dallo stadio Grande Torino, Belotti ha trovato lo scorso anno una sola realizzazione. Schieratelo sempre in casa, pensateci se avete alternative quando è invece in trasferta.

Marcello Trotta (6 in casa, 1 in trasferta): l’anno scorso era a Crotone, dove ha giocato a lungo come titolare, mentre quest’anno avrà poco spazio a Sassuolo e a bocce ferme non è un calciatore su cui puntare. Ma se dovesse battere la concorrenza in neroverde, ricordatevi le sue statistiche della scorsa stagione: 7 reti totali, 6 delle quali messe a segno in casa.

Stefan De Vrij (5 in casa, 1 in trasferta): con la Lazio lo scorso anno si è imposto come difensore più prolifico del campionato siglando ben 6 gol. Ora l’olandese è passato all’Inter, ma la sua pericolosità sui calci piazzati non è ovviamente diminuita. In biancoceleste 5 reti all’Olimpico e solo una lontano da esso: i sostenitori nerazzurri sperano possa ripetersi.

Possono esser considerati bomber a casa propria anche Mertens (11 contro 7 in trasferta), Antenucci (8, 3),  Politano (7, 3) e molti altri, ma effettivamente è normale aspettarsi che la bilancia penda leggermente verso la prolificità casalinga, quindi i loro numeri non sono altrettanto significativi.

Bomber da trasferta

Ciro Immobile (13 in casa, 16 in trasferta): il co-capocannoniere della Serie A 2017-18 ha segnato più spesso lontano dai propri tifosi, statistica non così scontata. Nessun dubbio al momento dell’inserimento delle formazioni: il centravanti della Lazio va messo sempre.

Paulo Dybala (9 in casa, 13 in trasferta): la Joya ha segnato 22 reti nello scorso campionato, ben 13 delle quali lontano dallo Juventus Stadium. Il miglior marcatore bianconero della scorsa stagione non teme di brillare in territorio ostile: come Immobile, va messo sempre.

Sergej Milinkovic-Savic (3 in casa, 9 in trasferta): le statistiche del sergente biancoceleste sono in questo senso ancora più marcate di chi lo ha preceduto. In casa il serbo ha segnato solamente 3 reti, un bottino misero soprattutto se messo a confronto con le 9 segnature nei rimanenti stadi italiani. Il Milinkovic in assetto da trasferta ha un fiuto ben più sviluppato.

Kevin Lasagna (5 in casa, 7 in trasferta): ci si aspetta sempre un paio di gol in più nelle partite casalinghe, mentre l’attaccante dell’Udinese ne ha segnati lo scorso anno proprio due di più in trasferta. Considerando che i friulani sono una squadra da medio-bassa classifica, poi, il dato diventa ancora più interessante.

Iago Falqué (5 in casa, 7 in trasferta): stessi numeri dell’ex Carpi per lo spagnolo del Torino, altro giocatore sul quale non bisogna assolutamente titubare anche e soprattutto lontano dallo stadio di casa. Attenzione però, il mercato non è ancora chiuso in alcuni campionati, e il suo nome è sulla lista di alcuni club importanti.

Hanno fatto meglio lontano dalle mura casalinghe anche Josip Ilicic (5, 6)Bryan Cristante (4, 5) o Marek Hamsik (3, 4) ma anche per chi ha uno score equilibrato come Higuain (8, 8) o Callejon (5, 5) bisogna avere un occhio di riguardo.

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Di più in Consigli Fantacalcio