Seguici su

Champions League

Fascino United, insidia Valencia: le avversarie della Juventus in Champions

pogba manchester united

La Juventus ha pescato Manchester United, Valencia e Young Boys nel gruppo H per la fase a gironi della Champions League 2018/19. Tutto sulle tre avversarie

Urna abbastanza fortunata quella che ha consegnato alla Juventus il gruppo H della fase a gironi di Champions League 2018/2019. Il Manchester United è una squadra storica del calcio europeo, ma non fa paura come qualche anno fa. Il Valencia rappresenta invece una delle squadre più pericolose della terza fascia. Lo Young Boys, a meno di clamorosi ribaltoni, rappresenterà la più classica delle squadre materasso.

Manchester United

I red devils non vivono esattamente un ottimo stato di forma. Lo 0-3 incassato nell'ultima gara in casa, contro il Tottenham, denota difficoltà piuttosto evidenti. La panchina di Mourinho traballa, così come la difesa del Manchester. La coppia difensiva Bailly-Lindelof rappresenta infatti, probabilmente, il punto debole del club inglese. Lo United può comunque contare su un attacco di primissimo livello: Lukaku è uno dei migliori centravanti al mondo, e alle sue spalle Sanchez e Lingard possono essere molto insidiosi. La stella della squadra è invece a centrocampo, quel Paul Pogba che dalle parti di Torino conoscono molto bene. La doppia sfida tra i due club sarà speciale per il francese e anche per Cristiano Ronaldo, diventato stella proprio con la maglia dei red devils.

Per il momento il modulo con cui il Manchester United potrebbe sfidare la Juventus è il 4-3-3. Questo per il momento, perché non è affatto sicuro che la squadra inglese non subisca rivoluzioni (leggasi esonero di Mourinho) prima dell'inizio della Champions League. Infine, una statistica che potrebbe non far piacere ai tifosi della Juventus: le ultime tre sfide tra i bianconeri e il club inglese hanno visto i red devils prevalere sempre segnando almeno due reti.

Allenatore: José Mourinho

Formazione tipo 4-3-3: De Gea; Valencia, Bailly, Lindelof, Young; Herrera, Matic, Pogba; Lingard, Lukaku, Sanchez

La stella: Paul Pogba

Valencia

Non fortunati i bianconeri per quanto riguarda la terza fascia, visto che il Valencia rappresenta una squadra molto pericolosa. Innanzitutto non si può non evidenziare l'attacco degli spagnoli: Rodrigo, Gameiro, Batshuayi e Santi Mina sono un quartetto di ottimo livello. Più difficoltà negli altri reparti, sicuramente meno importanti rispetto a quello offensivo. Nella formazione della squadra allenata da Marcelino spiccano gli ex “italiani” Kondogbia e Neto, entrambi titolari. Tra gli altri curiosità per Cheryshev, reduce da un Mondiale giocato da protagonista con la Russia.

Il modulo prevalentemente utilizzato dal Valencia è il 4-4-2. Uno schema in cui potrebbe restare fuori Batshuayi, grande protagonista negli ultimi sei mesi della scorsa stagione giocati con la maglia del Borussia Dortmund. Per il momento sembra infatti difficile scalzare Gameiro ma soprattutto Rodrigo, stella della squadra in virtù dei 19 gol e sette assist registrati lo scorso anno.

L'allenatore: Marcelino

Formazione tipo 4-4-2: Neto; Piccini, Gabriel, Garay, Gayà; Soler, Kondogbia, Parejo, Cheryshev; Gameiro, Rodrigo.

La stella: Rodrigo

Young Boys

Esordiente in Champions League, lo Young Boys non dovrebbe in teoria creare grosse difficoltà alle altre tre squadre del gruppo H. Attenzione, però, perché gli svizzeri si sono laureati campioni in patria lo scorso anno (superando la più quotata Basilea) mentre ai preliminari hanno eliminato un'habitué della coppa dalle grandi orecchie come la Dinamo Zagabria. Merito anche e soprattutto del centravanti Hoarau, 34 enne alto un metro e 92 autore dei due gol decisivi nella gara in Croazia. La punta ex Psg ha iniziato molto bene questa stagione, con sette centri in otto gare. Tra gli altri giocatori, nel 4-4-2 disegnato da Seoane, spiccano il terzino destro Mbabu e l'ex Palermo Von Bergen, divenuto capitano del team svizzero.

L'allenatore: Gerardo Seoane

Formazione tipo 4-4-2: Von Ballmoss; Mbabu, Camara, Von Bergen, Benito; Fassnacht, Sanogo, Sow, Sulejmani; Hoarau, Assalé

La stella: Guillaume Hoarau

 

 


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Champions League