Seguici su

Europa League

Pericoli Olympiacos e Betis, con la cenerentola Dudelange: le avversarie del Milan in Europa League

sanabria-real-betis

Il Milan ha pescato Olympiacos, Betis Siviglia e Dudelange nel gruppo F per la fase a gironi dell’Europa League 2018/2019. Tutto sulle tre avversarie

Si è concluso da poco il sorteggio dei gironi di Europa League, che ha visto protagoniste due squadre italiane su tre: non è passata, infatti, l’Atalanta, eliminata ai rigori dal Copenaghen. Il Milan ha pescato tre squadre abbordabili, ma da non sottovalutare: il Betis Siviglia sta tornando grande, l’Olympiacos ha avuto una battuta d’arresto, ma resta comunque temibile. Decisamente favorevole la presenza del Dudelange, squadra lussemburghese per la prima volta nella storia in una fase a gironi di una competizione europea.

Olympiacos

Dopo 7 campionati di fila, l’Olympiacos è arrivato addirittura terzo: il titolo è andato all’AEK Atene, tornato dopo tanti anni in Champions League. Quest’anno sono partiti con una vittoria per 1-0 contro il Levadiakos, con gol della vecchia conoscenza del calcio italiano Christodoulopoulos. Con lui, altri ex Serie A nel club biancorosso: Vukovic, Torosidis, Fetfatzidis, Tachtsidis, Guihlerme, ma è stato ceduto Marin. Attenzione ad un nome su tutti però: Yaya Touré è tornato all’Olympiacos, dopo essere rimasto svincolato dal Manchester City. Aveva già giocato coi greci nella stagione 2005/06, prima di Monaco, Barcellona e appunto City.

L’allenatore: Pedro Martins

Formazione tipo 4-2-3-1: Gianniotis; Elabdellaoui, Meriah, Vukovic, Torosidis; Natcho, Bouchalakis; Christodoulopoulos, Fortounis, Podence; Guerrero.

La stella: Yaya Touré

Betis Siviglia

Una crescita esponenziale negli ultimi anni per la seconda squadra di Siviglia: nella scorsa stagione, i biancoverdi hanno conquistato l’accesso all’Europa, contro ogni pronostico. Un mercato spumeggiante ha contraddistinto il Betis: Fabian Ruiz è stato ceduto al Napoli, Durmisi alla Lazio, ma sono stati acquistati grandi giocatori come William Carvalho dallo Sporting, Inui dall’Eibar, Lo Celso dal PSG. Rafinha è sfumato, ma in rosa ci sono due ex viola come Tello e capitan Joaquin e l’ex Roma Sanabria.

L’allenatore: Quique Setién

Formazione tipo 3-4-2-1: Lopez; Mandi, Bardra, Feddal; Joaquin, Guardado, Carvalho, Tello; Inui, Lo Celso; Sanabria.

La stella: Antonio Sanabria

Dudelange

Per la prima volta nella storia, un club lussemburghese approda nella fase finale di una competizione europea: un cammino lungo 8 partite. Dopo l’eliminazione dalla Champions, ha eliminato nell’ordine Drita, Legia Varsavia e Cluj, queste ultime due, decisamente più preparate del Dudelange. In rosa può vantare anche due ex Serie A: Bonnefoi ex Juventus e Bisevac ex Lazio e anche un certo… Ibrahimovic! Non Zlatan, si chiama Sanel ed è bosniaco.

L’allenatore: Dino Toppmoller

Formazione tipo 5-4-1: Joubert; Jordanov, Malget, Prempeh, Cruz, El Jritl; Sinani, Courturler, Kruska, Stolz; Turpel.

La stella: David Turpel

Tutti gli altri gironi di Europa League

Fonte foto: twitter.com/RealBetis

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in Europa League