Seguici su

Serie A

Inter-Parma, parla Spalletti: “Abbiamo una rosa importante. Lautaro Martinez? Sta guarendo, ma non è ancora pronto”

Tanti i temi toccati dal tecnico nerazzurro. Dalla sfida con il Parma alle rotazioni per la Champions, passando per le condizioni di Lautaro Martinez

Alla vigilia di Inter-Parma Luciano Spalletti ha tenuto la conferenza stampa ad Appiano Gentile. Il tecnico di Certaldo si è soffermato innanzitutto su come ha ritrovato il gruppo dopo due settimane, soffermandosi anche sui reduci dalle naizonali: “Quando si viene dalla sosta per le nazionali si devono rimettere insieme le cose ma abbiamo una rosa lunga che ci permette di superare queste difficoltà”.

Serie A, tutto su Inter-Parma: orario, probabili formazioni e dove vederla

Il tecnico nerazzurro ha poi parlato della partita di sabato, con vista sulla gara di Champions League con il Tottenham: Il Parma ha una squadra che ha entusiasmo, ha ottimi innesti di esperienza che aiutano ad affrontare questa categoria. La partita con il Tottenham? Sarà introdotta bene se faremo bene con il Parma”. 

Partita non facile quella contro i ducali. Come affermato dallo stesso allenatore, il Parma ha qualità interessanti: “Il Parma giocherà con entusiasmo, ha una squadra con pochi giocatori di categoria ma alcuni possono colmare questo limite. Bruno Alves, per esempio, l’ho avuto allo Zenit ed è eccezionale. Inglese è completo, contro Gervinho servirà equilibrio. Contro di loro dobbiamo essere più rapidi nelle decisioni, sfruttando il possesso palla”.

Spalletti ha parlato anche delle rotazioni, necessarie in vista del doppio impegno: “La Champions è è quello che abbiamo cercato, per cui abbiamo sofferto. Si ragionerà sulla doppia partita, tenendo presente che il risultato di quella precedente condiziona l’entusiasmo di quella successiva. Dobbiamo esser convinti che le nostre qualità siano sufficienti per passare questo turno”.

Soffermandosi sui singoli, l’allenatore dell’Inter ha parlato di Nainggolan, Lautaro Martinez, Gagliardini e Joao Mario. Spalletti ha bacchettato i giornalisti per aver affermato di aver bocciato il centrocampista italiano, escluso dalla lista Champions.

Su Nainggolan: “È forte, è un calciatore da Inter come lo sono tutti, altrimenti non giocherebbero con questi colori addosso. A voi colpisce chi segna, ma ci sono anche altri numeri e lui può fare meglio. Può fare la differenza”.

Su Lautaro Martinez: E’ in via di guarigione ma valutato di volta in volta. Non siamo in grado ancora di dire per quando potrà essere disponibile, ma nel breve periodo la vedo dura. Sono problemi muscolari che se non guariscono bene si rischia la ricaduta. Posizione in campo? Non possono giocare tutti e 22 i ragazzi in campo”.

Su Gagliardini e la lista Champions: “Si parlava di bocciatura per Gagliardini, io però ribadisco che faccio le formazioni scegliendo non bocciando. Gaglirdini è la conseguenza di scelte fatte, la lista era composta di 19 giocatori di 22 e di quei 22 sono 6 i giocatori che potevamo prendere. Tre calciatori scelti tra Dalbert, Vecino, Gagliardini, Joao Mario, Skriniar e Nainggolan. Dovevo sceglierne tre. Domani gioca Gagliardini”.

Su Joao Mario: “Potrà trovare spazio come tutti gli altri calciatori in un pacchetto ampio di gare dove lui potrà esser scelto per giocare”.

Inter-Parma, i 22 convocati di Spalletti: assente solo Lautaro Martinez

Conclusione sugli infortuni e sul rammarico per aver perso dei punti per strada: “Non sono stati molti gli infortuni è stato più che altro il mondiale ravvicinato che magari ha portato qualche problemino. Mi dispiace aver lasciato punti per strada, cosa che non ci possiamo permettere nelle prossime partite”.

 

 

 

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in Serie A