Seguici su

Nazionali

Italia, Branchini severo: “Montolivo meglio di Jorginho. Donnarumma? Sirigu è migliore”

L’agente di Montolivo e Sirigu spiega che vedrebbe meglio i suoi assistiti rispetto a Jorginho e Donnarumma. Parole anche su Balotelli

La prestazione di Polonia-Italia continua a lasciare scorie. Dopo le dichiarazioni di Sacchi prima e Boniek poi, ora interviene anche Giovanni Branchini, procuratore di Montolivo e Sirigu, nel dibattito contro la Nazionale. A La Gazzetta dello Sport ha rilasciato parole pesanti all’indirizzo di Jorginho, al posto del quale vedrebbe meglio Montolivo e di Donnarumma, per il quale preferirebbe Sirigu.

Su Jorginho-Montolivo: “Se deve giocare questo Jorginho, allora il mio Montolivo, scandalosamente epurato, è molto meglio“.

Su Donnarumma-Sirigu: “Anche Donnarumma, perché deve essere titolare fisso della Nazionale? Parliamo di criteri, non di giocatori. Sirigu è stato uno dei migliori portieri dello scorso anno, Donnarumma ha finito male e ha ricominciato peggio. La verità è che dobbiamo dare il fumo negli occhi alla gente“.

Su Balotelli: “Tu dimmi che messaggio rovinoso è un Balotelli così titolare della Nazionale. Che messaggio dai ai calciatori in panchina? Che il campo non conta, che il merito non conta“.

Sui pochi giocatori italiani impiegati in Serie A: “Occorre ripartire dai sistemi di allevamento dei calciatori, anche se suona brutto. Gli allenatori dovrebbero avvicinarsi ai calciatori solo dopo i 14, 15 anni. Prima solo istruttori. Addestratori che insegnano i fondamentali, in base alle caratteristiche. La tattica diventa indispensabile a un certo punto, ma dipende dal vocabolario che hai appreso: a noi serve che i ragazzi vengano creati con delle basi solide, che l’attaccante sappia dribblare e calciare in porta, che il difensore sappia marcare. Se hai le giuste tecniche da esecutore, allora puoi diventare un bravo interprete“.

Tutto su Portogallo-Italia: orario, probabili formazioni e dove vederla

? Pillola di Fanta

Riccardo Montolivo non gioca in Nazionale da più di un anno esatto: era il 5 settembre 2017 e l’Italia affrontava Israele in un match per le qualificazioni al Mondiale in Russia. In quell’occasione appena qualche minuto, essendo subentrato all’89’. EPURATO… SCANDALOSAMENTE?

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in Nazionali