Seguici su

Serie A

Juventus-Sassuolo, Marotta: “FIGC? Sono lusingato, ma sono alla Juve. Allegri può schierare chi vuole”

Prima del fischio d’inizio del match contro il Sassuolo, ha parlato l’amministratore delegato della Juventus Giuseppe Marotta

Gara impegnativa oggi per la Juventus, che dopo aver vinto le prime tre di campionato sfiderà il Sassuolo, secondo in classifica e rivelazione (insieme alla Spal) di questo avvio di stagione. Poco prima del fischio d’inizio – ai microfoni di Sky Sport – ha parlato l’amministratore delegato della Juventus Giuseppe Marotta: “Allegri può mettere in campo l’undici che vuole, può sbizzarrirsi, da noi non ci sono titolari e riserve, sono tutti titolari. Sarebbe il massimo coniugare la vittoria con lo spettacolo. Se sapevo la formazione? No, c’è rispetto dei ruoli. Abbiamo un ottimo rapporto tra noi, ma non lo sapevo. Ci sono delle riunioni tecniche tra noi e a volte lo si dice. Dybala è un calciatore di grandissima qualità. Non è il mio compito chiedere la formazione“.

Sulle panchine di Paulo Dybala: “È giusto che gli allenatori dicano ed usino un linguaggio un po’ criptato. Sicuramente senza malizia e con grande rispetto. Avere una rosa competitiva significa dosare bene i calciatori, abbiamo tanti impegni ravvicinati e quindi l’utilizzo di questo calciatore sarà fondamentale“.

Sulla possibile presidenza della FIGC: “Sono contento che alcune società pensino a me, mi lusinga, ma io sono alla Juventus e punto“.

La Juventus la squadra più forte e più quotata per vincere lo scudetto: “Siamo la squadra più accreditata, quella più forte. Probabilmente se non riusciremo a vincere lo scudetto sarà colpa nostra. È presto però per esprimere giudizi. I risultati di queste domeniche sottolineano il valore delle nostre provinciali. Il calcio di provincia è cresciuto grazie soprattutto agli allenatori, capaci di far esprimere un calcio organizzato“.

? Pillola di Fanta

Dopo due panchine consecutive, contro il Sassuolo Paulo Dybala è tornato titolare nel tridente offensivo. L’argentino, come Ronaldo, è a caccia del primo gol stagionale, chissà magari che non possa arrivare già oggi. OCCASIONE

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in Serie A