Seguici su

Europa League

Lazio-Apollon 2-1: Luis Alberto e Immobile in gol, Caicedo protagonista

Lazio Luis Alberto

Luis Alberto e Immobile concretizzano, Caicedo serve uno spettacolare assist di tacco e si conquista il rigore del raddoppio: i biancocelesti stendono i ciprioti

L’esordio in Europa League della Lazio regala un successo fondamentale in ottica qualificazione contro l’Apollon Limassol. Il 2-1 con cui i biancocelesti hanno steso i ciprioti non rispecchia la mole di gioco creata dalla squadra di Inzaghi, che però ha sprecato davvero tanto in zona gol. Gli ospiti, invece, si sono creati le migliori occasioni dai calci piazzati nel secondo tempo.

Il match si apre con un’ottima occasione per la Lazio, pericolosa con Murgia dopo appena 13 secondi. Al 14′ arriva il vantaggio biancoceleste: un superbo tacco di Caicedo mette Luis Alberto davanti alla porta. Lo spagnolo non sbaglia e sigla l’1-0. Dopo pochi minuti la squadra di Inzaghi sfiora il raddoppio, ma Caicedo sciupa tutto a tu per tu con Bruno Vale. La Lazio ha almeno altre tre occasioni nel primo tempo con Bastos, Milinkovic e Luis Alberto, ma non riesce a trovare il 2-0.

La seconda frazione si apre con il geniale scavetto del numero 10 biancoceleste, che trova Caicedo davanti alla porta. L’ecuadoregno segna, ma la rete viene annullata per fuorigioco. Pochi minuti più tardi Bruno Vale salva tutto in uscita su Milinkovic-Savic lanciato a rete. Dopo un’ora di gioco ad ottimi livelli, però, la Lazio si addormenta e non bastano gli ingressi di Immobile e Lucas Leiva a risvegliarla. L’Apollon si crea due enormi occasioni su calcio piazzato con Papoulis e Schembri e colpisce addirittura un palo esterno con una gran punizione di Markovic. Proprio nel miglior momento dei ciprioti, però, arriva un imperdonabile errore di Joao Pedro, che stende Caicedo in area: rigore per la Lazio, trasformato da Immobile all’84’. I biancocelesti, però, non controllano bene il 2-0: quattro minuti dopo, ancora su calcio piazzato, Zelaya batte Proto e accorcia le distanze. Al 90′ la squadra di Inzaghi si complica ulteriormente la vita: Immobile lancia Lulic a tu per tu con Bruno Vale, il bosniaco salta l’estremo difensore ma poi si divora incredibilmente il 3-1 facendosi respingere il facile tap-in da Yuste.

Lazio-Apollon Limassol 2-1: il tabellino

Lazio (3-5-2): Proto; Bastos, Acerbi, Caceres; Basta, Murgia, Badelj (61′ Lucas Leiva), Milinkovic-Savic (73′ Lulic), Durmisi; Luis Alberto (62′ Immobile), Caicedo. All. Inzaghi

Apollon Limassol (4-2-3-1): Bruno Vale; Vasiliou, Roberge, Hector Yuste, Joao Pedro; Kyriakou (46′ Carayol), Sachetti; Pereyra (69′ Zelaya), Schembri, Papoulis; Maglica (46′ Markovic). All. Augousti

MARCATORI: Luis Alberto (L) al 14′, Immobile (L) all’84’, Zelaya (A) all’87’

ASSIST: Caicedo

AMMONITI: Badelj, Milinkovic-Savic, Lucas Leiva (L); Yuste (A)

ESPULSI:

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in Europa League