Seguici su

Serie A

Milan, Cutrone scalpita: “Sto meglio, la panchina mi innervosisce”

Esultanza-Patrcik-Cutrone

Il giovane centravanti rossonero ha parlato delle sue condizioni fisiche e ha spiegato il suo dualismo con Higuain: “Competizione dura, ma è un grande maestro”

Nella scorsa stagione Patrick Cutrone ha sorpreso tutti, scalando le gerarchie del suo Milan a suon di gol e ottime prestazioni. Da giovane promessa, il centravanti è diventato ben presto un titolarissimo. Ciò nonostante, in estate un’opportunità di mercato incredibile ha permesso a Leonardo di portare a Milano Gonzalo Higuain, che ovviamente ha ottenuto fin da subito il posto di punta nel 4-3-3 di Gattuso, con conseguente perdita di gradi proprio di Cutrone. Una mazzata che avrebbe spezzato le gambe a tanti, ma non a Patrick, che scalpita per riprendersi la sua maglia da titolare.

Queste le parole del giovane attaccante rossonero a Radio 105: “Mi sto riprendendo dall’infortunio, sono in fase di guarigione. La panchina mi innervosisce ma non mi manda giù di morale, però mi manca la vicinanza con il pallone. Ancora non ho dimostrato niente, essere una punta del Milan è solo un punto di partenza. Io alla notte sogno il gol, penso che sia fondamentale avere la mentalità giusta: fame e grinta sotto porta“. Cutrone ha poi parlato del suo rapporto con Higuain: “Il Pipita è un fenomeno. In allenamento la concorrenza è spietata, ma sono contento del rapporto che si sta creando con lui e di averlo in squadra. Lavorare con lui è fantastico, spero di riuscire a rubargli qualche segreto“.

Pillola di Fanta

Cutrone scalpita per trovare più spazio, ma probabilmente perderà una delle occasioni più ghiotte: difficilmente, infatti, rientrerà tra i convocabili per la trasferta infrasettimanale di Empoli a causa di una distorsione alla caviglia. SFORTUNATO

 

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in Serie A