Seguici su

Perché si perché no

Perché sì e perché no: Juventus-Napoli può esser già decisiva alla 7^ giornata?

Sabato all’Allianz Stadium i bianconeri ospitano i partenopei. Siamo all’inizio, ma sono ancora queste le due squadre a guidare la classifica. Sarà già decisiva?

Il primo turno infrasettimanale è ormai quasi alle spalle, ed è già tempo di pensare alla prossima partita. La 7^ giornata di Serie A si avvicina, e la classifica si sta delineando. Qualche squadra è in ritardo e qualche altra sta superando le aspettative, ma grosso modo gli obiettivi sono chiari per tutte. Dopo poche settimane dall’inizio del campionato, ecco che si ripropone già la sfida a due in testa alla classifica. Da una parte la Juventus di Allegri, campione in carica da ben 7 anni consecutivi e senza dubbio la squadra da battere; dall’altra il nuovo Napoli di Ancelotti, che da tempo rincorre i bianconeri ed ogni volta ci va sempre più vicino. Insieme all’Inter, i partenopei sono stati marchiati mesi fa come l’anti-Juve. Difficile dirlo ora, serve forse prima uno scontro diretto. Sicuramente, tanto passerà da questo weekend. Sabato alle 18 all’Allianz Stadium, infatti, la Juventus prima in classifica ospita il Napoli – che insegue a -3. Alla 7^ giornata di Serie A, può esser già questa la sfida decisiva?

Perché sì

La Juventus è senza dubbio la squadra più forte. Superiore a tutte le altre formazioni italiane per qualità, profondità della rosa, mentalità vincente ed esperienza internazionale. I bianconeri sanno gestire i momenti di pressione, sanno sia alzare la voce che incassare il colpo. La Juventus è abituata a star lassù, ecco quindi che una vittoria sabato non la “spaventerebbe”. Anzi. Andare a +6 dal Napoli – anche se solo dopo 7 partite – può significare tanto. Dal punto di vista della classifica sono 2 partite piene – che gli azzurri dovrebbero vincere e i bianconeri perdere entrambe – ma il danno peggiore sarebbe dal punto di vista morale: perdere all’Allianz Stadium potrebbe far davvero male ai ragazzi di Ancelotti, che si ridimensionerebbero e – non abituati a certe situazioni – potrebbero lasciarsi andare e concentrarsi sulla Champions League, per cui già serve quasi un miracolo. Inoltre, vincere lo scontro diretto potrebbe risultare fatale anche a fine anno, nel caso in cui le due formazioni si ritrovassero appaiate. Se la Juventus vince, chiude probabilmente il discorso di chi è l’anti-Juve: l’anti-Juve non esisterebbe, l’anti-Juve sarebbe la Juve stessa.

Perché no

Semplicemente, perché siamo solo alla 7^ giornata di campionato. La stagione conta 38 partite di Serie A, tra cui ancora tanti big match e lo scontro diretto di ritorno al San Paolo. Con una vittoria la Juventus andrebbe a +6, ma non sarebbe un dramma. Sarebbe solo un campanello d’allarme. Il Napoli ha già dimostrato l’anno scorso di poter battere la Vecchia Signora – a Torino oltretutto – e potrebbe ripetersi quest’anno nel caso la gara d’andata dovesse avere esito negativo. Inoltre, il calendario della squadra di Allegri è stato fin qui a dir poco leggero: l’unica squadra di livello è infatti stata la Lazio. Dopo il Napoli mancano ancora Inter, Roma e Milan, più Atalanta, Sampdoria e soprattutto Fiorentina: se non con i partenopei, i bianconeri potrebbero perdere punti per strada da qualche altra parte. Probabilmente infatti la Juventus andrà avanti in Champions League – d’altronde, Cristiano Ronaldo è arrivato per quello – e potrebbe deconcentrarsi leggermente per i match di campionato. La stanchezza fisica, ma soprattutto quella mentale, potrebbero farsi sentire a marzo. Dunque, dovesse perdere a Torino il Napoli non dovrebbe disperare: il trionfo dei padroni di casa non sarebbe comunque una vera e propria fuga, così come la vittoria degli ospiti non riaprirebbe il campionato. Semplicemente, perché siamo ancora alla 7^ giornata: nulla è già chiuso, ma appena all’inizio.

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in Perché si perché no