Seguici su

Serie A

Sampdoria-Napoli 3-0: Defrel spacca la partita, Quagliarella ci mette il tacco. Il riepilogo e il tabellino

esultanza-gol-Gregoire-Defrel-Sampdoria

La squadra di Giampaolo si impone nettamente contro ogni pronostico grazie alle reti – e che reti – dei suoi due bomber. Ancelotti deve lavorare molto

Forse il Napoli pensava di vincerle tutte in rimonta, e quando è andata a riposo sul passivo di 2-0 era quasi rilassata e consapevole di potercela fare. E invece la Sampdoria passeggia sulla squadra di Ancelotti e cala un tris alla vigilia inaspettato, impreziosito da due gol da cartolina.

Dopo 11 minuti equilibrati con più Napoli, la Sampdoria passa: angolo del Napoli gestito malissimo e blucerchiati che partono in contropiede 3 contro uno. La palla la porta avanti Saponara che riesce a servire Defrel sulla sua destra. L’ex Roma pesca dal cilindro un destro micidiale che non lascia scampo a Ospina. Per la terza volta su tre partite, gli azzurri vanno sotto. La reazione si fa un po’ attendere e arriva al 25′ con un sinistro di Milik, bloccato in due tempi da Audero. E invece passa ancora la Sampdoria, sempre con Defrel: merito di intelligentissimo Quagliarella che, in area e spalle alla porta, vede il francese a due passi da lui e gli serve un cioccolatino da spingere in porta. Giampaolo l’ha preparata benissimo, però è costretto a perdere Saponara al 37′: al suo posto entra Ramirez. È l’ultima emozione di un primo tempo pirotecnico.

La ripresa si apre a sorpresa con il doppio cambio sulle ali di Ancelotti: fuori Insigne e Verdi, dentro Mertens e Ounas – e non Callejon. In realtà Carletto, che cade al rientro in panchina, si mette con il 4-4-2 e con Zielinski a sinistra. Ed ecco che la partita cambia, grazie soprattutto ad Ounas che dà brio alla squadra. Mertens dopo 10 minuti va vicinissimo al gol, ma il suo tiro è centrale. La Samp risponde con Linetty che spara alto. La partita vive un po’ di tensione, con i blucerchiati che dopo i primi minuti di paura tirano di nuovo fuori la testa. Ed è Quagliarella che mette il punto esclamativo sulla partita, quando sul cross di Bereszynski lo fa di tacco alla Mancini – che sia Roberto o Amantino, decidete voi. Finisce così, con un tris che riporta il Napoli bruscamente sulla terra: per Ancelotti c’è da lavorare molto.

Sampdoria-Napoli 3-0: il tabellino

Sampdoria (4-3-1-2): Audero 5,5; Bereszynski 7, Tonelli 6,5, Andersen 6, Murru 6 (dal 58′ Sala 6); Linetty 6, Ekdal 6,5 (dal 83′ Vieira s.v.), Barreto 6,5; Saponara 7 (dal 37′ Ramirez 5,5); Defrel 7,5, Quagliarella 7,5. All. Giampaolo 7,5

Napoli (4-3-3): Ospina 6; Hysaj 5,5, Albiol 5, Koulibaly 5, Mario Rui 5; Allan 6,5, Diawara 5 (dal 71′ Rog 5,5), Zielinski 5,5; Verdi 5 (dal 46′ Ounas 6,5), Milik 5,5, Insigne 5 (dal 46′ Mertens 6). All. Ancelotti 5

MARCATORI: Defrel (S) al 11′, al 32′, Quagliarella (S) al 74′

ASSIST: Saponara, Quagliarella, Bereszynski.

AMMONITI: Ramirez, R. Vieira (S), Diawara, Mario Rui, Allan, Rog (N)

ESPULSI:

? Pillola di Fanta

Rinascita Defrel: l’attaccante francese non si era affatto ambientato a Roma, dove in una stagione ha giocato 15 partite in campionato e ha messo a segno soltanto un gol. Già oggi ha superato quindi il bottino della passata stagone: che possa tornare quello visto al Sassuolo? SPERANZA

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in Serie A