Seguici su

Pagelle

Udinese-Torino 1-1, le pagelle: Meité sontuoso, steccano Lasagna e Belotti

Kevin-Lasagna-Udinese

Il francese risulta decisivo con il suo eurogol. Bene anche De Paul e Fofana, da rivedere gli attaccanti di entrambe le squadre

Botta e risposta tra Udinese e Torino nel match dello Stadio Friuli, terminato 1-1 con le reti di De Paul e Meité. Molto bene anche i terzini bianconeri e Soriano, mentre gli attaccanti di entrambe le squadre non convincono. Ecco le nostre pagelle per il fantacalcio.

Udinese-Torino 1-1: le pagelle

Udinese

Scuffet 6: incolpevole sul gran gol di Meité, risponde presente quando viene chiamato in causa. COMPITINO

Stryger Larsen 6,5: dalle sue parti Berenguer spinge molto, ma il danese riesce sempre a chiudere le incursioni dell’esterno granata e anche nei momenti di maggiore sofferenza difende con efficacia. DILIGENTE

Nuytinck 6: i centravanti del Torino sembravano marcarsi da soli, ragion per cui l’olandese non ha dovuto fare gli straordinari per difendere la porta di Scuffet. PUNTUALE

Troost-Ekong 6: vedi Nuytinck. Aiuta a mantenere la linea difensiva, ma non deve compiere interventi decisivi per contenere Belotti e Zaza. FOTOCOPIA

Samir 6,5: difende con personalità e riparte con intraprendenza. Un’ottima prova a 360°, soprattutto considerando l’esperienza e la qualità del suo dirimpettaio, De Silvestri. CORAGGIOSO

Behrami 5,5: più che l’errore in uscita a chiudere Meité sull’1-1, giustificabile per la confusione di tutta la squadra nel difendere sugli sviluppi del calcio piazzato, risulta discutibile la sua prestazione complessiva. Fatica a contenere le scorribande per via centrale dei granata. FIATONE

Pussetto 6,5: primo tempo di grande personalità, in cui si rende protagonista di diversi cambi di gioco eccellenti e avvia più di un contropiede insidioso. Non a caso è lui a innescare De Paul nell’azione del vantaggio. PEPERINO

dal 58′ Teodorczyk 5: entra per aggiungere peso all’attacco bianconero, ma commette solo una lunga serie di falli. Unico highlight della sua partita la rissa sfiorata con Izzo. INOFFENSIVO

Fofana 6,5: ancora una volta il francese si rende protagonista di una partita di spessore, quantità e qualità. Ruba a Meité il pallone che avvia l’azione per il vantaggio friulano. PREPOTENTE

Mandragora 5,5: è vero che gli viene chiesto un lavoro di copertura più che di costruzione del gioco, ma non entra mai nel vivo della partita. ANONIMO 

dal 69′ Machis 5,5: non fa molto di più rispetto a Teodorczyk, ma almeno si rende più utile in ripiego. SACRIFICATO

De Paul 7: sul gol deve ringraziare la deviazione di N’Koulou, è vero, ma l’idea di calciare da quella distanza va comunque premiata. Oltre al gol, è il più pericoloso dei suoi nel primo tempo. ELETTRICO

Lasagna 5: la palma del peggiore in campo va sicuramente a lui. Le poche volte in cui si trova nella posizione giusta per essere innescato dai compagni prende comunque la decisione sbagliata. Molto lontano dal Lasagna ammirato nella scorsa stagione. DISPERSO

dall’85’ Barak s.v.

All. Velazquez 6: la preparazione della partita è sicuramente encomiabile: i suoi difendono con ordine e allestiscono sempre contropiedi pericolosi. Il problema sta nel fatto che, una volta passato in vantaggio, non riesce a contenere la reazione del Torino, nè con le indicazioni, nè con i cambi. ORGANIZZATO

Torino

Sirigu 6: la deviazione di N’Koulou lo mette fuori causa sul gol di De Paul, per il resto non viene praticamente mai impegnato. INOPEROSO

Izzo 6: nel primo tempo soffre qualche ripartenza dell’Udinese, ma poi si risolleva e nel secondo tempo annulla il subentrato Teodorczyk. GRINTOSO

N’Koulou 5,5: la deviazione sul tiro di De Paul è sicuramente un episodio sfortunato, ma sbaglia nel ritardare i tempi di uscita sull’argentino. INDECISO

Moretti 6: gara precisa, senza sussulti, per l’esperto centrale. Lasagna non va nemmeno lontanamente vicino ad impensierirlo, lui si gode la tranquillità della gara. SERENO

De Silvestri 6: nel primo tempo De Paul svaria molto dalle sue parti, mettendolo in difficoltà e bloccandolo in difesa. Nel secondo tempo è più libero di attaccare, ma lo fa senza troppa precisione. DUE FACCE 

dal 75′ Aina s.v.

Soriano 6,5: non è particolarmente continuo nei 90′, ma quando si accende regala sprazzi di grande classe. Disegna un pallone perfetto per il gol annullato – in maniera molto dubbia – a Berenguer e regala la sponda per il gol di Meité. ISPIRATO

Baselli 5,5: non entra mai nel vivo del gioco, limitandosi al compitino, eseguito nemmeno troppo bene: nel primo tempo non contiene mai le ripartenze dell’Udinese. SPENTO

Meité 7: è vero, perde il pallone che innesca il contropiede del vantaggio friulano. Ma quanti palloni ha recuperato prima e dopo quell’errore? Il gol, poi, è una perla che vale da sola il prezzo del biglietto. PERDONATO

Berenguer 6: il voto è una media tra un primo tempo da 5 – nonostante il gol annullato – e una seconda frazione da 7. Nel complesso, si disimpegna bene come esterno a tutta fascia. PROMOSSO

dall’88’ Parigini s.v.

Iago Falque s.v.

dal 18′ Zaza 5,5: tocca più avversari, commettendo fallo, che palloni. Il lavoro di sacrificio è apprezzabile, ma non con questa irruenza. L’intesa con Belotti manca ancora, è evidente. NERVOSO

Belotti 5,5: finisce nella morsa dei difensori friulani e non riesce mai a liberarsene. Non offre nemmeno il suo solito pressing sfiancante sul portatore di palla avversario. BLOCCATO

All. Mazzarri 6,5: il suo Torino è ben schierato in campo, ma ciò che convince di più è l’approccio mentale della squadra: anche in situazione di svantaggio, i granata non demordono mai e giocano per ribaltarla. L’unico neo è la gestione della coppia Zaza-Belotti: un duo con un simile potenziale va perfezionato. CARATTERIALE 

Udinese-Torino 1-1: cronaca, tabellino e commento

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in Pagelle