//cdn.iubenda.com/cookie_solution/cmp/beta/stub.js
Seguici su

Serie A

Chievo, Ventura si presenta: “Credo nell’impresa. Italia? Ho tanti rimpianti”

Ventura-Campedelli-Chievo-Verona
twitter.com/ACChievoVerona

L’ex commissario tecnico della nazionale italiana ha rilasciato le sue prime dichiarazioni da allenatore del Chievo Verona

Dopo il trauma dell’eliminazione ai play-off di qualificazione agli ultimi mondiali, Gian Piero Ventura cerca rilancio accettando la panchina del Chievo Verona. Un’esperienza in cui l’ex commissario tecnico ha intenzione di gettarsi a capofitto, per andare oltre la cocente delusione dello scorso novembre.

Ventura story: dal Bari dei sogni all’incubo mondiale

Queste le prime parole del nuovo allenatore clivense: “Dire sì al Chievo significava affrontare una sfida non semplice, con la voglia feroce di rimettermi in gioco. Vivo questa nuova avventura con l’entusiasmo di un bambino. Il lavoro più grosso da fare è quello sull’autoconsapevolezza dei mezzi della squadra. Per il resto ho trovato un gruppo disposto al sacrificio per mantenere la Serie A. Credo nell’impresa. Abbiamo cominciato a lavorare sulla difesa a tre, ma siamo ancora in una fase sperimentale“.

Come cambia il Chievo con Ventura: modulo e interpreti

Ovviamente non poteva mancare un commento sull’esperienza in nazionale: “Ho tanti rimpianti per ciò che si sarebbe potuto fare. Alla prima sconfitta dopo otto vittorie e due pareggi è successo l’impensabile: si è sfaldato tutto e non è stato più possibile portare avanti il mio lavoro“.

Pillola di Fanta

Ventura ripartirà dalla sfida con l’Atalanta, un avversario tradizionalmente favorevole per lui: il suo score contro gli orobici è di 1,73 punti conquistati di media a partita. Tra le squadre attualmente in Serie A, il bilancio è migliore solo contro il Frosinone. BUON AUSPICIO

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in Serie A