//cdn.iubenda.com/cookie_solution/cmp/beta/stub.js
Seguici su

Europa League

Eintracht-Lazio 4-1: non basta Parolo, notte fonda per i biancocelesti

I tedeschi strapazzano la squadra di Inzaghi, rimasta in nove uomini per le espulsioni di Basta e Correa. Inutile il gol della mezzala

Dopo la deludente prestazione nel derby, la Lazio non riesce a reagire nella gara di Europa League contro l’Eintracht Francoforte. In Germania, i biancocelesti rimangono in nove e incassano un pesante 4-1.

Partono subito fortissimo i tedeschi, che dopo 5′ si ritrovano già in vantaggio sugli sviluppi di un corner: gran cross dell’ex Napoli De Guzman, da Costa colpisce di testa e segna. La reazione della Lazio non si fa attendere: al 10′ Immobile calcia da fuori, Trapp è bravo ad allungarsi e mettere in corner. Il buon momento dei biancocelesti è certificato dal gol dell’1-1, che arriva al 23′: bella azione della Lazio, Correa trova in mezzo Parolo che sigla la rete del momentaneo pareggio. Il nuovo equilibrio, però, dura davvero poco: al 28‘ la manovra insistita dell’Eintracht permette a Gacinovic di trovare Kostic solo in mezzo all’area, il serbo conclude con un semplice tap-in per il 2-1 tedesco. I biancocelesti accusano il colpo e a fine primo tempo si ritrovano anche in 10. Dusan Basta, infatti, si rende protagonista di una doppia sciocchezza in pochi minuti e rimedia due cartellini gialli in serie.

Il secondo tempo si apre nel peggiore dei modi per una Lazio ormai rassegnata. Jovic prima sfiora il 3-1 con una conclusione dal limite, poi lo trova al 52′ battendo Proto con un delizioso pallonetto. Le brutte notizie per i biancocelesti sembrano non finire più: al 58‘ un’entrataccia costa il rosso diretto – piuttosto fiscale, a dire il vero – a Correa. Al 74′ Haller mette in mezzo un gran pallone, su cui il subentrato Rebic tarda di qualche frazione di secondo. Pochi minuti dopo l’Eintracht sfiora nuovamente il 4-1, prima con Gacinovic e poi con De Guzman. All’85’ Haller va vicino all’eurogol di tacco, ma colpisce troppo debolmente. Il poker arriva comunque al 93′: gran cross di Tawatha, che trova solo sul secondo palo Da Costa per il più facile dei tap-in.

Eintracht-Lazio 4-1: il tabellino

Eintracht Francoforte (3-4-1-2): Trapp; da Costa, Hasebe, Russ; Falette, Gacinovic, De Guzman (88′ Stendera), Torro; Kostic (78′ Tawatha); Haller, Jovic (67′ Rebic). All. Hutter

Lazio (3-5-1-1): Proto; Luiz Felipe, Acerbi, Wallace; Basta, Parolo, Lucas Leiva (76′ Luis Alberto), Milinkovic-Savic (64′ Berisha), Durmisi (18′ Lulic); Correa; Immobile. All. Inzaghi

MARCATORI: da Costa (E) al 5′, Parolo (L) al 23′, Kostic (E) al 28′, Jovic (E) al 52′

ASSIST: De Guzman (E), Correa (L), Gacinovic (E), Haller (E)

AMMONITI: De Guzman (E), Trapp (E), Russ (E), Kostic (E), Immobile (L)

ESPULSI: Basta (L), Correa (L)

Pillola di Fanta

Questa partita racchiude una meravigliosa curiosità: a guidare le rispettive difese sono scesi in campo due difensori che condividono un passato non semplice. Se sappiamo già tanto della vicenda di Acerbi, non si può dire altrettanto di quella di Russ. Eppure le due storie sono molto simili: entrambi hanno sconfitto un tumore al testicolo, tornando più forti di prima. LIETO FINE

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in Europa League