Seguici su

Serie A

Genoa, non solo Piatek: i bomber che hanno fatto innamorare la Gradinata Nord

Esultanza-gol-Piatek-Genoa
genoacfc.it

Piatek è solo l’ultimo dei numeri 9 che al Genoa hanno stupito il pubblico. Non tutti, però, hanno mantenuto le promesse lontano dalla Lanterna

Grazie ai suoi gol, in questo momento, Piatek è sulla bocca di tutti. Le big della Serie A e di tutta Europa hanno messo gli occhi addosso al bomber polacco, autore, in questo avvio di stagione, di nove gol in sette partite. Piatek è solo uno dei tanti attaccanti che al Genoa si sono messi in mostra negli ultimi anni. Non tutti sono riusciti ad affermarsi anche lontano dalla Lanterna, ma alcuni, come un certo Diego Milito sono riusciti anche a vincere il triplete segnando in finale di Champions. Nessuno di loro, però ha più segnato come a Genova.

Milito e Palacio, destinato intrecciato

Oltre alla nazionalità comune, Milito e Palacio hanno avuto la stessa sorte: sono passati dal Genoa all’Inter facendo innamorare entrambe le tifoserie. La storia d’amore tra “El principe” e Genova iniziò nel 2004, quando il numero 22 rossoblu trascinò il Grifone alla promozione in A, annullata in seguito al presunto tentativo di corruzione del Venezia. Milito è, poi, tornato a Genova nel 2008 per realizzare ben 24 gol in 31 partite, che gli valsero l’interesse dell’Inter, con cui in cinque anni vinse tutto, ma senza mai avere la media realizzativa di Genova.

Nell’anno in cui Milito lasciò Genova, arrivò in Liguria Palacio. “El trenza” in tre anni a Marassi conquistò il cuore dei tifosi grazie a 38 gol in 100 partite. Le 19 reti dell’ultimo anno convinsero l’Inter a investire 10 milioni su di lui. Palacio, che in nerazzurro giocò insieme a Milito per due anni, fece innamorare i tifosi della Beneamata, ma si avvicinò allo score genovese solo nell’annata 2013/14 , segnando 17 gol.

Borriello e Pavoletti, che fatica fuori dalla Liguria

Per due bomber che hanno fatto bene anche lontano da Genova, ce ne sono due che hanno faticato molto. I due al Genoa hanno fatto impazzire i tifosi con i loro gol, ma fuori dalla Liguri non hanno rispettato le attese. Se, però, Pavoletti può ancora invertire questa statistica, per Borriello è un dato certo. L’attaccante napoletano, nella stagione 2007/08 segnò 19 gol in 35 partite, arrivando terzo nella classifica dei cannonieri ed entrando nel cuore della Gradinata Nord. Da quella stagione, se si escludono le annate 2009/10 – in cui era al Milan e l’annata di Cagliari di due stagioni fa, Borriello non si è mai avvicinato alla cifra raggiunta con il Grifone.

Il ricordo di Pavoletti sotto la Lanterna è quello più fresco. L’attaccante, attualmente al Cagliari, stupì tutti nel 2015/16 segnando 14 gol in 25 partite di campionato. Grazie a quei gol approdò al Napoli, dove, però, non ha mai segnato. La parziale rinascita è arrivata in Sardegna, dove, comunque, nonostante gli 11 gol in 33 partite non ha raggiunto l’ottima media della Liguria.

Alla luce di queste statistiche, emerge come l’aria di Genova, sponda rossoblu, faccia molto bene agli attaccanti, che, però, non sempre replicano le gesta anche fuori dalla Liguria. Se, come affermato da Preziosi, Piatek andrà via, alla sua futura tifoseria non resterà che sperare che possa ripercorrere le orme di Milito.

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in Serie A