Seguici su

Ultime notizie

Inghilterra, condanna di 15 anni per torture all’ex calciatore Clarke

Palloni-Champions-League

L’ex attaccante Jamie Clarke condannato a 15 anni di prigione per sequestro e torture a Michael Dewar: la causa sarebbe legata al traffico di droga

Dal sogno del calcio professionistico all’incubo, reale, di una condanna a 15 anni di prigione. È la storia di Jamie Clarke, ex attaccante di Blackburn e Lincoln ritiratosi dal calcio giocato nel 2010. Dopo la fine della sua carriera da calciatore, passata soprattutto in League Two – l’equivalente della nostra Lega Pro – il centravanti classe 1988 si è immischiato in affari loschi, legati al traffico di droga.

La condanna alla prigione è conseguenza di sequestro e tortura perpetrati da Clarke ai danni di tal Michael Dewar. Torture definite umilianti (“parti intime a contatto con l’acqua bollente” ha dichiarato Dewar) nate da un debito, pari a 340 mila euro, nato dalla vendita di stupefacenti. Le violenze sono state state mette in atto nello scantinato della casa di Clarke durante il mese di gennaio, ma sono emerse all’opinione pubblica solo in questi giorni.


Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
calciodangolo.com Collabora con noi
Annuncio pubblicitario

Classifica

Di più in Ultime notizie