Seguici su

Serie A

Juventus, parla Dybala: “Avrei scambiato lo scudetto per la Champions”

Esultanza-Paulo-Dybala-Juventus
© imagephotoagency.it

In questa lunga intervista Dybala rivela i suoi obiettivi per il futuro: dalla Champions League, al Pallone d’Oro, passando per la fascia da capitano

Dopo un avvio difficile, Dybala sta tornando ai livelli a cui aveva abituato nei primi tre anni di Juventus. La Joya si è sbloccata contro il Bologna, per poi scatenarsi in Champions League contro lo Young Boys, a cui ha rifilato una tripletta, la prima nella competizione per club più importante in Europa. L’argentino ha parlato alla Gazzetta dello Sport, partendo dal sogno Champions, infranto, l’anno scorso, dopo l’eliminazione contro il Real Madrid: “Il Real Madrid ma non ha dimostrato di essere più forte di noi.  Se avessimo passato il turno, secondo me avremmo vinto la Champions. Non c’era una squadra più forte di noi. Già l’anno scorso per la Champions avrei sacrificato lo scudetto. I miei compagni mi hanno raccontato che i giocatori del Real erano in difficoltà“. 

Fantacalcio, la beffa di Dzeko e Dybala: protagonisti nella serata sbagliata

Dybala ha poi parlato di Ronaldo, ponendo l’accento prima sul motivo della sua scelta, poi sui suoi comportamenti in bianconero: “Il ritorno contro il Real ha spinto Ronaldo verso la Juventus. Lì ha capito la nostra forza e ha fatto la sua scelta: lui è molto intelligente e vede le cose prima degli altri. Mi ha stupito la sua semplicità. E’ molto tranquillo, fa scherzi e tratta tutti alla stessa maniera”.

L’argentino, dopo l’addio di Buffon ha anche indossato la fascia da capitano: “È stato un onore. Quando Barzagli è venuto a darmi la fascia di capitano mi sono detto che ormai ero uno dei senatori. Sulla scelta di indossare la 10 aggiunge: “È una grande responsabilità, sei un esempio. Sapevo a che cosa sarei andato incontro, immaginavo le critiche alla seconda partita giocata male. Ci ho riflettuto bene e ora non tornerei indietro”.

L’attaccante bianconero ha le idee chiare sui suoi obiettivi: “Messi e Cristiano sono fuori dalla normalità, il mio obiettivo è essere il primo tra gli umani”.

Chiusura con un pronostico sul Pallone d’Oro: “Per i titoli dovrebbe vincerlo Varane, ma io penso che lo vincerà Modric. Per me è un desiderio espresso da ragazzino davanti a un falò. Per migliorare devi avere degli obiettivi alti”.

Serie A, tutto su Udinese-Juventus: orario, probabili formazioni e dove vederla

Pillola di fanta

Dopo un avvio con quattro partite senza gol, Dybala si è sbloccato. Il gol al Bologna e la tripletta allo Young Boys potrebbero essere un trampolino importante per un’altra stagione ad alti livelli. Magari non ripeterà i 22 gol dell’anno scorso, ma la Joya saprà essere utile alla Juventus e ai fantallenatori, che si stavano già preoccupando per il digiuno dell’argentino. Dybala, però, è una sicurezza. TODA JOYA TODA BELEZA


Commenti
Annuncio pubblicitario
calciodangolo.com Collabora con noi
Annuncio pubblicitario

Classifica

Di più in Serie A