Seguici su

Champions League

Juventus-Young Boys, Allegri: “Khedira in panchina, Dybala gioca”. Barzagli: “Dispiace per Marotta”

Massimiliano-Allegri-allenatore-Juventus

Alla vigilia del match contro lo Young Boys, valido per la 2^ giornata dei gironi di Champions League: in conferenza stampa per la Juventus hanno parlato Massimiliano Allegri e Andrea Barzagli

Tra poco meno di 24 ore sarà di nuovo tempo di Champions League, con la seconda giornata dei gironi. La prima delle italiane a scendere in campo sarà la Juventus, impegnata alle 18:55 in casa contro lo Young Boys. In vista proprio del match contro gli svizzeri, in conferenza stampa hanno parlato Massimiliano Allegri e Andrea Barzagli.

Il tecnico dei bianconeri ha iniziato presentando la sfida: “Domani sera dobbiamo vincere, altrimenti vanifichiamo quello che abbiamo fatto in Spagna. Va giocata con rispetto e determinazione perchè in Europa c'è maggiore fisicità. Bisognerà essere veloci e tecnici. Domani dovrà essere un passo in avanti su noi stessi. Lo Young Boys è una squadra in forma“.

Qualche dritta sulla formazione di domani: “Khedira non giocherà dall'inizio, potrà far parte della partita se ce ne sarà bisogno. Avrei voluto portarlo a Udine, se si riesce lo farò giocare una mezz'ora. Mandzukic farà il terminale offensivo e Dybala gli girerà intorno. Paulo ha fatto una buona partita sabato. Chiellini non gioca, Barzagli è qui con me e scenderà in campo, è un ottimo vecchietto. Cancelo potrei farlo riposare. Emre Can? Ho un dubbio, dipende se giochiamo con due mediani e tre dietro, o con due dietro e tre mediani. Davanti saranno in due anche se Kean sta molto bene. Bernardeschi può giocare esterno, mezz'ala e trequartista. E può non giocare“.

Per l'solo dispiacere: “Dispiace, è ancora fresca. Quando si rompe un rapporto umano e professionale è normale ci sia grande dispiacere“.

A Ronaldo farà bane il turno di riposo: “Ha giocato tante partite. Sabato lo ha fatto con grande intensità, facendo la sua miglior gara da quando è qui. Quindi, ha anche bisogno di riposare“.

Anche Barzagli ha iniziato presentando la gara di domani: “È chiaro a tutti che sarà importante vincere per continuare a stare a punteggio pieno. Sarà una partita insidiosa, come tutte quelle di Champions. Ci sono squadre che hanno grande entusiasmo, non sarà facile“.

L'addio di Marotta un dispiacere: “Mi dispiace, reputo il direttore un grande manager. Mi ha portato alla Juventus in un periodo non facile. E da lì sono partiti i grandi successi. Dal punto di vista umano, difficile trovare gente simile. Gli faccio il massimo dell'in bocca al lupo, avrò tempo di rivederlo“.

La condizione fisica è ottima, nonostante l'età: “La mia preparazione? Chiaramente in questi anni qualcosa è cambiato, fa parte della carriera di un calciatore. Sono migliorato a livello fisico, sono più allenato rispetto a prima. Non ho più la resistenza di due o tre anni fa. Cerco di allenarmi con i miei compagni, se mi serve qualcosa di diverso. L'ovazione dello Stadium? Mi sono goduto per una volta gli applausi. È stata una bella sensazione ma è finita lì. Devo sempre dare il meglio di me stesso per la squadra “.

Pillola di Fanta

Dopo essersi sbloccato in campionato, domani Dybala andrà a caccia anche del primo gol europeo della stagione. L'anno scorso il primo gol in Champions arrivò solo alla gara di ritorno degli ottavi di finale contro il Tottenham. GOL CERCASI


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Champions League