Seguici su

Pagelle

Lazio-Fiorentina 1-0, le pagelle: Radu monumentale, Benassi disastroso

Sergej-Milinkovic-Savic-Marco-Benassi-Lazio-Fiorentina
© imagephotoagency.it

I biancocelesti vincono grazie ad una rete di Immobile, ma il migliore in campo è il rumeno. Tra i viola flop per tutti i big

La Lazio vince 1-0 contro la Fiorentina ed esce dalla mini crisi dell’ultima settimana. Decisiva una rete di Immobile, ma il migliore in campo è Radu. Delude Milinkovic-Savic, così come, per quanto riguarda i viola, Chiesa, Simeone e Pjaca. Sorprende in positivo Vitor Hugo, disastroso Benassi. Ecco le nostre pagelle commentate per il fantacalcio.

Lazio-Fiorentina : le pagelle

Lazio

Strakosha 6si segnala solo in occasione dell’orrore commesso da Wallace, ma è più Benassi a calciargliela addosso che non lui a pararla. CENTRATO

Wallace 4,5: nel primo tempo rischia di combinare un pasticcio clamoroso sbagliando un passaggio nella sua area. Nella seconda frazione, Pioli sposta un Chiesa fino a quel momento impalpabile dalla sua parte e manda il difensore al manicomio. ADDORMENTATO 

dal 57′ Luiz Felipe 6: appena entrato paga un po’ il quarto d’ora di tempesta di Chiesa, ma poi è bravo a prendere le misure. GEOMETRA

Acerbi 6: la prestazione meriterebbe qualcosa di più, ma rimane l’ombra del contatto più che dubbio con Simeone. IMPUNITO

Radu 7: una prestazione quasi impeccabile in fase difensiva, più la spizzata per il gol-vittoria. MONUMENTALE

Marusic 6,5: nel primo tempo sfonda con regolarità sulla sua fascia, nella seconda frazione si preoccupa di più in copertura. BIFRONTE

Parolo 6: corre tanto, ma non si fa mai vedere nei suoi consueti inserimenti offensivi. BLOCCATO

Leiva 6,5: il gol nasce da un calcio d’angolo battuto perfettamente da lui, ma impressionano soprattutto la qualità e la continuità nei 90′. IMPRESCINDIBILE 

Milinkovic-Savic 5: cerca spesso la giocata, ma sbaglia tanto, troppo per un giocatore del suo livello. IN CRISI

Lulic 6,5: sa di non poter contenere Chiesa in velocità, allora sceglie di giocare d’anticipo. Una mossa azzeccata, considerando che non sbaglia una chiusura. PRECISO 

Caicedo 6,5: nel primo tempo si rende pericoloso in diverse occasioni e lavora bene per la squadra, nella seconda frazione viene sostituito quando inizia a rischiare il secondo giallo. GENEROSO

dal 52′ Correa 6: entra e offre diversi spunti interessanti. Mezzo voto in meno per una simulazione inutile. PEPERINO

Immobile 6,5: segna il suo primo gol contro la Fiorentina e spinge la sua Lazio fuori da una situazione che poteva farsi molto pesante. SALVAGENTE

dall’85’ Berisha s.v.

All. Inzaghi 6,5: schiera una formazione solida e pungente in ripartenza, ma il merito principale è di aver risollevato il morale dello spogliatoio dopo un pesante doppio k.o. MOTIVATORE

Fiorentina

Lafont 6: tantissime indecisioni, ma nel finale tiene in vita la Fiorentina con una grande parata su Correa. LUCI E OMBRE

Milenkovic 6: non spinge con la stessa determinazione vista in altre occasioni, ma dietro soffre poco e nulla. ANCORATO

Pezzella 6: fatica e soffre, ma alla fine regge con grande solidità l’urto degli attaccanti avversari. TOSTO

Vitor Hugo 6,5: si rende protagonista di almeno tre chiusure fondamentali. Non basta per evitare la sconfitta, ma è una bella risposta alle critiche nei suoi confronti. TAPPABUCHI

Biraghi 6: si propone molto in fase offensiva e crea alcune delle occasioni migliori per i suoi. VIVACE

Benassi 4,5: il peggiore in campo per distacco. Sbaglia clamorosamente a tu per tu con Strakosha, poi si perde Immobile sul gol. IRRICONOSCIBILE

dal 46′ Fernandes 6: mette la sua fisicità e una discreta tecnica al servizio della squadra. SOLDATINO

Veretout 6: gestisce bene il pallone, ma non crea mai quel qualcosa in più che ci si aspetterebbe da lui. MINIMO SINDACALE

Gerson 5,5: qualche discreto spunto non basta per salvare una partita complessivamente insufficiente. SPENTO

dal 64′ Eysseric 5,5: entra per mettere in difficoltà una Lazio un po’ sulle gambe, ma non ci riesce praticamente mai. FIACCO

Chiesa 5,5: gioca un primo tempo da fantasma, nel secondo è devastante per un quarto d’ora prima di ri-spegnersi. CORRENTE ALTERNATA

Simeone 5: in fase offensiva è inconsistente, ma il pasticcio più grosso è sul corner che porta al gol: si perde Radu che poi è liberissimo di spizzare il pallone per Immobile. DISATTENTO

Pjaca 5: l’arma in più di Pioli spara a salve: il croato non si rende mai pericoloso, nonostante Wallace non sia esattamente in giornata di grazia. CILECCA

dall’80’ Sottil s.v.

All. Pioli 5: l’impressione è che, dopo i ko di Napoli e Milano contro l’Inter, scelga di giocarsi il terzo big match in maniera più cauta. Ma la Fiorentina non è squadra costruita per difendere, e si vede. La svolta arriva troppo tardi. IMPAURITO

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Classifica

Di più in Pagelle