Seguici su

Nazionali

Polonia-Italia, Mancini: “Abbiamo giocato benissimo. Potevamo segnare prima”

Mancini-ct-nazionale-italia
© imagephotoagency.it

Il ct azzurro ha fatto i complimenti ai giocatori per l’ottima prestazione e ha chiarito i motivi dell’abbraccio a Bernardeschi e del cambio con Lasagna

Al termine della sofferta, ma meritata vittoria contro la Polonia, Mancini ha parlato ai microfoni di Rai Sport. Il ct azzurro ha posto l’accento, come già aveva fatto dopo la partita con l’ucraina, sul fatto che i suoi ragazzi, pur giocando bene, concretizzano poco. Oltre a questo aspetto l’allenatore jesino ha fatto chiarezza sull’abbraccio con Bernardeschi dopo il gol di Biraghi e sul cambio, inaspettato, tra l’esterno juventino e Lasagna.

Sulla partita: “Avremmo potuto segnare anche prima. Stiamo facendo il massimo. Buona la vittoria, ma la partita è stata ottima perchè abbiamo giocato benissimo. Possiamo migliorare, ma ci vuole tempo. Il calcio è questo: un gol all’ultimo minuto cambia tutto. Per come stavano andando le cose da un po’ di tempo, però, non mi sarei stupito se avessimo pareggiato 0-0“.

Sull’abbraccio con Bernardeschi: “Liberatorio. Abbiamo dominato la partita”.

Sull’inserimento di Lasagna: “Lasagna rispetto a Immobile è più forte di testa, e dovevamo aumentare i centimetri per evitare di prendere gol su calci d’angolo o rimesse. Potevamo rischiato di perdere una partita da calcio piazzato dopo aver meritato di stravincerla. Ora andremo dal Presidente della Repubblica. Più orgogliosi di andare davanti a lui con una vittoria? No, siamo orgogliosi a prescindere dalla vittoria”.

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in Nazionali