//cdn.iubenda.com/cookie_solution/cmp/beta/stub.js
Seguici su

Champions League

Roma-CSKA Mosca, Di Francesco: “Abbiamo creato tanto, è la strada giusta”

Di-Francesco-ott-2018
© imagephotoagency.it

Il tecnico dei giallorossi ha parlato al termine della gara di Champions League vinta per 3-0 contro i russi del CSKA Mosca

Una vittoria netta quella della Roma sul CSKA Mosca, battuto per 3-0 in questa terza giornata di Champions League. Al termine della gara ha parlato il tecnico Eusebio Di Francesco, che si è soffermato sulla differenza con l’inaspettata sconfitta con la Spal e su Dzeko, autore di una doppietta.

Le parole di Di Francesco

Sullo stato di forma altalenante: “Questa è la mia squadra, anche se aveva inanellato un serie di ottime partite prima della Spal. Alle prime difficoltà con loro siamo andati sotto e abbiamo perso il filo logico del nostro gioco, mentre in questa gara abbiamo fatto cose interessanti anche soffrendo, perché i nostri avversari sono sono stati molto bravi“.

Su Dzeko: “Se avesse fatto gol anche domenica sarebbe stato ancora meglio, ma è un calciatore straordinario e quando è nella sua sua giornata riesce a far giocare tutta la squadra oltre che a segnare. La questione può essere anche psicologica: lui è un grande professionista e a volta può dare la sensazione di esser svogliato, ma lui prepara le partite al meglio, magari nella partita sbagliata può sembrare indolente, ma non è così. Mi dà anche la sensazione che gli piaccia di più giocare di sera, anche in campionato a Napoli o col Milan lo scorso anno ha giocato meglio“.

Sul prossimo futuro: “Mi auguro che questa sia la strada giusta da cui ripartire, perché sabato è arrivato un risultato inaspettato e ci sono state cose che non mi sono piaciute. Il calcio non ti permette mai di abbassare la guardia. Non mi è piaciuto come i miei giocatori hanno preparato la partita con la Spal per alcuni episodio che dobbiamo sapere solo noi dello spogliatoio. Ora gli ho fatto capire come si devono preparare le partite, non si preparano il giorno prima. Con la Spal è stato così e non deve più accadere“.

Sulla mentalità: “C’è sempre da migliorare, tant’è che veniamo da risultati negativi. Non abbiamo mai avuto grande continuità e le certezze vengono anche da queste vittorie. Nel secondo tempo abbiamo voluto il terzo gol a tutti i costi nei primi 10′ li abbiamo tenuti perennemente nella loro metà campo. Non si possono sempre dominare le partite per 90′, ma quando lo fai così a lungo è comunque positivo“.

Sulle occasioni da gol trovate e concesse: “Avremmo anche potuto segnare 5 gol  perché abbiamo creato tanto, ma anche loro almeno un gol potevano trovarlo. Dobbiamo esser bravi a concedere un pochino meno“.

Sulle condizioni di Pellegrini: “L’ho fatto uscire precauzionalmente perché era stanco da questa e dalla scorsa partita. Lui spende tanto e mi serviva per il futuro prossimo“.

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in Champions League