Pagelle

Roma-Spal 0-2, le pagelle: Lazzari instancabile, Dzeko come al primo anno

Roma-Spal 0-2, le pagelle: Lazzari instancabile, Dzeko come al primo anno
© imagephotoagency.it

L'esterno spallino è un moto perpetuo, bene anche entrambi i marcatori. Nella Roma se ne salvano solo due, il bosniaco spreca troppe occasioni

La Spal fa bottino pieno in trasferta nella capitale facendo nuovamente sprofondare la Roma tra le polemiche. Tra i giallorossi Olsen e Lorenzo Pellegrini sono gli unici a meritare la sufficienza, mentre Dzeko e Fazio vanno malissimo. Tra gli ospiti i migliori sono i due marcatori Petagna e Bonifazi, accompagnati dal moto perpetuo Lazzari.

Roma-Spal 0-2: le pagelle

Roma

Olsen 6: va in controtendenza con la squadra. Incomincia con una presa alta insicura a causa di uno scontro con un suo difensore, poi compie diversi interventi tra cui uno bellissimo sulla girata di prima intenzione di Petagna. REATTIVO

Florenzi 5,5: è il migliore del reparto grazie alle sortite offensive effettuate soprattutto nel primo tempo, e di fatto i problemi maggiori la Roma li ha dall'altra parte. DISCRETO

Fazio 4,5: partita disastrosa per il centrale argentino, che evidentemente soffre la mancanza del suo compagno Manolas. Compie qualche errore superficiale in disimpegno, ma soprattutto senza palla. Un esempio: era lui alla fine a dover contrastare Bonifazi sull'angolo. Ed è alto due metri. DECONCENTRATO

Marcano 5,5: con Fazio non forma una coppia difensiva ben oliata, ma almeno a lui va piuttosto bene sui duelli aerei con Petagna. E ha dieci centimetri in meno dell'ex Tottenham. MENO PEGGIO

Lu. Pellegrini 4,5: fa male mettere un voto del genere a un giovane calciatore alla prima da titolare all'Olimpico. Inizia in maniera propositiva mostrando anche la qualità del suo piede debole (il destro), ma poi concede il rigore prendendosi il giallo e incomincia solamente a soffrire il proprio avversario diretto che, come al solito, sembra avere il motorino. SOFFERENTE

dal 78′ Pastore s.v.

Cristante 4,5: quella davanti alla difesa non sembra essere la sua posizione ideale, anche se soprattutto all'inizio prova a fare i movimenti giusti venendosi a prender palla da portiere e centrali. Il problema è poi il come gestirla. SPAESATO

dal 59′ Kluivert 5,5: entra con la solita voglia di spaccare il mondo ma l'efficacia lascia a desiderare, come già successo prima d'oggi. Di positivo c'è un ripiegamento fondamentale su un contropiede all'82' che poteva dare lo 0-3 agli ospiti. SFORZO

Nzonzi 5: senza De Rossi la linea mediana ha difficoltà in impostazione e lui non è l'uomo adatto a trovarvi rimedio. Nonostante l'imponenza fisica, svanisce col passare dei minuti. NEBULOSO

Under 5,5: è tra i più frizzanti nella prima frazione, la coppia di avversari che lo marca è però in ottima forma e lo spostamento da trequartista non giova alla sua prestazione. A BREVE TERMINE

dal 70′ Coric 5,5: finalmente mette piede in campo uno dei più attesi acquisti dell'estate capitolina. La sua partita è fatta di tiri dalla bandierina (un errore e vari buoni calci) e poco altro. Probabilmente se la Roma avesse vinto il suo esordio avrebbe trovato la sufficienza, ma a chi subentra in una partita così nefasta va male. SFORTUNATO

Lo. Pellegrini 6,5: la fiducia derivante da un gol di tacco in un derby trionfale gli permette di essere praticamente il migliore in campo della sua Roma da allora. Si dimostra presto ispirato soprattutto nell'assist – ne compie uno di prima definito “alla Totti” in cabina di commento – ma è l'unico cigno tra nove brutti anatroccoli. HAPPINESS ONLY REAL WHEN SHARED

El Shaarawy 5: fornisce un ottimo assist che Dzeko incredibilmente vanifica, cerca di dare una mano alla manovra ma non riesce a trovarsi con efficacia nelle zolle più importanti: quelle nei pressi della porta. INCONCLUDENTE

Dzeko 4,5: ha subito tre occasioni che non finalizza, poi al 54′ compie un incredibile errore ciccando col piattone davanti al portiere su un ottimo suggerimento di El Shaarawy. La sua prestazione odierna ha fatto rivedere ai tifosi giallorossi il Dzeko da incubo della prima stagione nella capitale. BRUTTI RICORDI

All. Di Francesco 5: dopo quattro vittorie consecutive la sua Roma si ferma bruscamente e, nonostante un approccio positivo, la sfaccettatura più preoccupante della gara è stato proprio il carattere dei suoi giocatori. Tatticamente poi si può dibattere sulla posizione di Cristante, così come sulla scelta di schierare due riserve a comporre il blocco sinistro della sua difesa. DISCUTIBILE

Spal

Milinkovic-Savic 6: con una serie di buone parate meriterebbe anche più della sufficienza, ma il rosso che lascia in dieci la sua Spal al 75′ sarebbe potuto costare molto di più. Poi ovviamente si può questionare il secondo cartellino giallo sventolatogli in faccia nel giro di 20 secondi. Si dimostra sicuro con i piedi, forse anche un po' troppo. INGENUO

Cionek 6,5: il difensore polacco-brasiliano è ruvido ma efficace, donando sicurezza al pacchetto arretrato. Nega l'1-2 a Marcano con un'ottima chiusura sul finale. SOLIDO

Vicari 6,5: non si fa intenerire dal proprio trascorso in giallorosso – tra Giovanissimi ed Allievi – e mette in campo tutte le sue qualità. Anche lui si esibisce in qualche chiusura importante. IMPERTURBABILE 

Bonifazi 7: Under è brutto cliente, ma se la cava piuttosto bene in marcatura. A proposito di marcatura, quella dello 0-2 è la ciliegina sulla torta di questo esordio stagionale. Parola chiave scontata: MARCATORE

Lazzari 7: guadagna il rigore sull'ingenuo contatto con Luca Pellegrini e come suo solito ara la fascia senza mai tirare il fiato. A causa sua il giovane romanista prende una grave insufficienza ed El Shaarawy è spesso costretto al ripiegamento. IMPRENDIBILE

Missiroli 6: figlioccio di Di Francesco, l'ex Sassuolo non ha problemi a rifilare una delusione tanto grande al suo mentore. Meglio nel primo che nel secondo tempo. VECCHIE CONOSCENZE

Valdifiori 6,5: schierato a sorpresa al posto di Schiattarella, l'ex Napoli si dimostra centrale nella manovra biancazzurra e anche in zona bonus grazie a calci d'angolo velenosi battuti sul primo palo, di cui uno vincente. ROBIN 

dal 70′ Fares 6: si posiziona sulla corsia sinistra quando il suo tecnico decide di passare al 4-5-1 conservativo. Fa la sua parte, senza troppi ghirigori. PRATICO

Valoti 5,5: tra i suoi è quello che convince meno. Entra poco nella manovra spallina, anche se quando lo fa dimostra di avere piedi davvero educati. MARGINALE

dal 77′ Gomis s.v.

Costa 6,5: i ferraresi giocano di più sull'out opposto, ma in fase di non possesso è bravissimo a contenere in coppia con Bonifazi un volitivo Under. DINAMICO

Petagna 7: la sua partita inizia con un controllo davvero goffo al 27′ che vanifica un'ottima occasione. Nel suo caso però il buongiorno non si vede dal mattino, e così prima realizza lo 0-1 dal dischetto, poi si conferma molto bravo a guadagnare tempo tenendo palla sulla fascia e infine rischia la doppietta personale con una girata potente e rapida. INDEMONIATO

Paloschi 6: prestazione non da attaccante la sua, che incentra i propri pensieri sullo spirito di sacrificio. INDUSTRIOSO

Everton Luiz 6: trova dopo pochissimo il quarto giallo del suo campionato, avendo giocando solo 183 minuti. D'altronde entra per far legna e mettere il risultato al sicuro. MANOVALANZA

All. Semplici 7: la sua squadra compie l'impresa espugnando l'Olimpico e interrompendo finalmente la striscia di sconfitte che durava ben quattro turni. Guadagnato il doppio vantaggio, lo protegge cambiando il modulo in un 4-5-1 ultra-difensivo. PRAGMATICO

Roma-Spal 0-2: cronaca, tabellino e commento


Giovanni Rosati

Appassionato di calcio e scrittura sportiva, abituale del calciotto del venerdì sera e presidente di FantaLega impegnato ogni anno in tre diversi fantacalci (perché basta vincerne uno per potersi definire "campione", no?). Poi anche giornalista pubblicista, laureato e tutto il resto.

Commenta

Devi essere loggato per pubblicare un commento Login

Lascia un commento

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Serie A
# Squadra G V P S +/- Punti
1 Inter Milan

Inter Milan

38 29 7 2 67 94
2 AC Milan

AC Milan

38 22 9 7 27 75
3 Juventus

Juventus

38 19 14 5 23 71
4 Atalanta

Atalanta

38 21 6 11 30 69
5 Bologna

Bologna

38 18 14 6 22 68
6 Roma

Roma

38 18 9 11 19 63
7 Lazio

Lazio

38 18 7 13 10 61
8 Fiorentina

Fiorentina

38 17 9 12 15 60
9 Torino

Torino

38 13 14 11 0 53
10 Napoli

Napoli

38 13 14 11 7 53
11 Genoa

Genoa

38 12 13 13 0 49
12 Monza

Monza

38 11 12 15 -12 45
13 Verona

Verona

38 9 11 18 -13 38
14 Lecce

Lecce

38 8 14 16 -22 38
15 Udinese

Udinese

38 6 19 13 -16 37
16 Cagliari

Cagliari

38 8 12 18 -26 36
17 Empoli

Empoli

38 9 9 20 -25 36
18 Frosinone

Frosinone

38 8 11 19 -25 35
19 Sassuolo

Sassuolo

38 7 9 22 -32 30
20 Salernitana

Salernitana

38 2 11 25 -49 17

Rubriche

Di più in Pagelle