Seguici su

Calciomercato

Calciomercato Juventus: Barella e non solo, obiettivo ricreare l’identità italiana

Nicolo'-Barella-Italia
© imagephotoagency.it

La Juventus pensa già alle prossime sessioni di calciomercato: l’obiettivo è ridare alla squadra un’impronta italiana, punto di forza del recente passato

Secondo quanto riporta Tuttosport, la Juventus vuol presto tornare a dare un indirizzo italiano al suo calciomercato. Nelle ultime sessioni i bianconeri hanno centrato giocatori importanti, ma hanno al contempo perso l’identità che ha contraddistinto molti dei sette scudetti. Basti pensare che contro il Milan l’unico nazionale in campo da titolare era Giorgio Chiellini.

Ovviamente, le ambizioni della Juventus non sono al momento pari a quelle della Nazionale. Per questo i profili individuati dai bianconeri per ridare un’identità italiana allo spogliatoio sono pochi e ben definiti. Innanzitutto si parla di Federico Chiesa, una delle scommesse più importanti del nuovo corso di Mancini. Classe 1997, il figlio d’arte ha una valutazione di 60 milioni che potrebbe tuttavia alzarsi se dovesse continuare a crescere come fatto in questi mesi. Una concorrente forte per l’ala offensiva è il Napoli, da anni sulle tracce del giocatore.

Si passa poi al centrocampo, un reparto “svecchiato” negli ultimi tempi con l’acquisto di Emre Can e l’esponenziale crescita del 21 enne Bentancur. Proprio a centrocampo più che in altri ruoli si sente però la mancanza di un’impronta italiana, e dunque l’idea degli uomini mercato della Juventus sarebbe quella di anticipare la concorrenza su Tonali. Già cercato in Serie A dal Milan, l’erede di Pirlo è anche sul taccuino di diverse big europee tra cui il Manchester City. La sua valutazione per ora è sui 25-30 milioni di euro, anche se la recente convocazione di Mancini contribuirà inevitabilmente a farne aumentare visibilità e valore.

Non tramonta infine l’ipotesi Barella, talento del Cagliari che sembra in procinto di diventare punto fermo della Nazionale. In questo caso il prezzo è più alto rispetto a Tonali (il sardo ha tre anni in più) ma si tratta comunque di un elemento che ha già oltre 70 presenze nel massimo campionato. Anche in questo caso la concorrenza è alta: in questi giorni si vocifera di un grande interesse del Tottenham, pronto a portare Barella in Premier League.

Pillola di fanta

Barella riesce a garantire qualità e quantità al centrocampo del Cagliari. Per quest’ultima dote basti menzionare il fatto che l’anno scorso è stato il giocatore che ha ricevuto più ammonizioni in tutto il campionato. Di per sé non è una qualità ricevere un giallo, ma dimostra che in fase difensiva il classe 1997 non si tira certo indietro. GUARDIANO

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in Calciomercato