Seguici su

Serie A

Lazio-Spal 4-1: doppio Immobile e ferraresi annientati

Ciro-Immobile-Sergej-Milinkovic-Savic-Lazio
© imagephotoagency.it

I biancocelesti ne segnano quattro al fratellino di Sergej e tornano a -4 dall’accoppiata Napoli-Inter. Male gli ospiti, disastroso Everton Luiz

La Lazio supera agevolmente la Spal con il risultato di 4-1 e torna a sole quattro lunghezze dal secondo posto, occupato da Napoli e Inter. Sugli scudi Immobile, autore di una doppietta, mentre ad arrotondare ci pensano Cataldi e Parolo. La rete spallina la segna il solito Antenucci.

La prima grandissima occasione capita dopo una serie di rimpalli sul mancino di Caicedo, che per colpire velocemente pecca però in precisione. Al 18′ uscita a vuoto di Milinkovic-Savic su un traversone di Radu ma Patric, contrastato da Missiroli, non riesce a punirlo. Il primo pericolo i biancocelesti lo corrono invece  al 21′ su un tiro a giro di Antenucci con Strakosha che si distende bene deviato in angolo. Al 26′ però la Lazio passa in vantaggio: corner sul secondo palo di Cataldi, Milinkovic indeciso sul da farsi e coordinazione perfetta per Immobile, che calcia al volo e lo fulmina. La Spal però reagisce e lo fa immediatamente: discesa di Lazzari sulla destra, sul cross basso Antenucci deve solo appoggiare in rete l’1-1. Alla mezz’ora il portiere spallino chiude col piede sul un diagonale mancino del solito Immobile, poco dopo Acerbi si disturba con Milinkovic e i due non riescono a concretizzare da pochi passi. La Lazio non si ferma e torna in vantaggio al 35′ grazie ad un destro di Immobile che prende una traiettoria imparabile dopo la deviazione di Costa. Poco prima dell’intervallo Caicedo sfiora la gioia personale, e sul finale Guida non concede alla Lazio una punizione da posizione molto invitante per un fallo di Vicari su Immobile. All’intervallo si va sul 2-1.

Al 59′ la Lazio trova la terza rete con una sassata incredibile di Cataldi che batte Vanja sul primo palo. Appena subentrato, Correa si avventura in una serpentina tra diversi avversari e calcia in porta, ma la sfera vola alta sopra la traversa. Al 70′ Parolo sfrutta un’altra uscita improvvida di Everton Luiz e fulmina nuovamente il portiere ospite da fuori: è 4-1. Vanja prova a riscattarsi parzialmente poco dopo parando prima su Correa e poi su suo fratello Sergej, che subito dopo esce dal campo. Immobile colpisce di testa il palo che gli nega di portarsi a casa il pallone a fine gara, poi un paio di minuti più tardi è il portiere a respingere il suo destro troppo centrale.

Lazio-Spal 4-1: il tabellino

Lazio (3-5-2): Strakosha 6,5; Wallace 6,5, Acerbi 6, Radu 6; Patric 6, Parolo 6,5, Cataldi 7, S. Milinkovic-Savic 5,5 (74′ Berisha s.v.), Lulic 6 (63′ Lukaku 6); Caicedo 6,5 (60′ Correa 6,5), Immobile 7,5. All. Inzaghi 7

Spal (3-5-2): V. Milinkovic-Savic 4,5; Bonifazi 5 (46′ Cionek 5,5), Vicari 6, Felipe 5,5; Lazzari 6,5, Everton Luiz 4 (80′ Dickmann s.v.), Valdifiori 5, Missiroli 5, Costa 5,5; Antenucci 6,5, Petagna 5 (69′ Paloschi 5,5). All. Semplici 5

MARCATORI: Immobile (L) al 26′ e al 35′, Antenucci (S) al 28′, Cataldi (L) al 59′, Parolo (L) al 70′

ASSIST: Cataldi, Caicedo (L), Lazzari (S)

AMMONITI: Acerbi (L), Everton Luiz, Felipe, Cionek (S)

ESPULSI: –

Consulta le pagelle commentate di Lazio-Spal

Pillola di fanta

Vanja contro Sergej, Milinkovic-Savic contro Milinkovic-Savic. Lazio-Spal ha messo di fronte due giovani fratelli, ma non gli unici due della Serie A 2018-19. Giocano entrambi nel Milan i fratelli Donnarumma, mentre si dividono tra Parma e Chievo i Rigoni. D’altronde il minore di due tra i più famosi fratelli della storia del nostro campionato oggi sedeva proprio sulla panchina dei biancocelesti. QUESTIONE DI FAMIGLIA


Commenti
Annuncio pubblicitario
calciodangolo.com Collabora con noi
Annuncio pubblicitario

Classifica

Di più in Serie A