Seguici su

Fantacalcio

Fantacalcio, tutte le sorprese della 17^ giornata di Serie A

Rolando-Mandragora
© imagephotoagency.it

Tutte le sorprese al fantacalcio della 17^ giornata di Serie A: cinque prime volte in campionato. Pellissier eterno, Lafont insuperabile

23 gol e tante sorprese nella 17^ giornata di Serie A. Nel turno in cui il Chievo blocca l’Inter sul pareggio e la Fiorentina sbanca San Siro, il campionato festeggia cinque giocatori al loro primo gol stagionale. Brignola salva il Sassuolo in casa con il Torino, mentre i gol di Pasqual e Mandragora non bastano a Empoli e Udinese per portare a casa i tre punti finali. Tornano al gol Milinkovic-Savic e Perisic, ma, nei match di Lazio e Inter, le sorprese non sono loro.

Enrico Brignola (Sassuolo)

La giovane età e la presenza di due esterni d’attacco come Berardi e Di Francesco fanno di Brignola una seconda scelta nelle gerarchie di Di Francesco. Arrivato dal Benevento in estate, il classe 1999, prima della gara con il Torino, aveva giocato appena mezz’ora in tutto il campionato. Con i granata il tecnico gli ha concesso 20 minuti e lui lo ha ringraziato andando a saltare di testa (ricordiamo che è alto 168 centimetri) su cross di Lirola e siglando il gol del pareggio a tempo quasi scaduto.

Alban Lafont (Fiorentina)

Come prima vittoria in trasferta non c’è male per la Fiorentina, che si è imposta a San Siro contro un Milan falcidiato dagli infortuni. Protagonista del match è stato senza dubbio Lafont, autora di alcune due pregevoli parate su Suso e Higuain e due miracoli su Rodriguez. Quinto clean sheet stagionale per il giovane francese, che sorprende in quanto arrivato in trasferta (per la seconda volta dopo o 0-0 di Bologna) e dopo sette reti subite nelle precedenti tre partite con Juventus, Sassuolo ed Empoli.

Darko Lazovic (Genoa)

Titolare fisso con Ballardini, Juric e ora Prandelli, Lazovic è sempre stato un onesto mestierante della fascia, dove garantisce molta corsa e abnegazione. Il gol non è certo una delle sue specialità, dato che, prima della gara con l’Atalanta, ne aveva realizzati solo due, di cui l’ultimo il 28 maggio 2017 con la Roma. Contro la dea l’esterno serbo ha segnato una bella rete, saltando Hateboer per poi calciare al volo su cross di Romulo. Rete che ha consentito al Genoa di portarsi sul 2-1 dopo il momentaneo pareggio di Zapata.

Senad Lulic (Lazio)

Giornata di sorprese in casa Lazio, che, oltre a salutare il ritorno al gol di Milinkovic-Savic (112 giorni dopo), festeggia il primo gol in campionato del suo capitano. Dopo tre assist nelle prime quattro giornate Lulic è sparito dai radar dei bonus, sbloccandosi finalmente nella vittoriosa gara interna con il Cagliari. Il bosniaco ha finalizzato un contropiede di Immobile, siglando il 3-0 biancoceleste e mettendo un’ipoteca sulla prima vittoria laziale dopo quattro pareggi consecutivi e la sconfitta di Bergamo.

Rolando Mandragora (Udinese)

Nel pareggio interno con il Frosinone, poco utile a entrambe le squadre, l’Udinese ha un piccolo motivo per sorridere. Dopo, infatti, oltre 10 mesi (era il 10 febbraio) si è sbloccato Rolando Mandragora. L’ex centrocampista juventino, che quest’anno era salito agli onori della cronaca in seguito a una squalifica per bestemmie, ha mostrato le sue abilità con un gran gol al volo. Dopo un cross di Larsen il classe 1997 si è coordinato, calciando con il sinistro di controbalzo e battendo Sportiello.

Manuel Pasqual (Empoli)

Sconfitta pesante per l’Empoli, che si è arreso tra le mura amiche a una Sampdoria sempre più irresistibile. Nei toscani uno dei migliori è stato il capitano. Pasqual, 37 anni a marzo, ha giocato un’ottima gara, coronata dal ritorno al gol su calcio di rigore. La sua freddezza ha consentito alla squadra di Iachini di portarsi sull’1-0 , prima che gli eventi fissassero il punteggio sul 2-4. Finora i rigori gli aveva sempre calciati Caputo, anche nell’ultima gara in cui erano entrambi in campo (Empoli-Atalanta del 28 novembre). Questo cambio di gerarchia potrebbe essere la chiave per molti fantallenatori.

Sergio Pellissier (Chievo)

L’eterno, l’immortale, il cuore del Chievo, in due parole: Sergio Pellissier. Alla tenera età di 39 anni il capitano giallloblu sta tentando di guidare i suoi a un’insperata salvezza. Nonostante una situazione disperata l’11 di Di Carlo ha lottato fino all’ultimo contro l’Inter, trovando il pareggio al 91′. Su una sponda di Stepinski, Pellissier si è lanciato alla disperata, beffando l’uscita di Handanovic con un pallonetto. Terzo gol in campionato per l’emblema del Chievo, che aveva già punito Milan e Lazio


Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
Probabili formazioni Serie A
Annuncio pubblicitario

Rubriche

Classifica Serie A

Di più in Fantacalcio

Calciodangolo.com fornisce pronostici sulle principali competizioni calcistiche, confronta quote e offerte dei Bookmakers da noi selezionati, in possesso di regolare concessione ad operare in Italia rilasciata dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Il servizio, come indicato dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni al punto 5.6 delle proprie Linee Guida (allegate alla delibera 132/19/CONS), è effettuato nel rispetto del principio di continenza, non ingannevolezza e trasparenza e non costituisce pertanto una forma di pubblicità.   Loghi AAMS   © Calciodangolo.com - Testata reg. Trib. Locri (RC) n.1175/2016 del 18/07/2016 - P.IVA 03039540806 - Tutti i diritti riservati