Seguici su

Pagelle

Juventus-Roma 1-0, le pagelle: un super Olsen si arrende a super Mario

cristiano ronaldo schick juventus roma

Lo svedese compie diversi interventi decisivi, ma nulla può sull’incornata di Mandzukic. Spinta Alex Sandro, mestiere Manolas

La Juventus batte 1-0 la Roma nel big match della 17^ giornata di Serie A grazie all’inzuccata di Mandzukic. A nulla servono ai capitolini le belle parate di Olsen o i salvataggi di Manolas, mentre ai bianconeri vengono addirittura annullati due gol. Tra gli ospiti bene Zaniolo, male i due attaccanti.

Juventus-Roma 1-0: le pagelle

Juventus

Szczesny 6: il polacco rischia un po’ ad inizio gara sulla pressione giallorossa nel tentare sempre lo scambio corto, poi compie interventi puliti ma non complicatissimi fino alla presa in volo su Cristante, quella sì impegnativa ed esteticamente apprezzabile. PRONTO

De Sciglio 6,5: di pregevole fattura l’assist di sinistro che imbecca Mandzukic sul secondo palo. Per il resto ha il suo daffare su quella corsia, ma si disimpegna soddisfacentemente. Bello anche il tocco di prima che imbecca Ronaldo sull’azione del gol annullato a Douglas Costa. SU UN PIATTO D’ARGENTO

Bonucci 6: solito compito in impostazione, senza cercare però con eccessiva smania i soliti lanci lunghi. Piuttosto attento in copertura, ma gli attaccanti gli semplificano il compito. DISINVOLTO

Chiellini 6: compie una bellissima chiusura in spaccata su un tiro di Zaniolo ad inizio ripresa, ma nel primo tempo è, contro ogni aspettativa, più impacciato del solito nei contrasti fisici ed aerei con Schick. EQUILIBRATO

Alex Sandro 6,5: il brasiliano è il giocatore più pericoloso nel primo tempo, ma per sua sfortuna si trova di fronte un Olsen in grandissima serata. Molto intraprendente sulle discese mancine. SPINA NEL FIANCO

Bentancur 5,5: l’uruguagio è un po’ in ritardo nel primo tempo e perde qualche pallone banale, ma da un suo rimpallo vinto con Zaniolo nasce l’azione del vantaggio. COMPASSATO

Pjanic 6: la sua prestazione non differisce tantissimo da quella del compagno sudamericano, ma dai suoi piedi passano più palloni. Nella ripresa compie con leggerezza un errore che mette i brividi ai compagni per la possibile ripartenza giallorossa, che per sua fortuna però non si compie. GRAZIATO

dal 71′ Can 6: entra per sostituire uno stanco Pjanic e aggiunge aggressività alla linea mediana. Non partecipa in particolar modo alla fase di costruzione, ma infastidisce il possesso romanista praticamente fino al limite dell’area avversaria. MASTINO 

Matuidi 6: si inserisce con continuità nel primo tempo fungendo da attaccante aggiunto, ma coi minuti cala leggermente. Come diceva Caressa in varie edizioni del famoso videogioco FIFA: “È come il prezzemolo”. UBIQUO

Dybala 6,5: questa sera gioca poco da trequartista e molto sulla corsia di destra, dalla quale raccoglie palla per condurla accentrandosi. Dai suoi piedi arriva qualche buon suggerimento per i compagni. AL SERVIZIO

dall’80’ Douglas Costa 6,5: da subentrante aggiunge spesso brio alla partita, oggi trova anche il gol del 2-0 prendendo bene posizione in area piccola contro un difensore fisicamente imponente come Manolas, ma la var gli nega la gioia. URLO STROZZATO

Mandzukic 7: ci sono due cose da sottolineare della sua partita. La prima è la tipologia di gol: il colpo di testa sul secondo palo sta diventando il nuovo “gol alla Callejon” per frequenza di esecuzione. La seconda è il solito spirito di sacrificio che ce lo fa trovare al limite della propria area in fase di non possesso e a volte anche in aiuto alla costruzione invece che a centro area. GIGANTE 

Ronaldo 6,5: cerca lo spunto personale e la gioia del gol, evidentemente intenzionato a restare incollato a Piatek nella classifica marcatori. Santon e Manolas lo mettono alternatamente a dura prova, ma dimostra di poter essere costantemente pericoloso. SOLLECITATO

All. Allegri 6,5: il tecnico bianconero punta sui titolarissimi senza far riposare ad esempio Ronaldo e Bonucci facendo capire ai suoi l’importanza della sfida. E poi la sua squadra è evidentemente superiore a tutte le altre, e questo fa la sua parte. INPUT

Roma

Olsen 7: compie un miracolo e un ottimo intervento su Alex Sandro a inizio gara, poi altri due su Ronaldo. Su Mandzukic può poco e per sua fortuna gli altri due gol subiti vengono annullati. MIRACOLOSO

Manolas 6,5: il greco incomincia con un salvataggio sulla linea già al 2′, poi per tutto l’arco della gara usa il suo mestiere per limitare l’attacco dei campioni d’Italia, Ronaldo su tutti, anche con qualche spintarella o aiuto con le mani. Probabilmente senza di lui la difesa non avrebbe però retto altrettanto bene. SCALTRO

Fazio 5: l’argentino compie due errori banali in impostazione e nel controllo del pallone, poi alza un campanile pericoloso ed è salvato solo dall’arbitro che ravvede una carica su Olsen. SPENTO

Kolarov 6: il ruolo di terzo centrale ne limita abbondantemente la pericolosità nella prima frazione, nel secondo tempo viene allargato ed effettivamente incide di più. INIBITO

Santon 5,5: non guarda neanche Mandzukic nell’occasione del gol e si fa sovrastare colpevolmente, ma la sua partita al di là di questo episodio è positiva. All’inizio è attento nella marcatura di Ronaldo, nella ripresa prende coraggio e spinge anche di più. DISTRATTO

Cristante 6: l’ex atalantino sta gradualmente abituandosi al nuovo ruolo. Fisicamente c’è, poi oggi sbroglia un paio di situazioni difficili come faceva al suo primo anno Strootman. LAVASTOVIGLIE

Nzonzi 5,5: cerca la conclusione in due occasioni, su un tiro alto al 5′ e un colpo di testa a fine primo tempo. Sradica qualche buon pallone soprattutto nella prima frazione, ma è spesso in ritardo. DIESEL

dal 79′ Dzeko s.v.

Zaniolo 6,5: chiama il pressing alto giallorosso e lo dimostra rubando subito un buon pallone a Bentancur. Si esibisce in un pregevole break palla al piede, regge botta fisicamente e tecnicamente coi campioni d’Italia e resta tra i migliori giallorossi come sempre nelle ultime gare. Peccato che il gol preso venga da un rimpallo a suo sfavore. BELLA REALTÀ

Florenzi 5,5: schierato da quinto centrocampista sulla corsia mancina, l’oggi capitano giallorosso è molto accorto e non spinge quasi mai nei primi 45′. All’intervallo esce per far assumere alla Roma un assetto maggiormente offensivo. CAUTO

dal 46′ Kluivert 5,5: una partita su quattro trova il jolly, ma nelle altre tre esagera o non influisce. Questa gara fa parte dell’ultimo gruppo. ININFLUENTE

Under 5: il tunnel a Chiellini poi non recuperato nel primo tempo è emblematico di una prestazione in cui pur cercando qualche guizzo non quaglia poi nulla. INEFFICACE

dal 71′ Perotti 6,5: l’argentino si prende la responsabilità di portare palla e tenta di guidare la riscossa capitolina. Non avendo visto il campo per così tanto tempo, è una buona premessa. CARICA

Schick 5: nel primo tempo mette più in difficoltà del previsto Chiellini nei contrasti, ma sbaglia la maggior parte delle scelte. INADATTO

All. Di Francesco 5,5: il 3-5-2 di partenza non funziona e diventa troppo frequentemente un 5-3-2 che neutralizza completamente la pericolosità degli esterni Florenzi e Kolarov. Nella ripresa tenta di porre rimedio, ma il risultato – pur essendo condizionato da due reti annullate alla Juve – non gli sorride lo stesso. PRUDENZA ECCESSIVA


Commenti
Annuncio pubblicitario
calciodangolo.com Collabora con noi

Classifica Serie A

Risultati Serie A

Annuncio pubblicitario

Classifica

Di più in Pagelle