//cdn.iubenda.com/cookie_solution/cmp/beta/stub.js
Seguici su

Serie A

Lazio-Sampdoria 2-2, emozioni e follia: Saponara riprende Immobile al 99′

acerbi lazio esultanza
© imagephotoagency.it

Prosegue la pareggite della Lazio che va sotto con Quagliarella, la ribalta con Acerbi e Immobile e subisce all’ultimo secondo. Milan agganciato temporaneamente

È ufficiale: la Lazio è affetta da pareggite e non sa guarire. Nell’anticipo serale della 15^ giornata contro la Sampdoria i biancocelesti non riescono a perderla, ma nemmeno a vincerla: Il rigore assegnato col Var a tempo scaduto e realizzato da Immobile, viene impattato da Saponara al 99′ di una partita incredibile.

Dopo 12′ Audero compie una follia rinviando corto addosso a Caicedo, in pressing: l’attaccante di testa d’istinto serve Immobile, che non può sbagliare. Si alza però la bandierina, e dopo consulto col Var il gol viene annullato per fuorigioco del bomber biancoceleste. Pochi minuti dopo Immobile veste i panni dell’assistman e offre un pallone delizioso a Patric, l’esterno però arriva col passo lungo e il corpo all’indietro e spedisce in curva. Sono le due occasioni iniziali sulle quali la lazio recrimina, perché al primo vero affondo passa la Samp. Scambio stretto con Praet che d’esterno aggiusta sul sinistro di Murru, cross radente ad aggirare la difesa e Quagliarella che sbuca sul palo lungo: sesto gol nelle ultime cinque apparizioni per l’attaccante blucerchiato, Doria avanti. In chiusura di tempo due occasioni per un generoso Immobile. Nella prima calcia male col sinistro, allargando troppo; nella seconda trova prima la deviazione di Bereszynski, poi il palo.

La ripresa si apre così come si era chiusa la prima frazione, con la Lazio a spron battuto. Ci prova ancora Patric, ma non è la sua giornata. Inzaghi manda in campo Correa e Cataldi per Badelj e Caicedo e i biancocelesti ripartono. Su Lulic è bravo Audero, il tiro di Parolo invece si spegne a lato. Al 56′ grande occasione: cross di Radu, svetta Milinkovic, il pallone va verso Immobile e pochi passi dalla linea, ma Andersen con un guizzo in spaccata glielo soffia sul più bello. Giampaolo mette Kownacki e Jankto e la Lazio va di nuovo vicinissima al pari. Contropiede fulmineo con Immobile che lancia Correa, tocco rasoterra dall’altra parte e intervento prodigioso di Audero che gli dice no. Nell’ultimo quarto d’ora tutto per tutto: Luis Alberto rileva Wallace. Il pari però arriva da un difensore: Acerbi interviene sul tacco di Parolo e batte Audero per l’1-1. A 5′ dalla fine sulla testa di Milinkovic-Savic la palla da 3 punti: incredibile l’errore del serbo che grazia la Samp. Nel finale espulso Bereszynski che ferma Correa lanciato in porta; sulla punizione susseguente interviene il Var e assegna rigore per mani di Andersen. Immobile realizza al 96′, ma quando tutto sembra fatto, la Lazio subisce il pari al 99′ con una prodezza di Saponara.

Il quarto pari di fila porta la Lazio ad agganciare temporaneamente il Milan al quarto posto, in attesa della sfida dei rossoneri al Torino. Cura per la pareggite cercasi.

Lazio-Sampdoria 2-2, il tabellino

Lazio (3-5-2): Strakosha 6; Wallace 5 (76′ Luis Alberto 5,5), Acerbi 7, Radu 5,5; Patric 5, Parolo 6,5, Badelj 5,5 (52′ Correa 6), Milinkovic-Savic 4,5, Lulic 6,5; Caicedo 5 (52′ Cataldi 6), Immobile 7. All. Inzaghi 6

Sampdoria (4-3-1-2): Audero 6,5; Bereszynski 4,5, Andersen 6, Colley 6, Murru 6,5; Praet 6 (70′ Jankto 5,5), Ekdal 6, Linetty 5,5; Ramirez 6 (82′ Saponara 7); Quagliarella 7, Caprari 6,5 (65′ Kownacki 6,5). All. Giampaolo 6

MARCATORI: Quagliarella (S) al 21′, Acerbi (L) al 79′, Immobile (L, rig.) al 96′, Saponara (S) al 99′

ASSIST: Murru, Parolo, Kownacki

AMMONITI: Caicedo, Immobile, Wallace (L); Audero, Linetty, Andersen, Saponara (S)

ESPULSI: Bereszynski (S) al 92′

Le pagelle di Lazio-Sampdoria commentate

Pillola di fanta

Alla tenera età di 35 anni e 10 mesi, Fabio Quagliarella ha timbrato un altro record: per la prima volta nella sua carriera è andato a segno in cinque partite di Serie A consecutivamente. Dalla sconfitta per 3-2 contro il Milan il 28 ottobre (aveva segnato il momentaneo 1-2) alla rete del vantaggio siglata oggi contro la Lazio, per un totale di sei gol nelle ultime cinque apparizioni. In mezzo, la sconfitta per 4-1 con la Roma in cui il bomber napoletano era stato tenuto a riposo. POKERISSIMO

 

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in Serie A