Seguici su

Pagelle

Milan-Spal 2-1, le pagelle: Donnarumma decisivo, Petagna pericoloso

milan-spal-castillejo
© imagephotoagency.it

Buona prestazione dei rossoneri, salvati da una parata di Donnarumma. Bene Higuain, Castillejo e Calhanoglu. Nella Spal ottimo Petagna, male Dickmann

Match emozionante quello che chiude il girone di andata della Serie A 2018/19. Milan-Spal è stata decisa dal ritorno al gol di Higuain, il migliore in campo fino alla parata decisiva di Donnarumma. Nei rossoneri tutti promossi tranne Suso, colpevole di aver rimediato un'espulsione ingenua fantacalcio

Milan-Spal 2-1: le pagelle

Milan

Donnarumma 7: così come con il Frosinone, Gigio rimane praticamente inoperoso per 90 minuti, salvo poi blindare il risultato con una parata grandiosa sul colpo di testa di Fares. Quando si dice “poco, ma buono”. FENOMENO

Abate 6: sarà l'esperienza, ma l'Abate di questa stagione è un avversario tosto per chiunque. I piedi sono quello che sono, ma la sua fase difensiva stasera è stata pressoché perfetta.

dl 62′ Calabria 6,5: gli bastano due minuti per mettere il cross decisivo. IMPATTO

Zapata 6,5: stravince il duello con Antenucci, che batte sia in velocità sia quando c'è da mettere il fisico. A inizio anno partiva come terza scelta dietro Caldara e Musacchio. Tra infortuni e prestazioni deludenti dei suoi compagni. ora è un titolare. RINATO

Romagnoli 6: sul gol di Petagna è troppo molle e lascia che l'attaccante usi il fisico come vuole. Riscatta questo errore deviando, questa volta fuori, il tiro dello stesso Petagna a pochi minuti dalla fine. BILANCIA

Rodriguez 6: siamo alle solite. Anche questa volta non disputa una brutta partita, ma, dà l'impressione di fare sempre il compitino. MINIMO INDISPENSABILE

Kessié 6,5: nel primo tempo è molto propositivo, ma i compagni sprecano le occasioni che crea. Nella ripresa dà l'impressione di calare, ma, quando la Spal tenta il tutto per tutto,lui c'è e lotta su ogni palla. GLADIATORE

Bakayoko 6,5: recupera una quantità infinita di palloni, tentando più volte anche di proporsi in attacco. La sua regia non è certo fluida, ma da uno con le sue caratteristiche non ci si possono aspettare i lanci “alla Pirlo”. L'errore sul finale di primo tempo rimane clamoroso, ma, per sua fortuna, non decisivo. UOMO DI FATICA

Calhanoglu 6,5: nel 4-4-2 le sue doti di palleggiatore erano sacrificate in nome della fase difensiva. Da mezzala è più libero ed è decisivo quando serve a Higuain la palla del 2-1. PASSO IN AVANTI

Suso 5: quanto è mancato a Frosinone. Il 4-3-3 lo favorisce, consentendogli di pensare di più a offendere che a difendere. Punta Costa e lo salta con regolarità, ma la sua partita è rovinata dall'ingenuità con cui si fa espellere. Salterà la Supercoppa e questa è una cosa inaccettabile a livello professionistico. DILETTANTE

Higuain 6,5: nei primi minuti ha voglia e si vede, ma l'eccessiva foga lo porta a commettere molti errori. Prova a giocare lontano dalla porta, ma ciò non lo favorisce. Il fiuto del gol, però, non può sparire ed ecco che il Pipita, come un'araba fenice, risorge e porta il Milan alla vittoria. LAZZARO

dall'82' Borini s.v.

Castillejo 6,5: tarantolato nel primo tempo. Come contro il Frosinone parte a razzo, trovando, stavolta, il gol che il palo e Sportiello gli avevano negato a Santo Stefano. Sullo stesso copione di quella gara, però, si spegne con il passare dei minuti. DISCONTINUO

dal 62′ Cutrone 6: basta il suo ingresso per dare la scossa. Pressa ovunque, rincorrendo il pallone come un cane al parco giochi. RINGHIO

Gattuso 7: finalmente la squadra gioca con il piglio e la grinta dell'allenatore. Nel momento più complicato recupera Higuain e indovina i cambi. Ora si può svoltare. CAMBIO DI ROTTA

Spal

Gomis 6: due ottimi interventi su cross pericoloso di Suso e su Bakayoko nel secondo tempo. Se avesse preso anche il tiro di Higuain si parlerebbe di una partita perfetta. QUASI

Cionek 6: imebecca Petagna con un grande lancio. A destra non sempre si intende con Dickmann, ma sbroglia molte matasse. SALVATO

Felipe 5,5: per 64 minuti prende ogni pallone, risultando il migliore della retroguardia di Semplici. Rovina tutto abboccando alla finta di Higuain e lasciando il pipita solo a pochi metri da Gomis. MACCHIA

Bonifazi 6: Costa lo lascia solo contro Suso e lui va in difficoltà. Con il passaggio alla difesa a quattro si riprende facendo prima il centrale, poi il terzino. ORDINATO

Dickmann 5: non è Lazzari e si vede. In attacco non si vede mai, mentre in difesa è un colabrodo. Nell'azione del pareggio affronta Castillejo con la forza fisica di un bambino. ADDORMENTATO

dal 46′ Vicari 6: entra e fa il suo. SUFFICIENTE

Missiroli 6,5: i giocatori del Milan rischiano di trovarselo anche sul pullman. Raddoppi, triplica chiunque aiutando i compagni in difficoltà e dal suo lato, con Dickmann, c'è proprio bisogno di uno che corre per due. MARATONETA

Schiattarella 5,5: il gioco della Spal passa da lui. La sua regia è efficace, ma, con il passare dei minuti, la stanchezza prevale e fioriscono gli errori. SOFFERENTE

dal 73′ Valdifiori s.v.

Kurtic 6: partita complicata per lui, al rientro dalla squalifica. Bene in fase difensiva, manca molto in fase offensiva. Fatica ad accompagnare gli attaccanti nelle transizioni. BENE, MA NON BENISSIMO

Costa 5: regala palla a Castillejo. L'out di sinistra funziona male e lui soffre per 45 minuti. Nella ripresa, con il passaggio al 4-4-2, va meglio, ma resta comunque una prova insufficiente. MALE

dal 53′ Fares 5,5: sbagli qualunque cosa possa sbagliare. Non è un caso che il cross del 2-1 arrivi dal suo lato. Potrebbe redimersi, ma Donnamrumma gli nega il gol. DISASTRO

Antenucci 5,5: nel primo tempo Zapata lo scherza come vuole. Ha l'alibi di dover correre molto in fase difensiva, soprattutto nel pressing su Bakayoko. Così facendo, però, manca in fase offensiva. GENEROSO

Petagna 6,5: fa un grande lavoro di fisico con cui mette in difficoltà Romagnoli. Si inventa il gol, prova a tenere alta la squadra e sfiora la doppietta. PERICOLO

Semplici 6: prepara bene la partita, facendo giocare i suoi molto compatti. Il passaggio al 4-4-2 dà i suoi frutti, ma non fa i conti con Higuain. SFORTUNATO

Milan-Spal 2-1: il commento e il tabellino

Pillola di fanta

Prima espulsione stagionale per Suso, che, però, pesa come un macigno. Oltre alla disperazione dei fantallenatori, lo spagnolo dovrà rendere conto anche ai tifosi del Milan, dato che salterà la Supercoppa Italiana. INGENUITÀ


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Pagelle