Seguici su

Serie B

Serie B, i risultati della 19^ giornata: allunga il Palermo, crolla il Perugia

Giuseppe-PIllon-allenatore-pescara
© imagephotoagency.it

Termina il girone di andata di Serie B: i risultati della 19^ giornata, la classifica e la classifica marcatori. Allungo del Palermo, Crotone sempre più giù

Giro di boa per la Serie B, che ha visto completarsi il suo girone di andata. Il 19° turno di campionato ha fornito diversi spunti di riflessione, in primis la forza del Palermo: pur in difficoltà contro il Cittadella, i siciliani hanno dato prova della propria forza sapendo soffrire e portando a casa i tre punti in una delle poche occasioni. Dietro ai siciliani c’è grande equilibrio, solamente il Pescara non ha perso terreno dalla squadra di Stellone. A metà classifica debacle Perugia che cade 0-4 sul campo della Cremonese, il Crotone perde contro l’Ascoli ed è sempre più in crisi.

Foggia-Verona 2-2

Frena la rincorsa alle posizioni altissime della classifica il Verona, bloccato sul pari in casa del Foggia. Apre Pazzini al 15′ segnando l’ottavo gol su nove partite giocate, alla mezz’ora firma poi il pareggio Mazzeo. Sul finire del primo tempo Lee riporta avanti i suoi – complice un clamoroso errore di Noppert che sbaglia l’uscita. Nella seconda frazione arriva il rigore sbagliato da Iemmello e, al minuto 74, il definitivo 2-2 con il gran tiro dal limite di Gerbo.

Ascoli-Crotone 3-2

Quando non riesci a portare a casa i tre punti nemmeno sul 2-0 dopo 15 minuti, allora i problemi sono tanti. Prosegue la crisi del Crotone che esce sconfitta dal campo dell’Ascoli, nonostante il doppio vantaggio firmato da Simy e Firenze. I marchigiani hanno prima ridotto le distanze con Brosco al 46′, riuscendo poi ad approfittare del blackout ospite nel finale siglando un uno-due con Beretta e Ganz (in entrambi i casi la difesa calabrese ha letto male un lancio lungo). Inizia così in salita l’avventura di Stroppa.

Cittadella-Palermo 0-1

Solo il Palermo può perdere questo campionato. Ennesima dimostrazione al Tombolato: siciliani in gran difficoltà contro un ottimo Cittadella che colpisce anche due pali. Poi, in una delle poche ripartenze, gran servizio di Trajkowski per Falletti che solo in area di rigore firma l’1-0 finale. Un successo da grande squadra per la formazione di Stellone, pomeriggio positivo per i padroni di casa che – pur senza punti – hanno dato una bella risposta dopo lo 0-4 di Verona.

Cremonese-Perugia 4-0

Pomeriggio da incubo per il Perugia di Nesta, travolto 4-0 dalla Cremonese. Discreto approccio degli umbri alla partita ma, dopo il gol di Terranova al 15′, rimane una sola squadra in campo. Lombardi che arrivano addirittura sul 3-0 dopo 36 minuti grazie alla magia di Piccolo e al colpo di testa di Castrovilli. Proprio il giovane di proprietà della Fiorentina ha poi messo l’ultimo sigillo sul match verso l’ora di gioco. Particolare il dato sul possesso palla, che si conferma non così determinante: per i padroni di casa solo il 37%.

Salernitana-Pescara 2-4

Sconfitta dolorosa per la Salernitana, con Gregucci che incassa il primo ko sulla panchina dei campani. Dolorosa perché, così come per il Crotone, è arrivata dopo un doppio vantaggio (Pucino e Vitale su rigore). Si è scatenato poi Mancuso, autore di una tripletta che lo ha portato a quota 12 in classifica marcatori. Per il centravanti la rete dell’1-2  – prima del pareggio di Scognamiglio – e poi i due centri al 60′ e al 80′ che valgono i tre punti per gli abruzzesi di Pillon.

Venezia-Carpi 1-1

La squadra di Zenga non sa più vincere e non va oltre il pareggio contro il Carpi. Partita controllata dai veneti, passati però in svantaggio al 20′ con Suagher. Il pressing dei padroni di casa ha poi portato ad un rigore, accordato all’ora di gioco e trasformato da Litteri. Buon punto per gli ospiti chiamati a riprendersi dopo l’1-4 casalingo subito dal Livorno. Venezia che invece chiude il girone di andata al 13° posto ed è chiamato ad un riscatto nella seconda metà di campionato.

Benevento-Brescia 1-1

Gara come prevedibile molto equilibrata quella andata in scena tra Benevento e Brescia. Il parziale di 0-0 si è sbloccato solo nel finale: prima Torregrossa al 73′ con una bella girata, poi la clamorosa autorete di Cistana hanno sancito l’1-1 finale. Un punto che serve ad entrambe le squadre: i lombardi mantengono il 2° posto, padroni di casa invece sesti ad un solo punto da Verona e Lecce.

Livorno-Padova 1-1

Il Livorno torna sulla terra e, dopo il 4-1 rifilato al Carpi, ottiene un punto dal match casalingo contro il Padova. Il match salvezza è stato sbloccato da Clemenza nel recupero del primo tempo, mentre al 75′ Diamanti ha fissato il pareggio su calcio di rigore. I toscani mantengono il 16° posto in graduatoria, piccolo passo in avanti per gli ospiti che restano comunque all’ultimo posto con 12 punti.

Spezia-Lecce 1-1

Quarto 1-1 di giornata quello tra Spezia e Lecce. Anche in questo caso è stato assegnato un rigore, quello trasformato in rete da Ricci al 13′. La pressione dei pugliesi ha poi portato al pareggio siglato da Scavone a venti minuti dal termine. I liguri raggiungono Perugia e Cittadella al settimo posto, ospiti che restano in quarta piazza in compagnia del Verona.

CLASSIFICA SERIE B

Palermo 37

Brescia 32

Pescara 32

Lecce 30

Verona 30

Benevento 29

Cittadella 26

Perugia 26

Spezia 26

Salernitana 24

Ascoli 24

Cremonese 22

Venezia 21

Cosenza 19

Carpi 17

Livorno 15

Crotone 13

Foggia 13

Padova 12

CLASSIFICA MARCATORI

Donnarumma (Brescia) 14

Mancuso (Pescara) 12

Coda (Benevento), Pazzini (Verona) 8

Vido (Perugia) 7

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Di più in Serie B