Seguici su

Pagelle

Udinese-Cagliari 2-0, le pagelle: super Pussetto, Cragno limita i danni

Cragno-Cagliari

Un super Pussetto trascina i suoi alla vittoria, Cragno tiene in vita il Cagliari respingendo il possibile rigore del 3-0

L’Udinese vince con merito la sfida salvezza contro il Cagliari, portandosi a 18 punti in classifica a 2 sole lunghezze dalla squadra sarda. Ecco le pagelle della gara.

Udinese-Cagliari 2-0: le pagelle

Udinese

Musso 6: giornata di ordinaria amministrazione per il portiere dell’Udinese, attento su qualche uscita alta. PRESENTE

Stryger Larsen 6,5: tra i più pericolosi dell’Udinese, soprattutto nel primo tempo, con un pericoloso tiro cross, un paio di ottime discese sulla fascia e il cambio gioco che propizia il gol. SPRINTER

dall’89’ Pezzella sv

Opoku 6,5 : si concede qualche finezza di troppo in fase di disimpegno, ma è sempre tremendamente efficace. IMPERIOSO

Nuytinck 6: sempre attento nelle chiusure il gigante olandese, anche quando si trova a coprire gli inserimenti di Joao Pedro alle spalle della prima punta. DILIGENTE

Troost Ekong 6: poco impegnato sull’out di competenza, fa il suo compito con ordine. SCOLASTICO

Fofana 6,5: arriva spesso al tiro, senza successo, nei primi venti minuti. Ma il lavoro del francese è molto prezioso a centrocampo, con i recuperi e gli strappi che permettono la veloce transizione dei bianconeri. Impreciso su un controllo in area che poteva generare un’occasione pericolosa, dà l’anima in campo. POLMONE

Behrami 6,5: equilibratore della squadra friulana, esce spesso in pressing sui difensori del Cagliari che sono preposti ad iniziare l’azione e si concede il gol del meritato raddoppio con bel tiro da fuori. CECCHINO

Mandragora 5: gioca da playmaker basso, cerca spesso lo scambio stretto con Lasagna ma oggi serviva più corsa. Quando alza il ritmo agonistico commette una grave ingenuità su Cerri che poteva far rientrare in partita il Cagliari. INGENUO

D’Alessandro 6,5: Mister Nicola gli affida la licenza di offendere che generalmente è demandata a De Paul. L’ex Atalanta non si fa trovare impreparato fornendo un importante contributo sin dai primi minuti con le sue scorribande sulla sinistra. FRIZZANTE

Pussetto 7: l’intesa con Lasagna non si vede tanto, ma riesce comunque a costruirsi due buone occasioni nel primo tempo, senza sfruttarle. Poi lo stop e il gol che rompono l’equilibrio in campo e spaccano in due la partita dell’argentino, letale anche nel secondo tempo con l’assist per Behrami. CHIRURGICO

dal 78′ Balic sv

Lasagna 5: lotta contro i centrali sardi, ma non riceve adeguata assistenza. Preziosi i suoi scarichi per invitare al tiro i centrocampisti, ma sul suo voto pesa il rigore sbagliato che poteva chiudere definitivamente il match. TENERO

All. Nicola 6,5: la sua squadra arriva facilmente al tiro e dimostra grande compattezza e voglia di vincere. CONDOTTIERO

Cagliari

Cragno 6,5: reattivo sul tiro cross di Stryger Larsen, non può nulla sul diagonale di Pussetto. Tiene in partita i suoi parando il rigore di Lasagna. EROICO

Srna 5: si trova a fronteggiare un cliente in forma come D’Alessandro e si fa trovare impreparato sulla diagonale difensiva in occasione del gol di Pussetto. FUORI FORMA

dal 75′ Faragò sv

Pisacane 5,5: rispetto a Srna ha più libertà sull’out mancino, ma non riesce a sfruttarlo adeguatamente. FRENATO

Romagna 6: contiene bene le incursioni di Lasagna, ma può poco quando i suoi si trovano in inferiorità numerica. ABBANDONATO

Ceppitelli 5: viene sorpreso dallo scatto di Pussetto lasciando in dieci i suoi per oltre mezz’ora. DISTRATTO

Bradaric 5: non fa ripartire l’azione con velocità e si schiaccia nella morsa del centrocampo bianconero. IN BALIA DEGLI AVVERSARI

Barella 6 : bel duello a tutto campo con Fofana. Recupera palloni e propizia le principali azioni dei suoi con il consueto mix di intensità e tecnica. LOTTATORE

Ionita 5: si fa vedere poco in fase propositiva e il suo scarso dinamismo non contribuisce alla tenuta del centrocampo rossoblu. SPENTO

dal 61′ Pajac 5,5: prova a dare un pò di equilibrio ai suoi dopo l’espulsione di Ceppitelli e riesce a contenere la spinta bianconera su quella fascia. SCIALUPPA

Joao Pedro 5: tranne uno spunto sul finire del primo tempo, non accende mai la luce e la manovra offensiva ne risente. SVOGLIATO

Cerri 6: si fa trovare pronto sull’unico pallone che spiove in area nel primo tempo e tiene palla con intelligenza tra le maglie della retroguardia bianconera. ISOLATO

Farias 5,5: si abbassa spesso per fraseggiare con Bradaric e Barella sulla trequarti, lasciando a Cerri il compito di andare in profondità. EVANESCENTE

dal 65′ Sau 6: come Farias deve cercare palloni giocabili lontano dall’area di rigore, ma almeno ci mette più determinazione del compagno. VOGLIA

All. Maran 5: il suo Cagliari ci ha abituato a ben altro tipo di prestazioni, soprattutto in termini di solidità difensiva e voglia di lottare. MENTALITÀ’


Calcio d'Angolo è anche su Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici CLICCANDO QUI
Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Di più in Pagelle