//cdn.iubenda.com/cookie_solution/cmp/beta/stub.js
Seguici su
esultanza-Hamsik-Napoli

Consigli Fantacalcio

Consigli fantacalcio, i giocatori sconsigliati per il girone di ritorno

© imagephotoagency.it

Consigli fantacalcio, i giocatori sconsigliati per il girone di ritorno

Ecco i giocatori sconsigliati al fantacalcio per il girone di ritorno di Serie A: dai portieri agli attaccanti tre nomi top e tre low cost

Si avvicina il rientro in campo per la Serie A: alle ore 15 di sabato 19 gennaio, infatti, Roma e Torino daranno il via alla prima giornata di ritorno. Sono dunque gli ultimi giorni in cui l’attenzione principale è rivolta alle attività “di contorno” tra le quali può essere inserito anche il fantacalcio. In questo periodo sono molti ad interrogarsi su quali movimenti fare durante la classica asta di riparazione: per questo motivo può giungere in soccorso analizzare quali siano i giocatori sconsigliati per il girone di ritorno. Dai portieri agli attaccanti, passando ovviamente per difensori e centrocampisti, ecco dunque 12 nomi top e 12 profili low cost su cui non puntare al fantacalcio.

Portieri

Arrivato a Napoli con grandi aspettative dall’Arsenal, Ospina ha finora offerto un rendimento non del tutto sufficiente: 12 gol subiti in nove gare. Ancelotti, inoltre, ha dimostrato di puntare maggiormente su Meret: possibile che il colombiano diventi il titolare in Europa League. Molto negativa, invece, la parabola di Marchetti: acquistato per essere titolare al Genoa, sono bastate quattro gare – e una fantamedia di 3,7 – per ribaltare le gerarchie a favore di Radu. Con l’arrivo di Jandrei, inoltre, l’ex Lazio vedrà probabilmente il campo con il binocolo. In tanti, infine, avranno scommesso su Perin: così come nelle previsioni, però, Allegri ha puntato su Szczesny. E l’ex Genoa ha raccolto solamente le briciole lasciate dal polacco, giocando quattro match.

Tra i portieri low cost sconsigliati, impossibile non citare – per lo stesso motivo di Ospina – il greco Karnezis, che pure è il miglior estremo difensore per fantamedia. La scommessa Gollini non ha finora pagato: il deludente inizio di stagione del 23 enne ha confermato che ci vorrà ancora del tempo prima di spodestare Berisha. Per chi (due o tre, forse) ha infine puntato tutto su Sportiello, la prima metà di campionato ha emesso la sua sentenza: la difesa del Frosinone non è una garanzia per il fantacalcio.



Difensori

Si è guadagnato il titolo di difensore top grazie alle ultime stagioni in maglia Atalanta, ma quest’anno la magia è d’un tratto terminata. L’esperto Andrea Masiello è stato scavalcato nelle gerarchie dal rampante Mancini, e nelle 11 gare disputate registra una misera fantamedia di 5,27. Un centesimo di punto in più per Miranda, diventato un esubero in casa Inter: difficile che Spalletti torni a puntare sul brasiliano con continuità. Così come i due sopra citati, anche Benatia sta vivendo un importante ridimensionamento: solo cinque gare per il marocchino, con una fantamedia pari a 5,7.

Ex Sampdoria, il suo passaggio al Genoa ha destato un po’ di clamore. Si può definire il trasferimento estivo come picco della stagione di Pedro Pereira, altrimenti povera di particolari spunti: il classe 1998 è un’onesta riserva per i liguri, e la fantamedia di 5,54 – non inficiata da alcun malus – dimostra il suo essere ancora acerbo per spiccare ad alti livelli. In tanti, cambiando nome, saranno stati illusi dall’investimento Bastos: dai quattro gol e quattro gialli della scorsa Serie A, si è passati a quattro match giocati e due ammonizioni. Infine, il neroverde Lemos: dall’interesse del Barcellona alla panchina del Sassuolo, non c’è motivo per continuare a puntare su di lui come – appunto – non sta facendo De Zerbi.

Centrocampisti

La grande abbondanza a disposizione della Juventus ha relegato Cuadrado ad un ruolo da comprimario. Il colombiano è stato schierato nove volte, spesso per spezzoni di partita, trovando un gol e un assist. Tra l’altro, l’ex Fiorentina resterà ai box fino a marzo per infortunio. Un altro juventino che sta rendendo meno del previsto è Khedira: tra acciacchi vari e una concorrenza sempre più alta, il tedesco non è più un titolare per Allegri. Il terzo nome tra i centrocampisti sconsigliati al fantacalcio per il girone di ritorno è quello di Hamsik: con i nuovi schemi di Ancelotti, lo slovacco (come noi vi avevamo anticipato) non sta rendendo come in passato. Nessun gol e nessun assist per lui, e una fantamedia di 5,83.

È stato una delle grandi sorprese dello scorso anno, ma in questa stagione lo si è visto molto poco: trattasi di Antonin Barak, stella – per ora cadente – dell’Udinese. Problemi fisici continuano a tormentare il ceco e il tecnico dei friulani, Nicola, ha ammesso come ci vorrà diverso tempo prima di ritrovare il giocatore ammirato nella scorsa stagione. Stessa parabola discendente per Omeonga: 19 presenze nella Serie A 2017/18, solamente 54 minuti quest’anno (nessuno con Prandelli). Infine, c’è chi ha ancora bisogno di tempo per adattarsi al campionato italiano: Coric, giovane ex Dinamo Zagabria di cui si è detto un gran bene, non ha per nulla inciso finora con la Roma e difficilmente le cose cambieranno in primavera.



Attaccanti

Un inizio di stagione da sogno, poi però un drastico calo: finora, non si può dire che Defrel si sia annoiato. Sei reti sono un buono score, ma cinque di queste sono arrivate nelle prime sette gare. Negli ultimi sei incontri il francese è partito da titolare in una sola occasione, e l’arrivo di Gabbiadini dovrebbe togliergli ulteriore spazio. Continuare a puntare su Callejon ha ancora senso? Probabilmente no: nel 4-4-2 dei campani lo spagnolo è chiamato ad un lavoro difensivo molto importante, e ciò inficia la sua lucidità sotto porta. Chissà che quest’anno non voglia rubare il ruolo di attaccante a zero reti, l’anno scorso appannaggio di Candreva. Tanti infine avranno puntato su Pjaca, ma il croato alla Fiorentina sta faticando moltissimo. L’arrivo di Muriel e l’esplosione, se così si può definire, di Mirallas toglieranno ancora più spazio all’ex Juventus.

Tra i low cost un nome su tutti: Stipe Perica. L’attaccante croato ha disputato sette gare ad inizio stagione, e in nessuna di queste è sembrato un giocatore competitivo per questi livelli. Da qui una fantamedia di 5,14 frutto anche di tre cartellini gialli. Insomma, nessun bonus e tantissimi malus per un attaccante: difficile pensare che possa riscattarsi nella seconda metà di stagione. Sempre restando in tema Udinese, Machis ha deluso notevolmente le attese: il venezuelano si è confermato – come nelle stagioni in Liga – incapace di imporsi definitivamente. Passando invece al Bologna, apporto nullo per Falcinelli (nove partite, fantamedia di 5,55): a questo punto vien da chiedersi se quello di Crotone non sia stato solo un exploit in una carriera scarna di soddisfazioni.

Consigli fantacalcio, le scommesse su cui puntare nel girone di ritorno

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Di più in Consigli Fantacalcio