Seguici su

Consigli Fantacalcio

Consigli fantacalcio, i giocatori da svincolare all’asta di riparazione

dzemaili-bologna

Si può scommettere sui cavalli sbagliati in estate, ma poi bisogna sapervi porre rimedio: ecco chi svincolare all’asta di riparazione

Puntare sui cavalli sbagliati in estate humanum est, perseverare autem diabolicum“. Con una piccola modifica alla nota citazione, ecco che gli antichi romani dettano le linee guida non solo per il diritto o la costruzione delle infrastrutture, ma anche per giocare un buon fantacalcio. Prima dell’inizio della stagione è infatti facile innamorarsi e farsi ingannare da giocatori che nel corso dei primi sei mesi non si dimostrano poi all’altezza delle aspettative, ma è importante poi dimostrare di saper porre rimedio ai propri errori. Ecco allora chi svincolare nel mercato di riparazione al fantacalcio.

Chi svincolare nel mercato di riparazione

Di cavalli sbagliati da scegliere ce n’erano tanti, e se qualcuno aveva un aspetto già poco rassicurante in partenza, ad altri pareva proprio giusto dare una chance. Stiamo parlando ad esempio di V. Berisha, centrocampista offensivo arrivato alla Lazio con grandi aspettative e finito praticamente all’ultimo posto nelle gerarchie in mediana di mister Inzaghi, che gli ha concesso solo 74′ in Serie A dilazionati in ben cinque subentri. Sempre in casa biancoceleste sembrava poter avere più spazio Durmisi per via della lungodegenza di Lukaku, e invece l’ex Betis ha ammesso d’esser afflitto da un problema molto restio ad abbandonarlo.

Rimaniamo in alta classifica spostandoci però a Milano, dove Dalbert e Candreva hanno probabilmente terminato il credito con i propri fantallenatori, che ora possono interrogarsi anche sull’utilità di centrocampisti come Gagliardini, Vecino e Borja Valero o di Miranda, per il quale conviene però valutare gli sviluppi di mercato. Sulla sponda rossonera un discorso simile vale per Laxalt, il quale doveva mettere a rischio la titolarità di Rodriguez ed è invece riuscito a giocare solo quattro volte dal 1′, tre delle quali in posizione avanzata con proprio lo svizzero alle proprie spalle.

Oltre a questi nomi, non dimenticare di svincolare chi resterà in infermeria per tutta la stagione

A Roma hanno deluso e dovrebbero essere in partenza sia Karsdorp che Marcano: nel caso in cui abbiate preso quest’ultimo in abbinamento a uno dei due centrali siete stati fortunati, ma se avete puntato sull’olandese la colpa è tutta vostra. La squadre più ricca di delusioni in questa prima metà di stagione è invece il Bologna, con capitan Dzemaili in prima fila. Lo svizzero ha illuso i fantallenatori memori delle sue stagioni pre-canadesi, ha deluso ed è finito per diventare un assiduo frequentatore della panchina. In avanti disfatevi anche subito di Destro (per cui vale un discorso simile  aquello fatto per Karsdorp), mentre aspettate la fine del calciomercato per Falcinelli: può trasferirsi e trovare nuovo spazio, ma in caso contrario monetizzate. Ancora tra i felsinei, potete disfarvi dei difensori Gonzalez e De Maio, scalzati ormai nelle gerarchie da Helander e Calabresi.

In zona retrocessione coi rossoblu c’è il Frosinone di Molinaro, la cui esperienza ha garantito un posto nello starting XI nelle prime giornate salvo poi lasciare spazio a Beghetto sulla corsia. A Parma un discorso simile va fatto per Gobbi, mentre sulla trequarti ducale Ciciretti ha stuzzicato le fantasie dei fantallenatori posizionandosi invece alle spalle di tutti i suoi compagni di reparto nelle gerarchie di D’Aversa. L’Udinese sembrava aver trovato sul gong il proprio centravanti titolare con Teodorczyk, ma il polacco ha giocato solamente una volta da titolare e ora rischia anche la cessione.

Liberatevi dei genoani Zukanovic e Lopez, mai realmente coinvolti nei vari progetti tecnici stagionali del Grifone, mentre dopo tanti anni di onorato servizio il clivense Cacciatore non è più il difensore low-cost di volta. A Bergamo sono scomparsi Reca e Adnan, mentre E. Rigoni va certamente svincolato nel caso in cui dovesse rimanere alla Dea. Valdifiori non garantisce neanche il voto settimanale che diversi fantallenatori si aspettavano da lui, mentre i più audaci si vedono costretti ad ammettere il fallimento del feticcio Tavares, giunto alla Samp per prendersi la corsia di destra e finito con zero minuti in diciannove giornate. Con l’arrivo di Jandrei crollano definitivamente le possibilità per Marchetti, mentre dopo tanti anni ad altissimi livelli è ormai giunta l’ora di pensionare Barzagli.


Calcio d'Angolo è anche su Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici CLICCANDO QUI
Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in Consigli Fantacalcio