//cdn.iubenda.com/cookie_solution/cmp/beta/stub.js
Seguici su
esultanza-Joao-Pedro-Cagliari

Fantaschede

Fantacalcio, guida all’asta di riparazione: la scheda del Cagliari

twitter.com/CagliariCalcio

Fantacalcio, guida all’asta di riparazione: la scheda del Cagliari

Pavoletti cecchino di testa, Barella sempre più leader. Movimenti di mercato, rosa, formazione tipo, variabili e infortunati: i consigli per l’asta di riparazione del fantacalcio

Ultimo aggiornamento

Tutto secondo i piani in questa prima metà di campionato per il Cagliari, che al giro di boa si trova a +7 sulla zona retrocessione. La prima metà di stagione dei sardi è stata piena di alti e bassi, ma continuando con questa media l’obiettivo salvezza non dovrebbe essere un problema per i ragazzi di Maran. Con l’asta di riparazione del fantacalcio alle porte, ecco la nostra scheda sul Cagliari: la rosa, i nuovi acquisti, i consigli per il fantacalcio su chi sale e chi scende.

I principali movimenti di mercato

Con l’acquisto di Birsa dal Chievo il Cagliari ha chiuso un’operazione importante che va a puntellare il centrocampo e offre più soluzioni al tecnico Maran. Colpo in prospettiva per i sardi che si aggiudicano il 18enne polacco Walukiewicz per giugno. Per un centrocampista che viene, c’è uno che va: dopo quasi sette anni ha infatti salutato Dessena, passato al Brescia in Serie B. Deiola rientra dal prestito al Parma, in entrata arrivano Oliva dal Nacional e Despodov dal CSKA Sofia. Farias e Pajac passano all’Empoli sul fotofinish in prestito con diritto di riscatto. Acquistato Leverbe dalla Sampdoria. Poco prima del gong finale altri tre colpi importanti in casa Cagliari per centrare la salvezza: arrivano Luca Pellegrini in prestito dalla Roma, Thereau in prestito dalla Fiorentina e Cacciatore in prestito con obbligo di riscatto dal Chievo. In uscita salutano anche Sau, andato in prestito alla Sampdoria, e Andreolli, passato al Chievo a titolo definitivo.

La rosa

Portieri: Aresti, Cragno, Rafael

Difensori: CACCIATORE, Ceppitelli, Faragò, Klavan, LEVERBE, Lykogiannis, PELLEGRINI, Pisacane, Romagna, Srna

Centrocampisti: Barella, BIRSA, Bradaric, Castro, Cigarini, DEIOLA, Ionita, Joao Pedro, OLIVA, Padoin

Attaccanti: Cerri, DESPODOV, Pavoletti, THEREAU

La formazione tipo

4-3-1-2: Cragno; Srna, Romagna, Ceppitelli, Padoin; Ionita, Bradaric, Barella; BIRSA; Joao Pedro, Pavoletti. All. Maran

Variabili di formazione

4-3-3: Cragno; Srna, Romagna, Ceppitelli, CACCIATORE; Ionita, Bradaric, Barella; Sau, Pavoletti, THEREAU. All. Maran

I ballottaggi

Anche se idealmente i dubbi di Maran per quanto riguarda la formazione titolare sono pochi, il Cagliari è una squadra che può ruotare molto. Faragò, ad esempio, ha totalizzato più di 10 presenze, nonostante partono dietro nelle gerarchie. I guai fisici di Lykogiannis stanno favorendo Padoin. Situazione più definita in avanti, dove Pavoletti è il titolare inamovibile. Con l’arrivo di Birsa potrebbe diminuire invece lo spazio a disposizione di Sau e Cerri. Oliva potrebbe insidiare Bradaric.

I nuovi arrivi

Birsa: talentuoso trequartista sloveno in arrivo dal Chievo. Anche se nelle ultime stagioni le sue prestazioni sono calate vistosamente, il suo talento non si discute. Oltre che dare una mano in zona offensiva, il numero 14 potrebbe aiutare anche nei calci da fermo. Nella prima metà di stagione, per lui due gol e due assist in 17 presenze con il Chievo.

Deiola: ritorno alla base per il classe ’95 dopo il prestito al Parma. Con i crociati 9 presenze nella prima parte di stagione condite da un assist e 2 ammonizioni, per una fantamedia voto di 5,88. Potrà rappresentare una variante in più nel centrocampo di Maran.

Despodov: attaccante bulgaro classe ’96 in arrivo dal CSKA Sofia. Una prima parte di stagione ad alti livelli – con 10 gol e 11 assist in 22 presenze – in Bulgaria gli è valsa la chiamata della Serie A. È giovane e servirà un periodo di ambientamento, ma la sua duttilità in attacco (può giocare in tutti i ruoli offensivi) potrebbe fare molto comodo a Maran.

Leverbe: il giovane difensore francese classe ’97 arriva dalla Sampdoria per trovare minuti preziosi.

Oliva: uruguaiano classe ’96 in arrivo dal Nacional prelevato a titolo definitivo. È un centrocampista che porta pochi bonus – solo 3 gol in carriera – e tanta garra, a lungo andare potrebbe contendere il posto a Bradaric.

Pellegrini: giovane terzino italiano classe ’99 in arrivo dalla Roma. Dopo quattro presenze stagionali in Serie A, due delle quali da titolare, Pellegrini approda al Cagliari per aumentare il suo minutaggio. In stagione anche un assist per lui, alla prima in assoluto in Serie A contro il Frosinone.

Thereau: chiuso dalla folta concorrenza alla Fiorentina, il 35enne francese approda al Cagliari per dare una mano a raggiungere la salvezza grazie alla sua esperienza. In stagione per lui appena 26′ minuti.

Cacciatore: dopo una prima metà di stagione non brillantissima, costellata anche da diversi infortuni, Cacciatore approda al Cagliari per dare una mano in caso di turnover.

Gli infortunati

Castro: fermo da fine novembre a causa della rottura del legamento crociato del ginocchio, l’argentino dovrebbe tornare a disposizione a fine aprile. Molto probabilmente però la sua stagione può considerarsi conclusa.

Klavan: il difensore è stato sottoposto ad un intervento chirurgico per tendinopatia achillea sinistra. Il recupero oscilla tra marzo e aprile, ma c’è il serio rischio che non giochi più in questa stagione.

Gli squalificati

I consigli per l’asta di riparazione

Appena arrivato e pronto a dimostrare tutto il suo valore, Birsa è sicuramente consigliato in questa asta di riparazione. Altro colpo interessante potrebbe essere anche quello di Joao Pedro, che messa ormai alle spalle la squalifica per doping sta trascinando il Cagliari. Con l’arrivo di Birsa inoltre il brasiliano potrebbe essere spostato in avanti per fare coppia con Pavoletti, quindi centrocampista nelle liste ma attaccante in campo. Per quanto riguarda la difesa occhio a Romagna, che potrebbe rivelarsi una buona alternativa nella vostra fantarosa soprattutto ora che sembra poter conquistare un posto da titolare.

La possibile sorpresa del girone di ritorno

Birsa: la voglia di riscattare un girone d’andata poco convincente – unita al grande talento – potrebbe fare dello sloveno uno dei protagonisti della seconda parte di stagione del Cagliari. In un modulo così offensivo come quello dei sardi, Birsa potrebbe inoltre aumentare notevolmente anche la dose di bonus portati a casa.

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Di più in Fantaschede