Seguici su

Fantaschede

Fantacalcio, guida all’asta di riparazione: la scheda del Genoa

Kouame-attaccante-Genoa
© imagephotoagency.it

Saluta il bomber Piatek, Sanabria il sostituto. Movimenti di mercato, rosa, formazione tipo, variabili e infortunati: i consigli per l’asta di riparazione del fantacalcio

Ultimo aggiornamento

Al termine della prima metà di campionato, il Genoa si trova qualche punto indietro rispetto a quelle che erano le previsioni di inizio stagione. I grifoni occupano adesso la 14esima posizione in classifica, con sette punti di vantaggio sul Bologna 18esimo. Un vantaggio che non permette ai ragazzi Prandelli di dormire sonni tranquilli, specialmente dopo l’addio non preventivato di Piatek direzione Milan. L’obiettivo salvezza è comunque ampiamente raggiungibile per i liguri. Con l’asta di riparazione del fantacalcio alle porte, ecco la nostra scheda sul Genoa: la rosa, i nuovi acquisti, i consigli per il fantacalcio su chi sale e chi scende.

I principali movimenti di mercato

Come al solito il Genoa è una delle società maggiormente attive sul mercato. In arrivo Jandrei, portiere che arriva dalla Chapecoense per fare il secondo di Radu e sostituire Marchetti, e Giuseppe Pezzella dell’Udinese per rimpinguare la fascia sinistra. Salutano Spolli – che si accasa al Crotone – e Omeonga, direzione Hibernian. Addio a sorpresa del capocannoniere Piatek, passato al Milan dopo i malumori di Higuain. Colpo a centrocampo, con il ritorno di Sturaro in prestito con obbligo di riscatto dalla Juventus. Il dopo Piatek è Sanabria del Betis, ex Roma. In arrivo anche Lerager – in prestito con diritto di riscatto dal Bordeaux – e il baby Schafer a titolo definitivo dalla squadra ungherese del MTK Budapest. Lisandro Lopez ritorna in Argentina, con il trasferimento in prestito al Boca Juniors. Negli ultimi minuti prima della chiusura i grifoni hannno preso anche Radovanovic a titolo definitivo dal Chievo. Doppia cessione invece  a centrocampo, con Romulo che passa in prestito con diritto di riscatto alla Lazio e Sandro in prestito con obbligo di riscatto all’Udinese.

La rosa

Portieri: JANDREI, Marchetti, Radu, Vodisek

Difensori: Biraschi, Criscito, Gunter, Lakicevic, Pereira, PEZZELLA, Romero, Zukanovic

Centrocampisti: Bessa, Hiljemark, Lazovic, LERAGER, Mazzitelli, RADOVANOVIC, Rolon, SCHAFER, STURARO, Veloso

Attaccanti: Dalmonte, Favilli, Kouamé, Lapadula, Medeiros, Pandev, SANABRIA

La formazione tipo

3-5-2: Radu; Biraschi, Romero, Criscito; Lazovic, STURARO, RADOVANOVIC, Bessa, PEZZELLA; Kouamé, SANABRIA. All. Prandelli

Variabili di formazione

3-4-1-2: Radu; Biraschi, Romero, Criscito; Lazovic, STURARO, Rolon, PEZZELLA; Pandev; SANABRIA, KOUAME’

I ballottaggi

Idee abbastanza chiare per Prandelli, che ha pochi dubbi sugli undici titolari. Solo il ruolo di difensore centrale è infatti quello in cui c’è stata maggiore alternanza. Il nuovo arrivato Pezzella dovrebbe prendersi il posto sulla fascia sinistra riportando Lazovic a destra con il nuovo arrivato Sturaro che ruba il posto a Romulo. Rolon sembra favorito su Veloso e Sandro per il posto di centrale a centrocampo, il nuovo arrivato Lerager troverà sicuramente spazio. Occhio a uno tra Pandev e Favilli dopo l’addio di Piatek.

I nuovi arrivi

Jandrei: portiere brasiliano in arrivo dalla Chapecoense per prendere il posto di Marchetti e diventare quindi il secondo del Genoa.

Lerager: centrocampista centrale che può occupare tutte le zone di metà campo. Protagonista con la maglia del Bordeaux il giocatore nato nel 1987 arriva in Liguria in prestito con diritto di riscatto, la sensazione è che il Genoa ci punti molto. Fa parte della nazionale maggiore della Danimarca.

Pezzella: il terzino sinistro arriva dall’Udinese, probabile che venga schierato con continuità sulla fascia sinistra dove – finora – è stato adattato Lazovic.

Sanabria: l’attaccante paraguaiano avrà il compito di non far rimpiangere Piatek. Dopo una breve esperienza in Italia – solo due presenze con la maglia della Roma – l’ex canterano del Barcellona si è rilanciato a Siviglia con la maglia del Betis segnando 14 gol nell’ultima stagione e mezza.

Schafer: classe’99 in arrivo dal MTK Budapest. Nonostante la giovane età il centrocampista sinistro gioca nel massimo campionato ungherese già da due anni mettendo a referto 7 gol e 4 assist in 51 presenze.

Sturaro: zero presenze in questa stagione per il centrocampista ex Juventus che ha incontrato diversi problemi fisici nella sua esperienza in Portogallo. Si tratta di un ritorno per il giocatore, che aveva già indossato – con un rendimento abbastanza alto – la maglia rossoblu nelle stagioni 2013/14 e 2014/15. Se supererà i problemi derivanti dagli infortuni potrebbe ottenere un posto da titolare.

Radovanovic: colonna del centrocampo del Chievo, il serbo lascia i clivensi per (molto probabilmente) una maglia da titolare nel Genoa. Con l’addio di Sandro, il suo acquisto potrebbe rivelarsi molto utile per Prandelli.

Gli infortunati

Hiljemark: il centrocampista svedese sarà sottoposto ad un’operazione all’anca per un conflitto femoro acetabolare bilaterale e rimarrà fermo fino alla fine della stagione.

Gli squalificati

I consigli per l’asta di riparazione

Radu sta diventando una certezza. Nelle ultime uscite Romero si è rivelato una sicurezza e sembra ormai aver conquistato il posto da titolare. Con molta probabilità il giovane difensore argentino sarà uno dei più contesi alle aste di fantacalcio, a prezzo contenuto potrebbe però rivelarsi un ottimo colpo. Un altro colpo a prezzo contenuto potrebbe essere quello di Pedro Pereira, che finora ha totalizzato 12 presenze, anche se trovare spazio nella difesa del Genoa non sarà semplice, in caso di turnover è sicuramente tra le prime scelte di Prandelli. A centrocampo da tenere d’occhio invece il nuovo arrivato Sturaro, mentre vale la pena scommettere sull’esplosione di Sanabria. Lerager è un acquisto interessante e potrebbe rivelarsi utile in ottica fantacalcio se riuscirà ad ambientarsi presto.

La possibile sorpresa del girone di ritorno

Miguel Veloso: il portoghese è stato ormai a tutti gli effetti reintegrato in rosa. Nonostante l’abbondanza dei grifoni a centrocampo, Veloso potrebbe anche riuscire a conquistare un posto da titolare. L’esperienza del numero 44 potrebbe infatti rivelarsi molto utile al Genoa, ancora in lotta per conquistare la salvezza.

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Di più in Fantaschede