Seguici su

Fantaschede

Fantacalcio, guida all’asta di riparazione: la scheda del Napoli

Esultanza-gol-Fabian-Ruiz-Napoli
© imagephotoagency.it

Poche operazioni a gennaio, pensiero a giugno. Movimenti di mercato, rosa, formazione tipo, variabili e infortunati: i consigli per l’asta di riparazione del fantacalcio

Ultimo aggiornamento

Il Napoli ha vissuto una prima metà di stagione in Serie A tutto sommata positiva. Gli azzurri hanno infatti fatto quanto possibile e si trovano in seconda posizione, alle spalle dell’imprendibile Juventus. Obiettivo del girone di ritorno è dunque quello di preservare la seconda piazza, cercando eventualmente di approfittare di – difficili ad oggi – passi falsi della Juventus. Con l’asta di riparazione del fantacalcio alle porte, ecco la nostra scheda sul Napoli: la rosa, i nuovi acquisti, i consigli per il fantacalcio su chi sale e chi scende.

I principali movimenti di mercato

La società di De Laurentiis risulta ancora inattiva sul mercato, non avendo operato nessun acquisto/cessione. Ed è possibile che così si arrivi a fine gennaio, considerando che la squadra non ha bisogno di rinforzi nell’immediato. Eventuali rinforzi dovrebbero comunque giungere in Campania solamente a partire da giugno. La prima operazione riguarda Ciciretti, che rientra dal prestito al Parma e passa all’Ascoli. Saluta Rog, che passa al Siviglia in prestito secco.

La rosa

Portieri: Karnezis, Meret, Ospina

Difensori: Albiol, Chiriches, Ghoulam, Hysaj, Koulibaly, Luperto, Maksimovic, Malcuit, Mario Rui

Centrocampisti: Allan, Diawara, Hamsik, Ruiz, Younes, Zielinski

Attaccanti: Callejon, Insigne, Mertens, Milik, Ounas, Verdi

La formazione tipo

4-4-2: Meret; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Callejon, Allan, Hamsik, Ruiz; Milik, Insigne. All. Ancelotti

Variabili di formazione

4-3-3: Meret; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Hamsik, Ruiz; Callejon, Mertens, Insigne. All. Ancelotti

I ballottaggi

Nel girone di andata Ancelotti ha abituato a continui stravolgimenti della formazione. Nonostante ciò, è comunque possibile individuare una base di titolari fissi piuttosto importante: i ballottaggi di rilievo sono infatti pochi. Un piccolo dubbio riguarda il portiere, anche se – dopo il rientro dall’infortunio – Meret si è sempre conquistato il posto dal primo minuto. In difesa ballottaggio tra Hysaj e Malcuit: l’albanese parte più avanti, anche se nelle ultime settimane è un po’ sceso nelle gerarchie del tecnico. Da menzionare anche un possibile impiego sulla fascia di Maksimovic. Il rientro di Ghoulam relega in panchina Rui. A centrocampo l’unico in dubbio sembra Hamsik, insidiato dal jolly Zielinski. In avanti infine, detto dell’insostituibilità di Insigne, davvero difficile definire il titolare tra Mertens e Milik.

I nuovi arrivi

Gli infortunati

Gli squalificati

I consigli per l’asta di riparazione

Il titolare di Ancelotti per la porta sembra essere diventato Meret. Per questo dovrebbero ridursi drasticamente le opportunità per Ospina e ancor più per Karnezis. Hysaj si è confermato non portatore di bonus (solo un assist) e, rispetto alle scorse stagioni, è calato nelle prestazioni. Considerando anche la concorrenza di Malcuit, non c’è motivo per continuare a puntarvi. Con il ritorno in campo di Ghoulam scendono le quotazioni di Mario Rui: lasciar andare il portoghese è comunque scelta rischiosa, visto che è probabile che Ancelotti alterni i due giocatori. A centrocampo da segnalare l’involuzione – in termini fantacalcistici – di Hamsik: zero bonus, difficile le cose cambino all’improvviso. Un altro giocatore che ha reso meno del previsto è Callejon, ancora a secco: il nuovo ruolo sta allontanando lo spagnolo dalla porta. In attacco stanno salendo le quotazioni di Ounas, stabili verso il basso quelle di Younes.

La possibile sorpresa del girone di ritorno

Verdi: l’ex Bologna rappresenta è stato molto sfortunato nella prima parte di campionato. Gli infortuni, infatti, hanno condizionato pesantemente il minutaggio. Ora, però, il classe 1992 ha superato tutte le problematiche ed è pronto a riprendere da dove aveva lasciato. In cinque match Verdi ha registrato un gol e un assist, con una buona fantamedia di 6,9. Non parte da titolare sulla carta, le rotazioni di Ancelotti dovrebbero però offrirgli molte occasioni.

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Di più in Fantaschede