Seguici su

Fantaschede

Fantacalcio, guida all’asta di riparazione: la scheda della Roma

Dzeko-Pellegrini-esultanza-Roma
© imagephotoagency.it

Basso profilo e tanti rumors in questo gennaio giallorosso. Movimenti di mercato, rosa, formazione tipo, variabili e infortunati: i consigli per l’asta di riparazione del fantacalcio

Ultimo aggiornamento

La prima metà di stagione della Roma è al limite del disastro e il 7-1 subito in Coppa Italia dalla Fiorentina ne è l’estrema dimostrazione. Eppure i giallorossi sono riusciti in qualche modo ad essere ancora in piena corsa per il quarto posto in campionato, e hanno di fronte un ottavo di Champions League contro il Porto che è quantomeno alla portata. Con l’asta di riparazione del fantacalcio alle porte, ecco la nostra scheda sulla Roma: la rosa, i nuovi acquisti, i consigli per il fantacalcio su chi sale e chi scende.

I principali movimenti di mercato

Tutt’altro che frenetico l’approccio dei capitolini a questa sessione invernale di calciomercato. Oltre alle voci – per la maggior parte in uscita – la Roma ha infatti solamente riaccolto a Trigoria Sadiq, rientrato dopo non aver convinto in prestito al Rangers, rispedendolo immediatamente in prestito al Perugia in Serie B, e nel finale anche Luca Pellegrini, a titolo temporaneo al Cagliari.

La rosa

Portieri: Fuzato, Mirante, Olsen

Difensori: Bianda, Fazio, Florenzi, Juan Jesus, Karsdorp, Kolarov, Manolas, Marcano, Santon

Centrocampisti: Coric, Cristante, De Rossi, Nzonzi, Pastore, Lo. Pellegrini, Perotti, Riccardi, Under, Zaniolo

Attaccanti: Dzeko, El Shaarawy, Kluivert, Schick

La formazione tipo

4-2-3-1: Olsen; Florenzi, Manolas, Fazio, Kolarov; Cristante, Nzonzi; Under, Lo. Pellegrini, El Shaarawy; Dzeko. All. Di Francesco

Variabili di formazione

4-3-3: Olsen; Florenzi, Manolas, Fazio, Kolarov; Cristante, Nzonzi, Lo. Pellegrini; Under, Dzeko, El Shaarawy

3-4-1-2: Olsen; Fazio, Manolas, Juan Jesus; Florenzi, Cristante, Nzonzi, Kolarov; Lo. Pellegrini; Under, Dzeko

I ballottaggi

Con il rientro di Lorenzo Pellegrini dall’infermeria Di Francesco può decidere se utilizzarlo in mediana, da trequartista al posto di Zaniolo oppure tenerlo in panchina come subentrante di lusso. Sulla trequarti le tante sfide in cui la Roma sarà coinvolta in questo inizio di 2019 e il continuo viavai dall’infermeria concedono un po’ a tutti la propria occasione, così come per i terzini destri. Nel caso in cui il tecnico adottasse una difesa a tre (per determinate partite, improbabile che diventi il modulo base), a rischiare sarebbe un esterno d’attacco.

I nuovi arrivi

Gli infortunati

Bianda: infortunio al ginocchio, stagione finita.

Juan Jesus: il difensore brasiliano sarà costretto a rimanere ai box per diverso tempo dopo la lesione al menisco subita in Coppa Italia contro la Virtus Entella. Il rientro è previsto per fine febbraio.

Gli squalificati

I consigli per l’asta di riparazione

Il girone d’andata è stato praticamente uno strazio per chi ha puntato la metà dei propri crediti su Dzeko, ed è andata persino peggio a chi si è “tutelato” con Schick come sua riserva. Pensare che il bosniaco possa portare a termine la sua stagione in questo modo è eccessivo ( e lo dimostra la doppietta con l’Atalanta), mentre sembra proprio questo il momento di chiedere uno scambio al vostro amico fantallenatore che, frustrato, potrebbe svalutarlo parecchio. Cristante e Zaniolo sono cresciuti tantissimo nell’ultimo periodo, ma ora torna anche Lorenzo Pellegrini e in tutta probabilità solo due di questi tre partiranno da titolari: in ogni caso, sono ottime scelte a centrocampo. In difesa non prendete Fazio, lontano cugino del “Comandante” giallorosso, mentre Manolas è una sicurezza. Nzonzi non è un giocatore da bonus ma gioca praticamente sempre, mentre i vari Kluivert, El Shaarawy e Perotti danno poche certezze e possono essere sacrificati in caso di alternative interessanti.

La possibile sorpresa del girone di ritorno

Olsen: se a inizio anno lo svedese rientrava tra i top di ruolo in quanto portiere di una big, i 24 gol subiti dalla Roma in questo girone d’andata gli sono costati una fantamedia del 4,83, inferiore a tutti i portieri titolari delle prime dieci tranne Ospina (che ha però giocato la metà delle gare e non è il titolare sulla carta), ma anche di molti estremi difensori di medio-piccole come Sepe e Sorrentino (4,97), ma anche Musso (5,05) o Cragno (5,5). Questo non dovrebbe renderlo uno sconsigliato? Sì, ma l’idea che questo trend possa proseguire sino alla fine del campionato sarebbe eccessiva per una Roma che vorrà fino all’ultimo lottare per un posto in Champions League. Chi lo ha avuto in questo girone d’andata se ne può esser stufato e può scambiarlo con giocatori molto meno affidabili. Può essere una lucida follia.


Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
calciodangolo.com Collabora con noi
Annuncio pubblicitario

Classifica

Di più in Fantaschede