//cdn.iubenda.com/cookie_solution/cmp/beta/stub.js
Seguici su

Nazionali

Italia, Mancini: “Importante ritrovarsi. Balotelli? Seguiamo tutti”

Roberto-Mancini-Italia

Il ct della nazionale presenta il rapido stage di inizio febbraio, soffermandosi sul futuro dell’Italia e sulle convocazioni

Oggi e domani l’Italia di Roberto Mancini si ritrova a Coverciano per il primo stage dell’anno. La nostra nazionale deve iniziare a preparare le qualificazioni agli Europei del 2020. “Ringrazio i club che ci hanno permesso questo ritrovo, so che siamo in un momento faticoso della stagione. Dopo 4 mesi però avevamo bisogno di un piccolo stage, i ragazzi devono cominciare a pensare agli Europei. Inter? Non mi sorprende la terza posizione, ma ci sono ancora tanti punti in palio: può migliorare la sua classifica. Juventus? Quando manca l’esperienza di Bonucci e Chiellini, la difesa ne risente – esordisce il ct dell’Italia in conferenza stampa, che poi continua – Tanti giovani stanno giocando molto di più in Serie A rispetto ad inizio campionato: sono ottimista, perché stanno crescendo. Vialli in Federazione? Mi piace l’idea, sono io ad aver dato il suo numero di telefono al Presidente“.

L’allenatore degli azzurri si sofferma poi su diversi singoli, tra chi è stato convocato e chi è rimasto a casa. “Zaniolo e Tonali li seguivo dagli Europei Under 19, ci erano piaciuti tanto. Zaniolo sta crescendo molto: Di Francesco è stato bravo ed ha avuto coraggio a buttarlo dentro. Se gioca come nella Roma, può stare in nazionale. Benassi è un centrocampista con qualità importanti: è un giocatore che con i suoi gol fa la differenza nella Fiorentina, e può farla anche qui. Chiesa? Deve acquisire esperienza in Serie A, ha giocato ancora poche partite. Lui sa che deve segnare di più per un esterno offensivo – spiega Mancini, che infine conclude – Abbiamo tanti attaccanti forti, nonostante finora abbiamo fatto pochi gol. Prima o poi ci sbloccheremo: non credo che avremo problemi. Quagliarella? Sta facendo benissimo al di là dell’età, lo stimo da tanto tempo. Si è meritato la convocazione. Seguiamo anche Cutrone: lui è il futuro della nazionale. Balotelli? Noi teniamo d’occhio tutti. Fa parte del gruppo, dipende da lui“.

La lista dei convocati di Roberto Mancini

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Di più in Nazionali