Seguici su

Calcio estero

Manchester United: e la crisi continua

Stadio Old Trafford

E’ ormai notizia certa, l’allenatore – ormai ex – del Manchester United, José Mourinho ha lasciato la squadra. Dopo i brutti risultati, il club inglese ha deciso di licenziare con effetto immediato l’allenatore portoghese, che aveva giá raccolto un fallimento dietro l’altro nelle scorse stagioni con il Real Madrid e con il Chelsea. Il Manchester United ha deciso quindi di allontanare il carismatico allenatore portoghese che ha portato il club inglese nel bel mezzo di una crisi sportiva senza precedenti.

Manchester United vs. Mourinho: cos’è successo esattamente?

José Mourinho è sempre stato un estraneo al Manchester United. Non è mai stato davvero adatto per la cultura della squadra ed è stato apparentemente assunto solo perché era il grande nome disponibile al tempo; e come è ben risaputo, un club così prestigioso come il Manchester United ha necessariamente bisogno di un grande manager…giusto?

Mourinho ha deciso di attuare un gioco molto difensivo, una tipologia alla quale questo club non è abituato. Il Manchester United è infatti da sempre considerata una squadra d’attacco e protagonista del gioco. Lo sanno bene i tifosi e lo sanno bene anche gli scommettitori. Per loro il gioco del Manchester United è stato totalmente estraneo e con risultati imprevisti. Anche gli amanti di Bet365 e delle scommesse in Italia sono stati spiazzati. Considerando quindi il suo stile e la sua personalità come allenatore, che non è mai entrata nel cuore dei tifosi, una volta che i risultati mediocri hanno cominciato ad essere la regola piuttosto che l’eccezione, i giorni di Mourinho al Manchester United sono stati contati.

Ma non solo l’allenatore non è piaciuto ai tifosi, anche il clima e la relazione con i giocatori stessi sono stati sfavorevoli. Un rapporto particolarmente conflittuale c’è stato con Paul Pogba, il giocatore francese Campione del Mondo. Addirittura, dopo la notizia ufficiale da parte del Manchester United del licenziamento di Mourinho, Pogba ha postato su Instagram una sua foto ghignante con scritto “Caption this” – che puó essere tradotto come “Metteteci voi le parole”. Da sempre si è detto che Mourinho fomenta una scarsa atmosfera da spogliatoio; è successo al Real Madrid, è successo al Chelsea, e ora è successo anche al Manchester United.

Mourinho lascia il Manchester United nella sesta posizione della Premier League, con ben 19 punti di svantaggio dopo 17 partite. La sua carriera da allenatore è ora ad un bivio, con i critici che si chiedono se il suo approccio aggressivo alla gestione, sia dentro che fuori dal campo, si adatti ancora al calcio moderno. Ad ogni modo, avendo giá firmato un nuovo contratto con la squadra, che sarebbe durato fino a giugno 2020, l’allenatore portoghese riceverà un risarcimento di 24 milioni di sterline.

Chi sará il prossimo allenatore del Manchester United?

Un nuovo allenatore temporaneo, Ole Gunnar Solskjaer, è stato nominato per portare a termine la stagione in corso, mentre il club condurrá un processo di reclutamento approfondito per trovare un nuovo manager a tempo pieno. Queste sono quindi le intenzioni del Manchester United adesso come adesso.

In generale, dalla fine dell’era di Alex Ferguson, al timone del Manchester United per ben 26 anni, la squadra più premiata d’Inghilterra non è stata in grado di stabilizzare la rotta della nave. Gli incarichi di David Moyes e Louis van Gaal, precedenti a Mourinho, sono stati brevi, e l’incarico dell’allenatore portoghese è durato solamente due anni e mezzo.

I primi nomi che sono stati fatti includono Zinedine Zidane, Laurent Blanc e Mauricio Pochettino, ma anche altri nomi importanti non mancano all’appello. Indipendentemente da chi finirà nell’ambito posto di comando del Manchester United, ció che è sicuro è che la ricerca di un successore sarà una delle principali storie del calcio mondiale per i prossimi mesi.

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Di più in Calcio estero