Seguici su

Champions League

Champions League, i risultati di Barcellona-Lione e Bayern-Liverpool

barcellona-messi-vidal-suarez

Messi trascina il Barcellona contro il Lione, con due reti e due assist. Il Liverpool di Klopp passa in Baviera ed elimina il Bayern Monaco grazie a Manè

Il Barcellona è l’unica squadra spagnola, dopo le eliminazioni di Real e Atletico Madrid, ad accedere ai quarti di finale di Champions League: la squadra di Valverde fa valere il fattore campo e supera 5-1 in casa il Lione, grazie alla doppietta di Messi e alle reti di Coutinho,Piquè e Dembelè. Nell’altra gara di serata, il Liverpool passa sul campo del Bayern Monaco, con i due gol di Manè e la firma di Van Dijk, e si aggiunge al folto plotone inglese nella competizione. La cronaca e il tabellino di Barcellona-Lione e Bayern Monaco-Liverpool

Barcellona – Lione 5-1: il tabellino

Ruolino di marcia incredibile per il Barcellona, che negli ultimi 29 match interni di Champions League ne ha vinti 26 e pareggiati 3. Messi prova subito a spezzare l’equilibrio con un sinistro indirizzato all’angolino da fuori area, ma Lopes devia in angolo. Il dominio catalano nel primo quarto d’ora è evidente, ma per il gol c’è bisogno di un calcio di rigore concesso per fallo di Denayer su Suarez. Al 17′ Messi porta in vantaggio i suoi, con il cucchiaio dagli undici metri. Alla mezz’ora torna al gol Coutinho che, su assist di Suarez, firma il 2-0 e rompe un digiuno che durava dalla doppietta contro il Siviglia in Coppa del Re del 30 gennaio scorso. Il Lione cerca di limitare gli spazi alle offensive blaugrana, ma la qualità del Barcellona riesce comunque a produrre situazioni pericolose.

I francesi sono bravi a restare aggrappati alla partita anche nel secondo tempo e trovano la rete che dimezza il passivo al 58′ con Tousart sugli sviluppi di azione d’angolo. Gli spagnoli si riorganizzano e cercano il gol della tranquillità, ma Messi e Coutinho trovano l’opposizione di Gorgelin, subentrato al titolare Lopes per infortunio. La rete del 3-1 arriva comunque nel finale e porta ancora la firma di Messi, che al 78′ si esibisce in una serpentina al limite dell’area, ubriaca un paio di difensori francesi e punisce Gorgelin. La Pulce si rende protagonista anche dei due assist che fissano il risultato finale, prima servendo Piquè e poi il neo entrato Dembelè‘.

Barcellona (4-3-3): Ter Stegen, Roberto, Piquè, Lenglet, Alba; Rakitic, Sergio (dall’83’ Semedo), Arthur (dal 74′ Vidal); Messi, Suarez, Coutinho (dal 70′ Dembelè). All. Valverde

Lione (5-3-2): Lopes (dal 34′ Gorgelin); Dubois, Marcal, Denaver, Marcelo, Mendy (dal 77′ Cornet); Tousart, Fekir, Ndombelé, Memphis (dal 73′ Traoré), Dembelè. All. Genesio

MARCATORI: Messi (B) su rig. al 17′ e al 78′, Coutinho (B) al 31′, Tousart (L) al 58′, Piquè (B) all’81’, Dembelè (B) all’86’

ASSIST: Suarez, Messi (2) (B)

AMMONITI: Marcal (L), Lenglet (B)

ESPULSI: —

 

Bayern Monaco – Liverpool 1-3: il tabellino

Dopo lo 0-0 dell’andata, Bayern Monaco e Liverpool si giocano il passaggio del turno. Due squadre che amano giocare sull’intensità e sul pressing alto, ma la squadra di Klopp in questa circostanza può anche speculare sul pareggio con almeno un gol segnato. Gli inglesi perdono subito il metronomo di centrocampo, Henderson, ma non smarriscono il loro credo tattico e al 24′ confezionano la prima occasione pericolosa del match, con un tiro da fuori di Firmino che si spegne a lato su azione di contropiede. Passano due minuti e la verticalizzazione di Van Dijk scavalca un disattento Rafinha e trova Manè, che salta Neuer e deposita in rete il vantaggio ospite. I padroni di casa, che avevano chiuso con zero tiri nello specchio lo gara di Anfield, faticano ancora a trovare la via della porta, ma nel momento migliore del Liverpool pareggiano: Gnabry sfonda sulla destra e mette in mezzo un cross teso che Matip devia alle spalle di Alisson, nel tentativo di anticipare Lewandowski. Il gol cambia l’inerzia della gara con la squadra di Kovac che cerca con nuove energie il gol del vantaggio, ma il Liverpool regge fino all’intervallo.

Salah si fa vedere subito in avvio di ripresa, dopo una prima frazione anonima, e scaglia una conclusione potente dal limite dell’area, che Neuer respinge con i pugni. I bavaresi cercano di pungere sull’out destro dove Gnabry replica l’azione del pareggio, ma Lewandowski non arriva sul cross al 59′. Il Liverpool punisce la squadra di Kovac al 69′ quando Van Dijk brucia la marcatura di Hummels e schiaccia in rete il 2-1 su corner di Milner. Il Bayern cerca di organizzare l’assedio finale, ma tranne qualche spunto di Gnabry non produce grattacapi per Alisson. La formazione di Klopp suggella la vittoria con il gol del 3-1, siglato ancora da Manè che raccoglie un cross di Salah e insacca di testa.

Bayern Monaco (4-2-3-1): Neuer; Rafinha, Sule, Hummels, Alaba; Javi Martinez (dal 71′ Goretzka), Thiago, Gnabry; James (dal 78′ Sanches); Ribery (dal 60′ Coman), Lewandowski. All. Kovac

Liverpool (4-3-3): Alisson; Alexander, Matip, Van Dijk, Robertson; Wijnaldum, Henderson (dal 14′ Fabinho), Milner (dall’86’ Lallana); Salah, Firmino (dall’82’ Origi), Manè. All. Klopp

MARCATORI: Manè (L) al 26′ e all’84’, Matip (autogol) al 39′, Van Dijk (L) al 69′

ASSIST: Milner, Salah (L)

AMMONITI: Fabinho, Matip, Robertson (L), Thiago, Sanches (B)

ESPULSI: —

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Calcio d'Angolo Quiz
Annuncio pubblicitario

Di più in Champions League